HomeSelf DefenceDifesa Personale12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e a...

12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale

12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale

12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale

Quando si parla di difesa personale, si devono considerare tutte le tecniche disponibili – inclusi quei movimenti e azioni che sono generalmente vietati negli sport di combattimento come le MMA.

Mentre queste azioni sono proibite in ambito sportivo a causa della loro pericolosità e dell’alto rischio di causare gravi infortuni, diventano rilevanti e a volte necessarie in situazioni di vita reale dove la tua sicurezza è minacciata.

Le azioni proibite nello sport da combattimento (illegal boxing / illegal moves) che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale

Oggi ti voglio scrivere alcune azioni proibite che non puoi fare nello sport ma che devi assolutamente fare se devi difenderti e quindi ti sto parlando di difesa personale.

Devi imparare che oltre al fatto che tu puoi e devi fare queste azioni “sporche” le puoi anche subire quindi devi sapere cosa fare, se ti mordono , se ti afferrano i capelli, ecc.

Devi sapere che alcune cose che fai nello sport in un contesto dove non ci sono regole possono esporti a rischi importanti.

È importante che contestualizzi le tecniche e le provi in allenamento con corretti metodi didattico/formativi se non vuoi imparare questa lezione proprio quando ti devi salvare la pelle.

In questo post non consideriamo le armi comuni come coltelli o bastoni, le armi improprie e le armi improvvisate per la difesa personale ma le azioni illegali a mani nude per difendersi.

È fondamentale ricordare che l’uso di queste tecniche dovrebbe essere riservato esclusivamente a situazioni in cui si è in pericolo di vita o di gravi lesioni. Devi anche essere preparato a difenderti da queste stesse azioni se utilizzate contro di te.

L’apprendimento di queste tecniche va fatto sotto la supervisione di un istruttore esperto di difesa personale, che può insegnarti non solo come eseguirle correttamente, ma anche quando e come difenderti da esse.

Inoltre, è vitale avere una comprensione delle leggi locali riguardo all’uso della forza in auto-difesa per assicurarsi che le tue azioni siano legalmente giustificate.

12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Ecco 12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e molto importante anche a difendere nella difesa personale:

  1. Graffiare la Faccia o la Pelle: Usare le unghie per graffiare l’avversario è un atto proibito, in quanto può causare lacere e ferite aperte, aumentando il rischio di infezioni e lasciando cicatrici permanenti.
  2. Tirare e Strappare i Capelli: Questa azione, oltre a essere dolorosa e potenzialmente traumatizzante, può portare a lesioni del cuoio capelluto o alla perdita di capelli.
  3. Graffiare o Attaccare la Gola: Ogni azione che miri a graffiare o ad aggredire la gola è estremamente pericolosa, potendo portare a difficoltà respiratorie, danni all’esofago o persino alla morte per soffocamento.
  4. Colpo alla Parte Posteriore della Testa o sulla Nuca: I colpi in questa area sono vietati perché il retro della testa e la nuca sono vicini al tronco cerebrale e al midollo spinale, rendendo i colpi in questa zona particolarmente pericolosi.
  5. Tirare la Testa Afferrando i Capelli: Manipolare la testa di un avversario attraverso i capelli non è solo irrispettoso, ma può anche portare a gravi lesioni del collo o del cranio.
  6. Tirare e Strappare le Orecchie: Le orecchie sono parti del corpo sensibili e delicate, e danneggiarle può causare non solo dolore estremo ma anche potenziali danni permanenti.
  7. Inserire le Dita nelle Cavità Facciali: Mettere dita nelle cavità per distruggere la zona del viso (bocca, naso, orecchie). Questa pratica inaccettabile può causare non solo dolore acuto, ma anche lesioni permanenti al viso e alle sue strutture.
  8. Spingere le Dita negli Occhi: Il tentativo di danneggiare gli occhi, compreso il tentativo di estrarli, è uno dei gesti più pericolosi e riprovevoli nello sport, con conseguenze che possono andare dalla perdita della vista a lesioni permanenti.
  9. Mordere la pelle ,le dita, il naso, le orecchie: Il morso è un atto primitivo e pericoloso che può trasferire malattie e causare danni tissutali significativi.
  10. Gomitata al Torace per Rompere lo Sterno: Le gomitate sono consentite in MMA, ma mirare con forza allo sterno per causare fratture è un’azione intenzionalmente dannosa che è vietata.
  11. Afferrare e Spremere l’Inguine: Colpire o afferrare l’area inguinale è un atto di cattiva condotta e può provocare non solo dolore estremo ma anche gravi lesioni.
  12. Tenere la Testa per Rompere il Collo: Questo tipo di manovra è proibita poiché mira a causare un danno intenzionale e potenzialmente letale al collo e alla colonna vertebrale.

12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Azioni proibite nelle competizioni di MMA

Queste di seguito sono le azioni proibite negli incontri di M.M.A. quindi sono le cose che devi assolutamente fare perché se sono pericolose per dei super atleti che ne dici di usarle contro un aggressore?.

12 azioni proibite nello sport che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Le competizioni di arti marziali miste (MMA) sono regolamentate da un insieme di regole progettate per garantire la sicurezza degli atleti e mantenere un certo livello di sportività.

Nonostante la natura intensa e talvolta brutale di questo sport, esistono linee guida chiare su ciò che è considerato illegale e punibile durante un incontro.

Le seguenti azioni sono proibite durante un incontro o esibizione di M.M.A. e sono sanzionate, a discrezione dell’arbitro centrale, se commesse.

Questi divieti aiutano a prevenire lesioni gravi e mantenere il rispetto reciproco tra i combattenti.

Di seguito, una versione espansa delle azioni proibite in una competizione di MMA:

  1. Uso della Testa come Arma: È vietato usare la testa per colpire l’avversario, poiché questo può causare seri danni sia a chi colpisce sia a chi riceve il colpo.
  2. Lesioni agli Occhi: Qualsiasi tentativo di danneggiare gli occhi, come pizzicarli, graffiarli o applicare pressione diretta, è proibito per evitare danni permanenti alla vista.
  3. Mordere: Mordere l’avversario è una tattica disonorevole e pericolosa che può trasmettere malattie e causare ferite.
  4. Sputare: Sputare su un avversario è considerato un atto di mancanza di rispetto e non ha posto in uno sport professionale.
  5. Tirare i Capelli: Quest’azione è vietata perché può causare dolore eccessivo e non è una tecnica di lotta legittima.
  6. Fish Hooking: Inserire le dita nella bocca dell’avversario e tirare la guancia è pericoloso e può causare gravi lesioni.
  7. Colpi ai Genitali: Tali colpi sono proibiti per ovvie ragioni di dolore estremo e potenziali danni a lungo termine alla fertilità.
  8. Inserire le Dita negli Orifizi: Questa pratica è vietata in quanto può causare lesioni interne e infezioni.
  9. Micro Leve: Piccole leve articolari, come quelle esercitate sulle dita, sono proibite perché possono portare a lesioni serie senza una reale possibilità di difesa.
  10. Gomitate Discendenti con la Punta del Gomito: Questi colpi possono causare fratture e altre lesioni gravi a causa della forza concentrata in un piccolo punto.
  11. Colpi alla Nuca o alla Schiena: Questi colpi possono danneggiare la colonna vertebrale e il midollo spinale, potenzialmente causando paralisi.
  12. Colpi ai Reni con il Tallone: I reni sono organi vitali e colpirli può causare danni interni gravi.
  13. Attacchi alla Gola: Colpire, afferrare o esercitare pressione sulla trachea è vietato per il rischio di soffocamento e altri gravi danni.
  14. Pizzicare o Torcere la Pelle: Queste azioni non hanno finalità tecniche in combattimento e causano un dolore non necessario.
  15. Afferrare la Clavicola: Tale presa può causare fratture e non è consentita.
  16. Calci alla Testa di un Avversario a Terra: Un avversario a terra è in una posizione vulnerabile, e i calci alla testa sono estremamente pericolosi.
  17. Ginocchiate alla Testa di un Avversario a Terra: Analogamente ai calci, queste tecniche aumentano il rischio di lesioni cerebrali traumatiche.
  18. Stomping Kick: Questi calci, dati con la pianta del piede verso il basso su un avversario a terra, possono causare gravi lesioni.
  19. Afferrare le Corde o la Gabbia: Utilizzare le strutture del ring o della gabbia per guadagnare vantaggio è illegale.
  20. Trattenere i Pantaloncini o i Guanti: Ciò impedisce il movimento libero e naturale dell’avversario.
  21. Linguaggio Violento o Offensivo: L’uso di un linguaggio inappropriato è contrario allo spirito sportivo.
  22. Azione Anti-Sportiva: Qualsiasi atto intenzionale che causi danno all’avversario oltre alla normale competizione di combattimento è proibito.
  23. Attacchi Durante la Pausa: Colpire un avversario durante l’intervallo tra i round è contro le regole e l’etica sportiva.
  24. Attaccare l’Avversario Sotto Cura Medica: Un avversario che riceve assistenza medica è fuori combattimento e non deve essere attaccato.
  25. Colpire Dopo la Campana: Tutti gli attacchi devono cessare al suono della campana che indica la fine del round.
  26. Evitamento: Fuggire dal combattimento attivo, come sputare il paradenti o fingere lesioni, è considerato un rifiuto di combattere.
  27. Lanciare l’Avversario Fuori dal Ring/Gabbia: Eseguire azioni che possano far cadere l’avversario all’esterno dell’area di combattimento è pericoloso e non consentito.
  28. Non Seguire le Direttive dell’Arbitro: È imperativo rispettare gli ordini dell’arbitro per la sicurezza di entrambi gli atleti.
  29. Proiezioni Pericolose: Lanciare l’avversario in modo che cada sulla testa o sul collo rischia gravi lesioni al midollo spinale.
  30. Interferenza dall’Angolo: Membri dell’angolo non possono interferire con il combattimento.
  31. Sostanze Esterne: Applicare sostanze sul corpo o sui capelli che possono offrire un vantaggio, come rendere la pelle scivolosa, è vietato.

Queste regole sono fondamentali per proteggere la salute e la sicurezza dei combattenti, assicurando che il combattimento avvenga in un contesto di rispetto reciproco e di integrità sportiva.

azioni proibite nello sportConclusioni

Questo elenco ti deve fare riflettere e darti degli spunti che devi analizzare quando ti alleni.

Queste 12 azioni proibite che devi imparare a fare e a difendere nella difesa personale sono importanti per entrare in contatto con la dura realtà delle No Rules!

Hai visto quante cose puoi fare?.

E se queste azioni sono pericolose per questi super atleti capisci che lo sono ancora di più per una persona normale.

la comprensione e l’apprendimento di azioni proibite nelle arti marziali miste (MMA) e altri sport di combattimento hanno un’importanza cruciale nel contesto della difesa personale.

Mentre queste tecniche sono bandite nelle competizioni sportive per preservare la sicurezza e l’etica degli atleti, esse possono rivelarsi strumenti vitali quando si tratta di proteggere se stessi in situazioni pericolose o di vita o di morte.

La difesa personale non si occupa di fair play o di regole stabilite; si tratta di sopravvivenza. In tale contesto, essere consapevoli di come si possono utilizzare e difendersi da queste tecniche proibite può fare la differenza tra il rimanere indenni o subire gravi danni.

Saper controbilanciare una mossa potenzialmente letale, come un attacco agli occhi o alla gola, può essere tanto cruciale quanto saper eseguire una presa per neutralizzare un aggressore.

È essenziale, per chi pratica la difesa personale, allenarsi in modo responsabile e sotto la guida di istruttori qualificati per imparare a utilizzare queste tecniche in modo sicuro ed efficace.

Questo tipo di addestramento non solo migliora la sicurezza personale, ma contribuisce anche a un maggiore senso di autocontrollo e consapevolezza in situazioni ad alto rischio.

Inoltre, mentre si imparano queste azioni per la difesa personale, è importante anche comprendere le implicazioni legali dell’uso della forza.

L’autodifesa è legalmente permessa solo entro i limiti della necessità e della proporzionalità rispetto alla minaccia affrontata. Quindi, anche nell’apprendere queste azioni proibite, bisogna essere consapevoli del contesto legale e morale che circonda la loro applicazione.

In definitiva, la preparazione alla difesa personale richiede una profonda conoscenza di tecniche potenti e talvolta pericolose, ma sempre con la consapevolezza che il loro utilizzo è giustificato unicamente dalla necessità di proteggere la propria vita o quella di altri da danni imminenti.

Buon allenamento “sporco” !

Street Fight Mentality & Fight Sport

Andrea

Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments

Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Angus Balboa on CorBag
Tor Carbone CrossFit on Crossfit per le arti marziali?
Andrea Resta on La ruota per addominali
Felicia Slivka on Kino Mutai
Vilfredo on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Maurizio Vorzitelli on La geografia delle arti marziali
Roberto on Plastic Knuckle
dolore al ginocchio on L’igiene personale nel BJJ
corrado cobianchi on NiteCore Titanium 120 dB
The Who on Karambit
Eliza on Karambit
Giovanni on Karambit
Graciela on Karambit
Thako Jiu Jiutsu on Famosi Kimono per il BJJ
dolore al ginocchio on Pugno al mento
Adrianna on Pugno al mento
Medical center on Pugno al mento
error: Content is protected !!