sabato, Aprile 13, 2024
spot_img
spot_img

Top 5 This Week

spot_img

Related Posts

Adesivi identificativi sulle armi da fuoco

Adesivi identificativi sulle armi da fuocoAdesivi identificativi sulle armi da fuoco.

Durante l’assalto a Capitol Hill, i molti video e fotografie hanno mostrato diversi fotogrammi delle guardie armate in borghese che reggono le barricate del Campidoglio, che hanno sulle armi quelli che sembrano brevi pezzi di nastro con strisce diagonali rosse e bianche sulla parte anteriore delle pistole.

A cosa servono gli adesivi identificativi sulle armi da fuoco?

Non tutti lo hanno ma servono a evitare il fuoco amico.

La security non lavora in divisa, e quindi nelle situazioni più caotiche distinguere un amico da un nemico potrebbe diventare molto difficile.

Spesso per non dire sempre la squadra utilizza un dress code, spille, altro che li aiuta a identificarsi tra di loro, ma in una situazione di forte stress è necessario utilizzare un metodo che non richiede una precisa messa a fuoco.

Il tempo di risposta deve essere rapido, immediato, con una elaborazione della scelta efficace.

Visto che la polizia spara in genere alle persone armate, anche se hai armi giocattolo o da soft air, perchè l’arma va sempre considerata vera sino a prova contraria.

Mettere un nastro segnaletico sulle proprie armi è un ottimo modo di prevenire il fuoco amico che preventivamente può essere avvisato di questa forma di segnalazione mentre opera nell’area o si sta recando.Adesivi identificativi sulle armi da fuoco Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Anche la scelta del nastro ha essenzialmente delle caratteristiche:

  • visibilità
  • poca reperibilità in commercio del disegno del nastro per evitare che possa essere facilmente copiato
  • non deve intralciare l’operatività dell’arma

I luoghi comuni

Contrariamente ai luoghi comuni da film, il 99% di polizia e militari fortunatamente spara solo al poligono per tutta la vita.

I poliziotti che hanno partecipato a uno scontro a fuoco si contano sulle dita di una mano e al massimo ne fanno uno in tutta la vita.

Quindi il nastro non occorre cambiarlo spesso ma può essere un modo per la stessa squadra di avere un riconoscimento efficace in una situazione caotica per identificare velocemente la parte dove sta la persona armata.

Basta cambiarlo dopo quella volta che ti è toccato estrarre l’arma, in molti casi per fortuna poche volte.

Home Security Check List

Un collegamento alla difesa abitativa

Arrivo anche al dunque di questo post collegandolo per chi è un civile alla difesa abitativa dove se più persone sono in possesso di un arma è importante in caso di invasione domestica.

Il fatto di uscire fuori dalla propria casa e perlustrare il cortile, ecc. avere questa tipologia di accorgimento sull’arma e aggiungerei se possibile dove sono le armi tenere anche del nastro colorato da mettervi intorno alle braccia, o dei polsini vistosi da indossare, dei cappelli senza visiera, una bandana, felpe uguali che aiutano a identificarsi a vicenda oltre a considerare altri aspetti come la tipologia di arma, il tipo di munizionamento, l’illuminazione, ecc.

Stay Tuned!

Street Fight Mentality

Previous article
Next article
Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!