HomeSelf DefenceDifesa PersonaleCome evitare le aggressioni

Come evitare le aggressioni

 

Come evitare le aggressioni

Contents

Come evitare le aggressioni

21 regole per evitare le aggressioni da strada o vincerle.

Se non vuoi avere una brutta esperienza, devi leggere questo e le 20 regole + 1 per evitare le aggressioni da strada o vincerle.

Quando si tratta di difesa personale la prevenzione e la sicurezza, l’analisi del contesto, ecc sono fondamentali per evitare di trovarsi in spiacevoli situazioni.

Considera lo scontro fisico e la sua formazione è un aspetto della difesa personale.

Vivere in un mondo in cui la sicurezza personale è una preoccupazione quotidiana è una realtà per molti di noi.

In un’epoca in cui le città sono sempre più affollate e le strade spesso trasformate in scenari imprevedibili, è fondamentale essere consapevoli delle minacce potenziali e delle strategie per evitarle.

Questo articolo esplora 21 regole chiave che possono fare la differenza tra evitare un’aggressione e trovarsi coinvolto in una situazione pericolosa.

La prevenzione è la prima linea di difesa quando si tratta di sicurezza personale. Imparerai come essere sempre vigile e attento all’ambiente circostante, riconoscendo i segnali di pericolo e agendo di conseguenza.

Ma la difesa personale va oltre la mera prevenzione; comprende anche la capacità di rispondere in modo appropriato se mai ci si trovasse di fronte a una minaccia concreta.

Va sottolineato che l’obiettivo principale è sempre quello di tornare a casa in sicurezza.

Non importa quanto possa sembrare importante dimostrare coraggio o assertività in situazioni rischiose, la tua incolumità personale è la priorità assoluta.

Pertanto, è fondamentale avere le giuste informazioni e strategie per evitare aggressioni, ma anche per proteggersi se la situazione lo richiede.

Continua a leggere per scoprire come mantenere te stesso e i tuoi cari al sicuro in ogni circostanza.

Come evitare le aggressioni

21 regole per evitare le aggressioni da strada o vincerle:

1 – Non distrarti se sei in pubblico.

La tua inesperienza, la non consapevolezza, l’ignoranza legata alla difesa personale, la distrazioni causate dalla troppa sicurezza, la necessità di attenzione o semplicemente una mancanza di consapevolezza della realtà della strada ti fanno perdere completamente i segnali di allarme che l’istintivo animale con la quale sei nato.

Questo istinto ti aiuta a percepire i pericoli e evitarli.

Considera che i comfort della vita moderna uccidono ogni senso di sopravvivenza che deve essere invece ritrovato in ogni momento soprattutto nelle città pericolosi e quartieri violenti.

Se sei in un locale che non conosci cerca di individuare l’uscita, guarda chi hai attorno e stai in una posizione che vedi chi si avvicina.

Se hai degli strumenti da difesa personale tienili a portata di mano.

Ecco alcune ulteriori considerazioni basate sul tuo punto:

  1. Consapevolezza dell’ambiente: Mantieni sempre gli occhi aperti e fai attenzione a ciò che ti circonda. Questo include la consapevolezza dei potenziali pericoli e l’osservazione delle persone che ti circondano.
  2. Istinto di sopravvivenza: Spesso, il tuo istinto di sopravvivenza è una risorsa preziosa. Se senti che qualcosa non va o ti trovi in una situazione sospetta, fidati del tuo istinto e cerca di allontanarti o prendere precauzioni aggiuntive.
  3. Preparazione: Se vivi in un’area potenzialmente pericolosa, potresti voler prendere in considerazione la formazione in tecniche di autodifesa o il porto di strumenti di difesa personale legali, come spray al peperoncino o un fischietto di emergenza.
  4. Pianificazione dell’uscita: Quando entri in un locale che non conosci, cerca sempre di individuare le uscite e pianifica un percorso di fuga in caso di emergenza.
  5. Osservazione delle persone: Osserva chi ti circonda in modo discreto ma attento. Questo può aiutarti a rilevare comportamenti sospetti o minacciosi in anticipo.
  6. Strumenti di difesa: Se scegli di portare strumenti di difesa personale come spray al peperoncino o un’auto-difesa personale, assicurati di conoscerne il corretto utilizzo e rispetta le leggi locali in merito.
  7. Comunicazione: Se qualcosa sembra fuori posto o sospetto, comunica con qualcuno di fiducia o cerca aiuto da persone nelle vicinanze. Non avere paura di chiamare il numero di emergenza se ritieni che la situazione lo richieda.

In generale, la consapevolezza, la preparazione e la prudenza sono chiave per evitare situazioni pericolose.

Mantieni sempre la tua sicurezza personale come priorità e prendi misure per proteggerti in modo responsabile.

Come evitare le aggressioni

2 – Mai dare fiducia a persone che non conosci

È molto comune visto che siamo in un’epoca civile e non in un posto “selvaggio” dare nei locali subito confidenza a sconosciuti senza far passare molto tempo e di vivere un’avventura con l’ansia che non si ripeta questa occasione non considerando però i pericoli dalle circostanze.

Iniziare a bere con gli estranei ad una festa a seguire l’incontro per strada e subito raccontare la tua intimità, o dove abiti, lavori, ecc., ma questo anche a persone che conosciamo da più tempo ma che però non hanno mai lasciato intendere e scoprire chi sono veramente, cosa fanno, dove abitano, ecc. non devi mai dare fiducia a queste persone che conosci o peggio ancora che non conosci bene anche se ti sembrano molto disponibili e socievoli.

Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo punto:

  1. Limita le informazioni personali: Evita di condividere dettagli personali come il tuo indirizzo di casa, il luogo di lavoro o altri dettagli sensibili con persone sconosciute o conoscenti superficiali. Queste informazioni potrebbero essere utilizzate in modo improprio o per scopi dannosi.
  2. Sii cauto con le bevande alcoliche: Quando bevi con persone che non conosci bene, tieni sotto controllo il tuo consumo di alcol. L’ubriachezza può compromettere la tua capacità di prendere decisioni informate e metterti in situazioni pericolose.
  3. Non accettare offerte sospette: Non accettare bevande o sostanze da persone sconosciute o da persone che non conosci bene. Questo può proteggerti da possibili droghe o sostanze pericolose.
  4. Mantieni la tua cerchia di amici: Quando sei fuori, cerca di stare con un gruppo di amici o persone di fiducia. C’è sicurezza nella compagnia e spesso gli aggressori cercano di approfittare di individui solitari.
  5. Sii consapevole delle tue intuizioni: Se qualcosa non ti sembra giusto o senti delle vibrazioni negative da una persona, fidati del tuo istinto e allontanati dalla situazione.
  6. Sicurezza online: Lo stesso principio si applica anche online. Non condividere informazioni personali o dettagli sensibili con persone che non conosci bene su internet.
  7. Impara a dire “no”: Non avere paura di dire “no” se ti senti a disagio o se qualcuno sta cercando di convincerti a fare qualcosa che non vuoi fare.
  8. Educare i giovani: Insegna ai giovani a essere cauti quando interagiscono con sconosciuti e a non condividere informazioni personali online o offline.
  9. Segnala comportamenti sospetti: Se incontri persone che sembrano comportarsi in modo inappropriato o minaccioso, segnalalo alle autorità o alla sicurezza locale.

La fiducia è preziosa, ma deve essere guadagnata con il tempo e basata su una conoscenza approfondita delle persone.

La sicurezza personale è un aspetto importante della vita moderna, e prevenire situazioni pericolose è essenziale per mantenere te stesso e gli altri al sicuro.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

3 – Devi stare attento e guardare tutto

Devi fare questo senza che diventi una ossessione e che la paura di una aggressione sia sempre in agguato mentre sei in giro, ma con un pò di allenamento si può facilmente identificare quando qualcuno si muove fuori dagli schemi, o si nota un certo modo di guardarti a te o al tuo gruppo di amici.

Questa attenzione se sviluppata può diventare una sana abitudine che ti salverà la vita un giorno.

Se vedi qualcosa di strano o che non ti convince non ci pensare troppo, cambia strada, entra in un negozio, fai un giro in più prima di tornare a casa per vedere che non sei seguito, ma non isolarti mai.

Hai un dubbio?.

Ascoltalo!

Mantenere un livello di attenzione adeguato senza cadere nell’ossessione è essenziale per la tua sicurezza personale. Ecco alcuni suggerimenti su come farlo in modo equilibrato:

  1. Allenamento alla consapevolezza: Come hai menzionato, con l’allenamento puoi sviluppare la capacità di riconoscere situazioni o comportamenti sospetti. Questo non significa essere paranoici, ma piuttosto essere pronti a reagire se qualcosa sembra fuori posto.
  2. Mantieni un atteggiamento di prudenza: Non c’è nulla di sbagliato nell’essere cauti e attenti mentre sei in giro. Questo può prevenire molte situazioni pericolose.
  3. Comunicazione con gli amici: Quando sei con un gruppo di amici, comunicate tra di voi in modo aperto riguardo alla vostra sicurezza. Se qualcuno ha un dubbio o un presentimento, è importante condividerlo con gli altri.
  4. Sii preparato: Porta con te un telefono cellulare carico e pronto per chiamare il numero di emergenza in caso di necessità. Conosci la tua posizione e dove sono le aree sicure nelle vicinanze.
  5. Segnali di allarme: Impara a riconoscere i segnali di allarme, come persone che ti seguono, ti guardano in modo sospetto o si comportano in modo aggressivo. Non ignorare questi segnali.
  6. Reagisci in modo appropriato: Se hai un dubbio o sospetti di essere in una situazione pericolosa, non esitare a cambiare strada, cercare rifugio in un luogo pubblico o chiamare la polizia. La tua sicurezza personale è più importante di qualsiasi altra considerazione.
  7. Conoscenza del territorio: Sei consapevole del tuo ambiente e delle vie di fuga in caso di necessità. Questo può aiutarti a reagire rapidamente in situazioni di emergenza.
  8. Condivisione delle informazioni: Se noti qualcosa di sospetto, cerca di condividere queste informazioni con le autorità o la sicurezza locale. Potresti essere in grado di prevenire un crimine o aiutare a identificare un sospetto.

La consapevolezza e la prudenza sono alleate importanti per la tua sicurezza personale.

Mantenere un equilibrio tra attenzione e paura è essenziale, e con la pratica, puoi sviluppare abilità che possono aiutarti a proteggerti in situazioni potenzialmente pericolose.

Ascolta sempre il tuo istinto e agisci di conseguenza se qualcosa sembra fuori posto.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

4 – Evitare luoghi e persone che rappresentano un pericolo potenziale

Una delle regole sane è quello di allontanarti da amici o conoscenti problematici, quindi non ti conviene stare nel pericolo costante, in luoghi come bar o quartieri umili con persone di bassa qualità umana o luoghi in cui si sa che vi è pericolo di aggressione o violenza.

Spesso il tuo orgoglio / ego ti spinge a voler stare in questi luoghi come dimostrazione di coraggio ma il coraggio non lo devi confondere con la stupidità.

E’ stupido stare di continuo in posti che ti portano a essere potenzialmente una vittima di una aggressione perché chi è del posto lo percepisce che tu non fai parte di quel mondo e di conseguenza diventi una potenziale vittima.

Evitare luoghi e persone che rappresentano un pericolo potenziale è una strategia essenziale per mantenere la propria sicurezza. Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo argomento:

  1. Scelte consapevoli: Scegli i luoghi che frequenti con saggezza. Se sai che un determinato posto è noto per essere pericoloso o frequentato da persone problematiche, evita di andarci.
  2. Amicizie sane: Le tue amicizie influenzano la tua sicurezza e la tua vita in generale. Cerca di stabilire relazioni con persone che condividono valori simili e che rispettano la tua sicurezza e il tuo benessere.
  3. Orgoglio e coraggio: Non confondere l’orgoglio o il coraggio con mettersi volontariamente in situazioni pericolose. Il vero coraggio consiste nell’evitare il pericolo quando possibile e nel prendere decisioni che proteggano te stesso e gli altri.
  4. Fai scelte informate: Prima di frequentare un luogo o una persona, fai delle ricerche per conoscere meglio la situazione. Puoi chiedere a persone di fiducia, leggere recensioni online o informarti presso le autorità locali per conoscere il livello di sicurezza di un’area specifica.
  5. Ascolta i consigli della comunità: Le comunità locali spesso conoscono i luoghi o le persone problematiche nella zona. Se sei nuovo in una città o in un quartiere, cerca consigli dalla comunità locale per evitare aree o situazioni pericolose.
  6. Sii responsabile: Alla fine, la tua sicurezza è tua responsabilità. Fai scelte consapevoli che ti mantengano al sicuro e non ti mettano in situazioni rischiose.
  7. Prevenzione è la chiave: Ricorda che prevenire una situazione pericolosa è molto più saggio che affrontarla successivamente. Evitare luoghi e persone problematiche è spesso la scelta più intelligente.

Mantenere la propria sicurezza richiede buon senso, consapevolezza e la capacità di fare scelte informate.

Non lasciare che l’orgoglio o la pressione sociale ti portino in situazioni pericolose, e cerca di mantenere una rete di supporto di amici e familiari che condividono le tue preoccupazioni per la sicurezza.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

5 – Non mostrare mai timore e paura

Se ad un certo punto non ti resta che affrontare l’aggressione ma ricordati che il tuo atteggiamento è la tua arma migliore, se mostri che hai paura fin dal principio stai dando un messaggio chiaro che tu sei un pecora tra i lupi, gli esseri umani come gli animali hanno l’istintivo del cacciatore come i leoni e lupi.

Quando sentono che si trovano ad affrontare una vittima/preda semplicemente attaccano e mangiano, se ti presenti come vittima mostrando la paura allora vieni mangiato senza dubbi.

Mantenere la calma e non mostrare timore e paura può aiutarti a dissuadere potenziali aggressori e potrebbe essere una strategia efficace. Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo argomento:

  1. Mantenere la calma: Mantenere un atteggiamento calmo può trasmettere sicurezza e autostima. Gli aggressori potrebbero essere meno inclini a prendere di mira qualcuno che sembra sicuro di sé.
  2. Evitare provocazioni: Nonostante l’importanza di mostrare sicurezza, è altrettanto importante evitare di provocare o sfidare aggressori potenziali. La tua obiettivo dovrebbe essere quello di allontanarti dalla situazione senza scatenare ulteriori problemi.
  3. Comunicazione assertiva: Se ti trovi in una situazione di conflitto o potenziale aggressione, cerca di comunicare in modo assertivo, ma non ostile. Esprimi il tuo desiderio di evitare il conflitto e di risolvere la situazione pacificamente.
  4. Valutazione delle opzioni: Nonostante tu possa cercare di apparire sicuro di te, è importante valutare attentamente le tue opzioni. La fuga o la ricerca di aiuto possono essere sempre le scelte migliori se disponibili.
  5. Attenzione all’ambiente circostante: Quando sei in una situazione potenzialmente pericolosa, mantieni la consapevolezza dell’ambiente circostante. Cerca di individuare le vie di fuga e di rimanere vicino a luoghi pubblici o persone se possibile.
  6. Non trascurare la tua sicurezza fisica: L’atteggiamento è importante, ma non trascurare la tua sicurezza fisica. Se l’aggressione diventa inevitabile, cerca di difenderti in modo efficace, se conosci tecniche di autodifesa o strumenti di difesa personale.
  7. Ricorda che ogni situazione è unica: Ogni situazione potenzialmente pericolosa è unica, e non esiste un approccio universale. Usa il tuo giudizio per valutare la situazione e prendere le decisioni migliori possibili.

Mantenere un atteggiamento sicuro e determinato può essere un vantaggio nella gestione delle situazioni difficili, ma è importante farlo in modo responsabile e cercare sempre di evitare il conflitto quando possibile.

La tua sicurezza personale è la massima priorità.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

6 – Il linguaggio del corpo visuale (non verbale)

Tieni sempre il contatto visivo, non dare mai le spalle o abbassare lo sguardo, è la prima cosa che fa scattare l’istinto degli animali.

Il linguaggio non verbale del tuo corpo è quello che conta.

Ci sarebbe anche l’odore ma caratteristica l’abbiamo persa, gli animali percepiscono la paura anche attraverso l’odore.

In particolare il tuo modo di guardare in basso, i gesti remissivi, oppure sorridere senza motivo quando qualcuno ti fissa significa che stai mostrando paura immediatamente.

Se il tuo aggressore guarda alla sua destra sta per attaccare, se guarda a sinistra sta esitando, attento, se sono mancini è l’opposto.

Tutti tendono a guardare dal lato dove si sentono più forti prima di attaccare, quindi un destro a destra e un mancino a sinistra,

Tieni il contatto visivo diretto all’aggressore perché gli stai dicendo che non hai paura e questo mette in dubbio immediatamente la sua capacità di sottometterti.

Però davvero non stare mai faccia a faccia come un tamarro, ti ho già spiegato questo in un altro articolo.

Il modo in cui comunichiamo attraverso il nostro corpo può influenzare notevolmente la percezione degli altri e le dinamiche sociali. Ecco alcune considerazioni aggiuntive sull’importanza del linguaggio del corpo:

  1. Mantenimento del contatto visivo: Mantenere il contatto visivo con gli altri può trasmettere fiducia e sicurezza. Questo può dissuadere potenziali aggressori e comunicare che non ti lasci intimidire facilmente.
  2. Postura e gesti: La tua postura generale, i gesti delle mani e la tua espressione facciale possono influenzare la percezione degli altri. Una postura eretta e gesti decisi possono trasmettere sicurezza, mentre gesti timidi o remissivi possono essere interpretati come segnali di debolezza.
  3. Linguaggio degli occhi: Gli occhi sono spesso considerati la finestra dell’anima. Mantenere uno sguardo diretto e concentrato può comunicare determinazione e assertività. Tuttavia, evita di fissare fisicamente l’aggressore in modo da non apparire aggressivo o provocatorio.
  4. Comunicazione non verbale reciproca: Osserva anche la comunicazione non verbale dell’aggressore. Il suo linguaggio del corpo può darti indizi su quanto sia determinato o incerto. Queste informazioni possono aiutarti a prendere decisioni informate sulla tua risposta.
  5. Equilibrio e autocontrollo: Nonostante l’importanza del linguaggio del corpo, è essenziale mantenere un equilibrio tra assertività e autocontrollo. Non cadere nell’aggressività o nella provocazione, ma cerca di comunicare sicurezza e rispetto reciproco.
  6. Variabilità culturale: Ricorda che le interpretazioni del linguaggio del corpo possono variare tra diverse culture. Ciò che può essere considerato sicuro in una cultura potrebbe essere interpretato in modo diverso in un’altra. Presta attenzione ai contesti culturali quando viaggi o interagisci con persone provenienti da diverse culture.
  7. Pratica e consapevolezza: La pratica e la consapevolezza del tuo linguaggio del corpo possono aiutarti a migliorare le tue abilità di comunicazione non verbale. Puoi lavorare su queste abilità attraverso l’allenamento o la formazione in comunicazione assertiva.

Il linguaggio del corpo è un aspetto importante della comunicazione e della gestione delle situazioni potenzialmente pericolose.

Mantenere un atteggiamento sicuro e assertivo può essere utile per proteggere la tua sicurezza, ma è importante farlo in modo responsabile e rispettoso.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

7 – Stai distante dal tuo aggressore o colpisci subito senza pensare

NON FARE MAI AVVICINARE il tuo aggressore vicino a te, deve stare al di là della distanza di combattimento, la distanza oltre un metro.

Se due persone si trovano ad affrontare e arrivare a discutere molto vicino gridando entrambi indica che entrambi hanno paura di iniziare a menarsi.

Un combattente esperto mai e ti ripeto mai si lascia avvicinare a una distanza che può essere colpito, mantieni una distanza adeguata dove si può facilmente schivare un attacco fisico, un metro è una distanza standard, anche se molto dipende dalle dimensioni di ogni persona.

Stai almeno a un metro e mezzo e a meno di un metro colpisci senza pensare.

Il mantenimento della distanza è un aspetto cruciale nella gestione delle situazioni potenzialmente pericolose. Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo punto:

  1. Distanza di sicurezza: Mantenere una distanza di sicurezza adeguata tra te e il tuo aggressore è una tattica difensiva importante. Questo ti dà il tempo e lo spazio per reagire in caso di attacco.
  2. Distanza personale: La “distanza personale” varia da persona a persona e da cultura a cultura. Alcune persone potrebbero sentirsi a disagio se qualcuno si avvicina troppo, mentre altre potrebbero avere una distanza personale più ampia. È importante rispettare la zona di comfort degli altri, ma allo stesso tempo essere pronti a mantenere una distanza adeguata in situazioni potenzialmente pericolose.
  3. L’arte della comunicazione non verbale: La tua postura e il tuo linguaggio del corpo possono anche influenzare la percezione degli altri sulla tua intenzione di mantenere la distanza. Evita di invadere lo spazio personale degli altri in modo provocatorio e mantieni una postura sicura.
  4. Reagisci in base alla minaccia: Se l’aggressore si avvicina troppo e rappresenta una minaccia immediata per la tua sicurezza, potresti essere costretto a difenderti. Tuttavia, è importante cercare di evitare il conflitto quando possibile e cercare vie di fuga sicure.
  5. Conoscenza delle tecniche di autodifesa: Se ritieni necessario difenderti, avere una conoscenza di base delle tecniche di autodifesa può essere utile. Queste tecniche possono aiutarti a neutralizzare una minaccia senza infliggere danni eccessivi.

In generale, mantenere la distanza è una strategia difensiva efficace che può darti il tempo e lo spazio necessari per valutare la situazione e prendere decisioni informate.

Tuttavia, è importante considerare ogni situazione in modo unico e cercare di risolverla pacificamente quando possibile. La tua sicurezza personale è la priorità principale.

 

8 – Se ci sono più aggressori

Aggressioni

Visualizza sempre sulla frase riferita ai leader che dice “tagliare la testa e il corpo cadrà”.

Questa è una frase molto comune tra gli uomini di potere, e dopo anni di esperienza ti dico che è assolutamente certo, quando la testa di qualsiasi società manca tutto comincia a crollare, le cricche o le bande che stanno dietro al leader per l’attacco sono solo codardi che hanno bisogno di essere protetti.

Fatta tale premessa sapere che tutti hanno paura al mondo, ancora di più quando i gruppi vanno insieme e regolarmente o sempre che dipendono da un leader che è quella che dà loro valore o fa paura.

Se fermi il leader gli altri si ritireranno immediatamente perché perdono il loro riferimento e non hanno nessuno che che li fa sentire invincibili, vedendo il loro capo cadere saranno sfiduciati, impauriti e saranno facile preda.

Però non ti voglio illudere perché se è un leader ha anche delle capacità, quindi non è semplice ma è l’unica possibilità che hai.

La strategia di “tagliare la testa e il corpo cadrà” è una tattica che può essere utilizzata per disgregare un gruppo di aggressori. Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo punto:

  1. Identificazione del leader: In una situazione con più aggressori, identificare il leader o il principale istigatore può essere una sfida. Spesso, il leader non è necessariamente la persona più grande o fisicamente più forte, ma quella che detiene l’autorità o esercita il controllo sugli altri.
  2. Evitare la provocazione: Mentre è importante neutralizzare il leader se possibile, è altrettanto importante evitare di provocare ulteriori aggressioni. Cerca di prendere misure preventive e diplomatiche per allontanare il leader dalla situazione senza innescare una reazione violenta da parte degli altri.
  3. Sorveglianza dell’ambiente circostante: Mantieni consapevolezza dell’ambiente circostante e cerca opportunità per allontanarti o chiedere aiuto se necessario. La fuga è spesso la migliore opzione quando affronti più aggressori.
  4. Chiamata alle autorità: Se sei in una situazione pericolosa con più aggressori e non riesci a ragionare con il leader o a fuggire, cerca di chiamare immediatamente le autorità o chiedere aiuto da testimoni nelle vicinanze.
  5. Capacità di autodifesa: Se sei addestrato in tecniche di autodifesa, potresti essere in grado di utilizzarle per neutralizzare il leader e quindi scoraggiare gli altri aggressori. Tuttavia, questo dovrebbe essere fatto solo come ultima risorsa e in modo proporzionato alla minaccia.
  6. Testimoni e prove: Se riesci a far cessare l’aggressione e a far fuggire gli aggressori, cerca di ottenere testimonianze e prove video o fotografiche dell’incidente per scopi legali.

La strategia di affrontare il leader in una situazione con più aggressori può essere una tattica efficace, ma è importante farlo in modo responsabile e cercare sempre vie pacifiche per risolvere il conflitto quando possibile.

La sicurezza personale è la priorità principale, e cercare di evitare il conflitto è spesso la scelta più saggia.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

9 – Se l’attacco è imminente colpisci per primo e con precisione

Se sei accompagnato da qualcuno che devi proteggere o se ce ne sono diversi e ci si rende conto che l’aggressione è reale attraverso le parole o movimenti e sono di fronte a te, individua il più forte se non è solo, il capo branco, o preferibilmente il più forte e attacca senza pietà perchè se atterri lui farà diminuire la sicurezza degli altri.

Non aspettare, quelli che aspettano finiscono sempre picchiati o uccisi.

Attacca per primo!!!

Se ritieni che l’aggressione sia imminente e che la tua unica opzione sia difenderti, ecco alcune considerazioni:

  1. Valutazione dell’immediata minaccia: Prima di agire, cerca di valutare attentamente la situazione per determinare se l’aggressione è davvero imminente e se non ci sono alternative alla difesa. Se hai un modo per allontanarti in sicurezza o cercare aiuto, dovresti sempre prendere in considerazione queste opzioni prima di passare all’azione.
  2. Utilizzo proporzionato della forza: Se devi difenderti o proteggere qualcun altro, cerca di utilizzare una forza proporzionata alla minaccia. L’obiettivo dovrebbe essere quello di neutralizzare la minaccia senza infliggere danni eccessivi.
  3. Mantenere la calma: Nonostante l’urgenza della situazione, cerca di mantenere la calma e concentrarti su obiettivi chiari. L’azione impulsiva può portare a risultati indesiderati.
  4. Richiedi aiuto: Se sei in grado di farlo, cerca di chiamare immediatamente le autorità o chiedere aiuto a testimoni nelle vicinanze.
  5. Difendere se stessi o altri: Se devi difenderti o proteggere qualcun altro, cerca di farlo in modo sicuro e responsabile. Utilizza tecniche di autodifesa solo se sei addestrato a farlo in modo efficace e senza rischi aggiuntivi.
  6. Consapevolezza legale: Tieni presente che l’autodifesa deve essere in linea con le leggi locali. Utilizzare la forza eccessiva o provocare lesioni gravi potrebbe comportare conseguenze legali.
  7. Testimoni e prove: Se possibile, cerca di ottenere testimonianze e raccolta di prove video o fotografiche dell’incidente per scopi legali.
  8. Termina la minaccia: Una volta che la minaccia è stata neutralizzata o è diminuita, cerca di allontanarti dalla situazione il più rapidamente possibile per garantire la tua sicurezza continua.

In ogni situazione di autodifesa, la tua sicurezza personale è la priorità principale. Agire in modo responsabile, proporzionato e in conformità con le leggi locali è fondamentale per proteggere te stesso o altri.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

10 – Per qualsiasi motivo, non cercare mai di combattere andando a terra, e tanto meno di tornare a terra se ci finisci.

Su questo io sono di parte perché sono un fanatico del Jiu Jitsu però sono consapevole delle modifiche che sono necessarie per un utilizzo in un contesto non sportivo dove non ci sono regole.

Ora con l’esplosione della pubblicità di due decenni di Jiu Jitsu sono nate generazioni di pensiero dove è il sistema “più efficace” per la strada e dato per scontato che la lotta deve essere a terra.

Non è così.

Per usare il Brazilian Jiu Jitsu a terra devi fare molte modifiche ma il vantaggio della lotta a terra come il BJJ è nel tipo di allenamento che è fatto spesso in un contesto non cooperante e quindi le tecniche che impari le sai applicare realmente.

La lotta poi è un vero equalizzatore nel combattimento.

Purtroppo spesso si realizza dopo la prima rissa che devi essere funzionale al contesto, se si è in competizione o un combattimento con delle regole la lotta è eccellente e ha anche m una certa efficacia in strada, ma devi essere consapevole che la devi adattare.

Considera quindi che non deve essere una regola usare la lotta in un combattimento da strada ma devi usarla quando necessario perché non ci sono regole che impediscono di metterti le dita negli occhi o mordere, prenderti le dita oppure estrarre dalla tasca un coltello mentre lo tieni in guardia.

Poi considera la possibilità che ci sono diversi aggressori quindi non basta un sistema di lotta man insieme di conoscenze in piedi e a terra ma la lotta è fondamentale perché è facile che finisci a terra e devi sapere cosa fare.

La strada non ha onore e se si desidera salvare la tua pelle devi essere funzionale e saperti adattare alle situazioni certo che se sei una Black Belt in Brazilian Jiu Jutsu contro uno che non ha esperienza di lotta non ti servono molti secondi per metterlo fuori combattimento.

La lotta a terra, come il Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ), può essere altamente efficace, ma deve essere adattata al contesto e alle situazioni senza regole. Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo argomento:

  1. Adattamento al contesto: È fondamentale adattare le tecniche di lotta a terra, come quelle apprese nel BJJ, al contesto della strada. Ciò può comportare la necessità di utilizzare movimenti diversi o considerare fattori come la presenza di oggetti o terreno irregolare.
  2. Prevenzione: L’obiettivo principale dovrebbe essere quello di evitare situazioni di combattimento per quanto possibile. La lotta dovrebbe essere un ultimo ricorso quando non ci sono altre opzioni di fuga o negoziazione.
  3. Consapevolezza: La consapevolezza dell’ambiente circostante è essenziale. Quando sei a terra, sei vulnerabile a potenziali pericoli come attacchi da parte di altri aggressori o oggetti utilizzati contro di te.
  4. Lotta contro più aggressori: Affrontare più aggressori è estremamente pericoloso e difficoltoso. La lotta a terra può essere efficace contro un singolo aggressore, ma diventa molto più complessa quando ci sono più persone coinvolte. In queste situazioni, la fuga dovrebbe essere la priorità.
  5. Riconoscimento della minaccia: Come hai sottolineato, è importante riconoscere quando è necessario utilizzare la lotta a terra. La tua sicurezza personale è la massima priorità, quindi se l’uso della forza è necessario per proteggerti o proteggere qualcun altro, fallo in modo proporzionato alla minaccia.
  6. Leggi locali: Ricorda che l’uso della forza deve essere in linea con le leggi locali. Utilizzare la lotta o tecniche di autodifesa in modo eccessivo o illegale può comportare conseguenze legali.

La lotta a terra può essere una skill preziosa in situazioni di autodifesa, ma deve essere adattata con cura al contesto e alle circostanze specifiche.

La tua sicurezza e la tua capacità di adattarti alle situazioni rimangono fondamentali in qualsiasi situazione di autodifesa.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

11 – Le tue principali armi sono il tuo atteggiamento e il tuo look

Le mani, la posizione del corpo, la tranquillità, il tono di voce e la tua velocità di mano è ciò che ti salva la vita, imparare a calciare o a lottare sono anche grandi vantaggi e abilità, ma non è possibile evitare di sviluppare l’abilità di colpire con le mani.

Il 99% dei combattimenti inizia e terminare con dei colpi, quindi devi imparare a usare bene le tue mani.

Ecco alcune considerazioni aggiuntive sull’argomento:

  1. Atteggiamento: Il tuo atteggiamento e la tua sicurezza personale possono influenzare notevolmente il risultato di una situazione di autodifesa. Mantenere la calma, la determinazione e la fiducia può aiutarti a dissuadere potenziali aggressori.
  2. Comunicazione non verbale: Come hai sottolineato, la comunicazione non verbale, come la posizione del corpo, il tono di voce e il linguaggio del corpo, può trasmettere un messaggio importante. Mantenere una postura sicura e sicura può suggerire che non sei una facile preda.
  3. Capacità di colpire con le mani: Le capacità di autodifesa, come imparare a colpire con le mani, possono essere preziose in situazioni di emergenza. Queste abilità dovrebbero essere acquisite e praticate in modo responsabile e proporzionato alla minaccia.
  4. Evitare situazioni di combattimento: La migliore strategia di autodifesa è quella di evitare situazioni di combattimento quando possibile. La prevenzione e la consapevolezza dell’ambiente circostante possono aiutarti a evitare di finire in situazioni pericolose.
  5. Richiedere aiuto: Se ritieni di essere in una situazione pericolosa, cerca immediatamente aiuto da persone nelle vicinanze o chiamando le autorità.
  6. Leggi locali: Ricorda che l’uso della forza deve essere in linea con le leggi locali. Anche quando si utilizzano le mani per la difesa personale, è importante agire in modo responsabile e rispettare le leggi.

L’atteggiamento, la comunicazione non verbale e le abilità di autodifesa possono essere risorse preziose per la tua sicurezza personale ma evitare situazioni pericolose e cercare di risolvere i conflitti in modo pacifico dovrebbero essere le priorità principali. La tua sicurezza è essenziale.

 

12 – Non permettere mai di farti circondare e prendere la tua schiena

Tu in una lotta contro diversi aggressori devi stare sempre davanti, se iniziano a mettersi sul tuo fianco facilmente li troverai alle tue spalle e così verrai attaccato alle spalle e da davanti.

Devi sempre tenere in linea i tuoi aggressori e per questo ti devi muovere molto, devi fare allenamento di training per allenare la tua resistenza e capacità atletica e degli esercizi all’inizio con due compagni di allenamento, poi con tre, e poi con 4.

Scoprirai che anche per loro se non hanno una strategia sarà difficile.

Ricordati che il contatto visivo è fondamentale per la tua azione di attacco e difensiva e se non puoi vedere non puoi difenderti.

Non è come nei film che vedi alle spalle e non esistono le formule magiche che ti ingannano facendoti crede di poter combattere con gli occhi bendati, cerca di essere realista e imparare a metterti nella posizione in cui puoi difenderti o di trovare un passaggio per fare una fuga.

Se puoi scappa, oppure mettiti sul tetto di una macchina, in una posizione più alta.

Ecco alcune ulteriori considerazioni su questo tema:

  1. Posizionamento tattico: Mantenere una posizione tattica adeguata è essenziale per evitare di essere circondato dagli aggressori. Cerca di mantenere una posizione in cui puoi vedere chi ti circonda e dove è difficile per loro accerchiarti.
  2. Movimento: Come hai suggerito, il movimento è fondamentale per evitare di farti circondare. Mantieniti in movimento, cambiando direzione e posizione per confondere gli aggressori e mantenere il controllo della situazione.
  3. Allenamento specifico: L’allenamento specifico per affrontare situazioni con più aggressori può essere estremamente utile. Praticare con compagni di allenamento può aiutarti a sviluppare le tue abilità di gestione delle situazioni di combattimento multipli.
  4. Consapevolezza dell’ambiente: Presta attenzione all’ambiente circostante e cerca di identificare possibili vie di fuga o posizioni tattiche vantaggiose.
  5. Fuga come opzione: Quando possibile, la fuga dovrebbe essere la priorità. Non c’è nulla di sbagliato nell’evitare il conflitto quando si può farlo in sicurezza.
  6. Comunicazione e chiamata alle autorità: Se ti trovi in una situazione pericolosa, cerca di comunicare con persone nelle vicinanze o chiama immediatamente le autorità per chiedere aiuto.
  7. Leggi locali: Ricorda che l’uso della forza deve essere in linea con le leggi locali. Agire in modo responsabile e in conformità con la legge è fondamentale per la tua sicurezza legale.

In generale, la prevenzione e la consapevolezza dell’ambiente circostante sono fondamentali per evitare di finire in situazioni di combattimento pericolose con più aggressori.

La tua sicurezza personale è la priorità principale, e cercare di evitare il conflitto quando possibile è spesso la scelta più sagge.

 

13 – Non tentare mai di metterti in mostra, devi essere nel giusto, diretto e efficace

La reazione più comune quando sei giovane e stupido è cercare di dimostrare come sei macho, esponendoti stupidamente a pericoli che non possono essere risolti, accettando sfide con persone sconosciute o fisicamente più forti di te, non fare queste cazzate.

Sai che figura ridicola con la tua ragazza o un amico o degli amici che ti causerà perdite dolorose e l’imbarazzo di essere stato ridicolizzato lasciando una cicatrice sull’anima che non potrà mai essere cancellata, non esporti per volerti mettersi in mostra o dimostrare qualcosa che non sei. Agisci solo nel giusto.

Inoltre per fare diciamo così “il tamarro” devi essere davvero consapevole delle tue capacità, perché della tua fiducia contro un esperto o un picchiatore da strada sai dove te la puoi mettere? Te lo devo spiegare?.

Per avere questa consapevolezza devi sapere cosa fare e avere fatto molte ma molte sessioni di sparring non cooperante per comprendere le dinamiche di un combattimento e nonostante questo non basta perchè la strada ha delle dinamiche e imprevedibilità che non ci sono in un contesto con regole/protezioni/arbitro.

Il combattimento è il caos e devi saperti muovere nel caos.

Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo tema:

  1. Maturità e autoconsapevolezza: È fondamentale avere la maturità e l’autoconsapevolezza per evitare di mettersi in mostra o cercare di dimostrare una mascolinità eccessiva. Comprendere le proprie limitazioni e riconoscere quando è meglio evitare situazioni di conflitto è un segno di intelligenza e saggezza.
  2. Conflitti evitabili: Molte situazioni di conflitto possono essere evitate semplicemente scegliendo di non parteciparvi. Evita di accettare sfide inutili o provocazioni da parte di estranei che non hanno alcun significato.
  3. Consapevolezza delle proprie capacità: Capire le proprie abilità e limitazioni è essenziale per agire in modo responsabile. Non cercare mai di confrontarti con persone fisicamente più forti o esperte senza una buona ragione.
  4. Allenamento adeguato: Se desideri sviluppare abilità di autodifesa, cerca formazione da istruttori qualificati e partecipa a sessioni di allenamento che ti aiutino a comprendere le dinamiche di un combattimento. Tuttavia, l’allenamento dovrebbe essere focalizzato sulla tua sicurezza e la tua capacità di evitare situazioni pericolose.
  5. Il caos della strada: Come hai sottolineato, la strada può essere imprevedibile e caotica. La tua capacità di adattarti a situazioni impreviste e prendere decisioni rapide è fondamentale per la tua sicurezza personale.
  6. Priorità: La tua sicurezza personale dovrebbe essere la tua massima priorità in ogni situazione. L’evitare situazioni pericolose e cercare di risolvere i conflitti in modo pacifico sono spesso le scelte più sagge.

La maturità, l’autoconsapevolezza e la saggezza sono fondamentali per evitare situazioni di conflitto inutili e per garantire la tua sicurezza personale.

La prevenzione e l’evitare il conflitto quando possibile dovrebbero essere sempre le tue priorità.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

14 – Mai discutere, è un modo per dimostrare di avere paura

Come i cani anche gli uomini cercano sempre di mostrare più di ciò che sono, i cani abbaiano in modo aggressivo perché hanno paura, la paura spinge il coraggio ed essere aggressivo, come gli uomini che iniziano a imprecare, gridare, solo che se conosci le dinamiche questo dimostra che hanno paura.

Non gridare o alzare la voce, tanto meno parlare minacciando, se hai intenzione di dire qualcosa parla come un leone, forte e serio, non come un uccellino, con la voce acuta.

Invece di discutere devi fare solo sguardi per vedere dove colpire, quando l’aggressione è imminente, non parlare ma agisci.

Attenzione!!!

Non prendere tutto alla lettera e cominciare ad attaccare senza un motivo sufficiente.

Ecco alcune ulteriori considerazioni su questo tema:

  1. Comunicazione assertiva: La comunicazione assertiva è una skill preziosa in situazioni di conflitto. Significa esprimere le proprie opinioni, desideri o bisogni in modo chiaro e rispettoso, senza aggressività né passività. Questo tipo di comunicazione può aiutare a risolvere i conflitti in modo pacifico e costruttivo.
  2. Evita provocazioni: Evita di provocare o insultare gli altri, anche se provocato. Rispondere in modo aggressivo alle provocazioni può alimentare il conflitto e portare a situazioni pericolose.
  3. Riconoscimento della minaccia: Come hai sottolineato, è importante riconoscere quando un conflitto potrebbe diventare fisico o pericoloso. In queste situazioni, l’azione preventiva o la fuga possono essere opzioni migliori rispetto alla discussione.
  4. Mantenimento della calma: Mantenere la calma è essenziale per prendere decisioni razionali e cercare di risolvere i conflitti in modo pacifico. La rabbia o la paura possono influenzare negativamente la tua capacità di prendere decisioni sagge.
  5. Richiesta di aiuto: Se ritieni che la situazione possa sfuggire al controllo, cerca aiuto da persone nelle vicinanze o chiama le autorità. La sicurezza personale dovrebbe essere la tua priorità.

La comunicazione assertiva e la capacità di mantenere la calma possono aiutarti a gestire meglio situazioni di conflitto ma evitare provocazioni inutili e riconoscere quando la situazione diventa pericolosa è fondamentale per la tua sicurezza personale.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

15 – Se sei con qualcuno chiedigli di allontanarsi  dalla zona di pericolo

Come regola cercare di fermare la lotta è pericoloso e può generare ancora più pericolo per te perché spesso capita che la persona a te cara tiene te.

Tutti tra i loro amici hanno il sognatore che è contro la violenza, come se con la sua buona volontà può eliminare i delinquenti a piede libero e i detenuti nel nostro paese, ma è necessario fare capire a queste persone che in questo mondo o città in cui viviamo se non si vuole essere una pecora al pascolo con i lupi che girano hai bisogno di imparare a difenderti.

Questo sognatori causano più danni che credi durante uno scontro per strada perché non solo devi combattere l’avversario, ma anche contro un amico o la fidanzata che non lasciano combattere. In più si espongono a pericolo.

Essere “contro la violenza” non ti salverà da essere derubati, picchiati o uccisi, l’unica cosa che ti salva è quello di imparare ad essere vigili e a difendersi.

Ecco alcune ulteriori considerazioni su questo tema:

  1. Richiesta di allontanamento: Se ti trovi in una situazione potenzialmente pericolosa e sei con qualcuno, è saggio chiedere a quella persona di allontanarsi dalla zona di pericolo. Questo può contribuire a mantenere al sicuro entrambi e ridurre il rischio di coinvolgimento in una situazione di conflitto.
  2. Educazione sulla sicurezza personale: È importante educare gli amici e le persone care sull’importanza della sicurezza personale e sulla necessità di evitare situazioni rischiose. La consapevolezza delle potenziali minacce può aiutare a prevenire situazioni pericolose.
  3. Sensibilizzazione sulle false percezioni: Come hai sottolineato, alcune persone possono avere percezioni errate sulla violenza e sulle situazioni di conflitto. È importante comunicare in modo chiaro che la volontà di evitare la violenza non è sufficiente per garantire la propria sicurezza e che è importante essere preparati per difendersi quando necessario.
  4. Prevenzione: La prevenzione delle situazioni pericolose è sempre la scelta migliore. La consapevolezza dell’ambiente circostante, l’evitare luoghi potenzialmente rischiosi e l’uso del buon senso possono aiutare a prevenire molte situazioni di conflitto.

La tua sicurezza personale dovrebbe essere la tua priorità principale.

Educare se stessi e gli altri sull’importanza della sicurezza personale e delle scelte responsabili può contribuire a evitare situazioni pericolose e a proteggere te stesso e le persone care.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

16 – Appena puoi sbarazzarsi dell’aggressore

Una volta che si riesce emotivamente o fisicamente lo scontro con l’aggressore cerca tutti i modi per ridurre le sue azioni, non lasciare che recupera o che riparta, se puoi allontanati subito da quel luogo, è meglio stare alla larga, rimanere li a guardare o provocare con superbia con dimostrazione di ego e di insicurezza, non vantarti, basta fare quello che dovevi fare e stai lontano.

CORRI, SCAPPA, VAI VIA!!!

La fuga è spesso la migliore opzione quando si è in una situazione pericolosa. Ecco alcune considerazioni aggiuntive sulla fuga come strategia di autodifesa:

  1. Priorità alla sicurezza: La tua sicurezza personale dovrebbe essere sempre la priorità principale. Non c’è niente di sbagliato nella fuga quando ci si trova in una situazione di pericolo.
  2. Evitare ulteriori conflitti: Allontanarsi dalla situazione può aiutare a evitare ulteriori conflitti o escalation della violenza. Lasciare che le autorità competenti gestiscano la situazione è spesso la scelta più saggia.
  3. Chiamata alle autorità: Se ti trovi in una situazione di pericolo, cerca di chiamare immediatamente le autorità per chiedere aiuto. Comunicare la situazione alle forze dell’ordine può contribuire a risolvere il problema e a garantire la tua sicurezza.
  4. Non provocare: Come hai sottolineato, non c’è bisogno di vantarsi o provocare l’aggressore una volta allontanatisi dalla situazione. Mantieni la calma, allontanati e cerca un luogo sicuro.

Cercare di evitare il conflitto quando possibile e fuggire da situazioni pericolose è spesso la scelta migliore per la tua sicurezza personale.

La prevenzione e l’evitare situazioni rischiose dovrebbero essere le tue priorità.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

17 – Una volta che sei partito a picchiare vai fino alla fine, non avere compassione

In questi casi “Chi perdona perde”. Un’altra espressione da strada che però è in questo contesto vera.

Ora non devi abusare se sei superiore al tuo aggressore o infierire ma neanche avere troppa misericordia, perché oltre a dare la possibilità di riprendersi al tuo aggressore, è un segno di debolezza e il branco intorno se non è solo o delle persone anche estranee che possono improvvisamente mettersi in mezzo per mangiare te che ti vedono debole perché non hai finito o addirittura colpire il tuo aggressore mezzo moribondo a terra.

Lo so è un comportamento strano ma che accade.

Quante volte vedi due che si picchiano e di colpo si mette in mezzo un altro che non c’entra niente, queste sono reazioni ancestrali, istintive legate al branco, o reazioni alla visione di una violenza.

Spesso queste persone fanno azioni senza coraggio, senza pietà, senza nessuno ferito, ma tirano un colpo per dire che c’ero anche io, mettendosi in mezzo a qualcosa di cui sono estranei.

Ci sono molti video di persone che non c’entrano al conflitto ma che si avvicinano magari mentre i due sono a terra e piazzano un calcio.

Le tue azioni devo essere violente, andare alla fine, così nessuno si avvicinerà per fare azione codarde.

Lo so che sembra strano ma devi fare tu il lavoro.

Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo tema:

  1. Evitare escalation: Evitare di intensificare la violenza è sempre una scelta saggia. Se hai già respinto l’aggressore o neutralizzato la minaccia, cercare di allontanarti dalla situazione senza infliggere ulteriori danni può essere la decisione migliore.
  2. Chiamata alle autorità: Se sei coinvolto in una situazione violenta, cerca di chiamare immediatamente le autorità o cercare aiuto da testimoni nelle vicinanze. Questo può contribuire a fermare il conflitto in modo sicuro e garantire che le autorità competenti intervengano.
  3. Responsabilità legale: L’uso eccessivo della forza può avere conseguenze legali gravi. Se superi la legittima difesa e infliggi danni gravi o ferisci gravemente qualcuno, potresti affrontare accuse penali. È importante agire in modo responsabile e nel rispetto delle leggi locali.
  4. Sensibilizzazione alle conseguenze: Come hai sottolineato, è importante essere consapevoli delle possibili reazioni delle persone circostanti o di estranei in una situazione di conflitto. La violenza può attirare l’attenzione e portare a reazioni imprevedibili da parte di altre persone.

La sicurezza personale dovrebbe essere la priorità principale e l’uso della forza dovrebbe essere limitato al necessario per proteggere te stesso o gli altri da una minaccia imminente.

È importante essere responsabili e sensibili alle conseguenze delle proprie azioni.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

18 – La tua velocità di reazione e il fattore sorpresa sono la tua migliore risposta

La velocità di reazione e l’effetto sorpresa sono sempre il più importante elemento salva-vita per questo tipo di aggressioni.

È necessario avere i muscoli allenati e ottimi riflessi, soprattutto perché se puoi colpisci e corri via, quindi allenati nella corsa perché la corsa può essere la tua migliore arma contro la violenza e ti salverà la vita.

Arti marziali e pugilato o la lotta sono fondamentali per questo ma anche altri sport come il nuoto e il basket, lo sport in generale che richiedono coordinazione e esplosività rapida e avere resistenza per correre via.

Usa l’effetto sorpresa sempre come tuo alleato, sia per colpire che per fuggire.

Una cosa importante se puoi farlo, studia con un vero maestro il comportamento umano per apprendere quali sono gli atteggiamenti, le parole o le azioni che causano il blocco delle azioni, paralizzandoti, e quali sono i segnali di escalation della violenza e come puoi invece abbassare questa situazione evitando se puoi lo scontro.

La preparazione fisica, l’allenamento nelle arti marziali o in altri sport che sviluppano riflessi, coordinazione e velocità possono migliorare notevolmente la tua capacità di rispondere in modo efficace in situazioni di pericolo. Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo tema:

  1. Preparazione fisica: Mantenere una buona forma fisica è fondamentale per essere pronti a reagire in situazioni di pericolo. L’allenamento regolare può migliorare la forza, la resistenza e la velocità, contribuendo a una migliore capacità di reazione.
  2. Allenamento in arti marziali o autodifesa: Imparare tecniche di autodifesa e praticarle regolarmente può aumentare la tua fiducia nelle tue capacità di difesa personale. Tuttavia, è importante ricordare che l’obiettivo principale dovrebbe essere quello di evitare situazioni di pericolo quando possibile.
  3. Studia il comportamento umano: Come hai menzionato, comprendere il comportamento umano e riconoscere i segnali di escalation della violenza può aiutarti a prevenire situazioni pericolose. L’educazione sulla sicurezza personale dovrebbe includere l’analisi delle situazioni e la capacità di valutare i potenziali rischi.
  4. Comunicazione non verbale: La tua espressione facciale, il tuo linguaggio del corpo e il tuo atteggiamento possono trasmettere un messaggio di sicurezza e determinazione. Mantenere un comportamento assertivo e fiducioso può scoraggiare potenziali aggressori.

La preparazione fisica, la conoscenza delle tecniche di autodifesa e la capacità di comprendere il comportamento umano possono contribuire alla tua sicurezza personale ma l’obiettivo principale dovrebbe essere sempre quello di evitare situazioni di pericolo quando possibile e di cercare aiuto in caso di necessità.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

19 – Le tue mani sono le armi più rapide ed efficaci, è necessario una corretta formazione per imparare a usarle efficacemente

Qui c’è poco da dire, il pugilato è l’ideale, ma può anche andare bene la Muay Thai, il problema è trovare un buon maestro, visto che c’è un 90% dei ciarlatani e un 10% di veri maestri/insegnanti in grado di darti una formazione tale da funzionare in un contesto non cooperante.

Informati su chi ti insegnerà e scopri se è onesto e ha metodi di allenamento studiati, sarà la tua migliore garanzia per essere ben addestrato e non sprecare il tuo tempo.

Ps. Risparmiare 10 euro non è una buona scelta.

Se vuoi qualche consiglio scrivimi.

La formazione nelle arti marziali o nell’autodifesa può essere estremamente utile per sviluppare le abilità necessarie per proteggersi in situazioni di pericolo. Tuttavia, come hai sottolineato, è essenziale trovare un maestro o un istruttore affidabile e competente. Ecco alcune considerazioni aggiuntive:

  1. Ricerca: Effettuare una ricerca approfondita prima di scegliere un maestro o un’aula di formazione è fondamentale. Chiedi raccomandazioni, leggi recensioni e cerca feedback da parte di altre persone che hanno frequentato il corso.
  2. Visita il luogo di allenamento: Prima di impegnarti, visita il luogo in cui avverrà la formazione. Valuta l’attrezzatura, l’organizzazione, la pulizia e l’atmosfera generale dell’aula.
  3. Parla con l’istruttore: Fai domande all’istruttore sulla sua esperienza, il suo approccio all’insegnamento e i risultati che i suoi studenti hanno ottenuto. Un istruttore competente dovrebbe essere disposto a condividere queste informazioni.
  4. Valuta l’obiettivo: Prima di iniziare la formazione, definisci chiaramente gli obiettivi che desideri raggiungere. Vuoi imparare a difenderti, diventare più sicuro di te o partecipare a competizioni? Questo influenzerà la scelta dell’arte marziale o dell’aula di formazione più adatta.
  5. Comprendi la formazione: Chiedi dettagli sulla struttura e il contenuto del corso. Una formazione efficace dovrebbe includere non solo le tecniche di combattimento, ma anche l’allenamento fisico, la preparazione mentale e l’educazione sulla sicurezza personale.
  6. Preparazione mentale: Ricorda che la preparazione mentale è tanto importante quanto quella fisica. Impara a mantenere la calma sotto pressione e a prendere decisioni sagge in situazioni di pericolo.

Scegliere l’istruzione corretta è cruciale per sviluppare abilità di autodifesa efficaci.

Investire tempo ed energie nella ricerca di un buon maestro o istruttore può fare la differenza nella tua preparazione per situazioni di emergenza.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

20 – Allenati seriamente a non essere una vittima e preparati, ma spera che mai accada dal vivo

Non perdere tempo nella formazione al combattimento da solo o guardando film e video di lotte su YouTube.

Devi allenarti sotto la guida di un buon insegnante, meglio se si dispone di possibilità economiche.

Imparare a difendersi può essere il miglior investimento della tua vita, se ci si allena con un insegnante “di livello” imparare a è qualcosa che serve per salvare la vita ma anche a migliorarla.

ATTENZIONE!!! le uniche parti del corpo in cui un colpo è totalmente efficace anche se le persone sono addestrate/allenate sono i bersagli primari, occhi, gola e genitali, prendere in considerazione prima di tutto di colpire i bersagli primari.

Ecco alcune ulteriori considerazioni sulla preparazione per la sicurezza personale:

  1. Allenamento continuo: La preparazione per la sicurezza personale è un processo continuo. Anche una volta acquisite alcune abilità di base, è importante continuare ad allenarsi e perfezionare le tue competenze.
  2. Evitare situazioni rischiose: L’obiettivo principale dovrebbe essere sempre quello di evitare situazioni pericolose quando possibile. L’autodifesa dovrebbe essere l’ultima risorsa, utilizzata solo quando non ci sono alternative.
  3. Conoscenza delle leggi locali: È fondamentale comprendere le leggi locali sulla legittima difesa e l’uso della forza nelle situazioni di pericolo. Questo ti aiuterà a evitare conseguenze legali indesiderate.
  4. Preparazione mentale: La preparazione mentale è altrettanto importante quanto l’allenamento fisico. Impara a mantenere la calma, prendere decisioni rapide e avere fiducia nelle tue abilità.
  5. Comunicazione: La comunicazione efficace può spesso prevenire situazioni di conflitto. Cerca di evitare confronti inutili e cerca di risolvere i conflitti in modo pacifico quando possibile.
  6. Speranza di non dover usare le tue abilità: Nonostante la preparazione, speriamo sempre di non dover usare le nostre abilità di autodifesa nella vita reale. La sicurezza personale dovrebbe essere un’assicurazione contro situazioni estreme, ma il nostro obiettivo principale dovrebbe essere vivere una vita pacifica e senza violenza.

La preparazione per la sicurezza personale è importante, ma dovrebbe essere vista come un mezzo per evitare situazioni pericolose e non come un’opportunità per cercare conflitti.

La sicurezza personale è un investimento nella tua sicurezza e benessere, ma speriamo sempre di non doverla mai utilizzare.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

21 – Se hai un arma usala!!!

Se hai un coltello, un Bastone telescopico, un Kubotan, un Tirapugni, un Pepper spray, usalo.

L’uso di armi per la difesa personale è una questione molto delicata e può avere conseguenze legali e morali significative. Prima di prendere in considerazione l’uso di un’arma per autodifesa, è essenziale comprendere le leggi locali e nazionali riguardanti il possesso e l’uso di armi. Inoltre, è importante tenere presente alcune considerazioni:

  1. Addestramento: Se scegli di portare un’arma per autodifesa, devi essere adeguatamente addestrato nell’uso sicuro e appropriato di quell’arma. L’uso inappropriato può portare a lesioni accidentali o a situazioni legali complesse.
  2. Responsabilità legale: Anche se agisci in legittima difesa, potresti comunque affrontare conseguenze legali. È fondamentale comprendere le leggi sulla legittima difesa nella tua giurisdizione e cercare di evitare situazioni in cui l’uso di un’arma possa essere considerato eccessivo.
  3. Alternative: Prima di optare per l’uso di un’arma, valuta se ci sono alternative per la tua sicurezza personale. Ad esempio, la prevenzione, l’evitamento di situazioni rischiose e l’autocontrollo possono essere altrettanto efficaci per garantire la tua sicurezza.
  4. Discrezione: L’uso di armi deve essere una decisione presa con grande discrezione e solo quando è chiaramente necessario per proteggere la tua vita o l’incolumità fisica.
  5. Pepper spray e strumenti non letali: Alcuni strumenti non letali come il pepper spray possono essere opzioni più sicure rispetto a armi letali. Tuttavia, è comunque necessario conoscerne l’uso corretto e le leggi locali che regolano il loro utilizzo.

Ricorda che la tua priorità dovrebbe sempre essere quella di cercare di evitare situazioni di conflitto e proteggere te stesso e gli altri in modo sicuro e responsabile.

L’uso di armi dovrebbe essere considerato solo come ultima risorsa in situazioni di emergenza.

Come evitare le aggressioni Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Conclusioni

Il consiglio principale rimane sempre quello di dare priorità alla tua sicurezza personale.

L’obiettivo finale è garantire che tu torni a casa sano e salvo.

Non importa se sembri vigliacco o se hai ragione o torto in una situazione di conflitto.

La fuga dovrebbe essere sempre la prima opzione, quando è possibile farlo senza mettere in pericolo te stesso o gli altri.

Non c’è niente di sbagliato nell’evitare una situazione rischiosa o nel cercare di risolvere un conflitto pacificamente.

Non c’è alcuna necessità di dimostrare il proprio coraggio attraverso l’aggressione o il confronto.

Tuttavia, ci sono circostanze in cui la fuga potrebbe non essere un’opzione, e in questi casi, se la tua sicurezza è seriamente minacciata, è essenziale difenderti con ferocia.

Ma questo dovrebbe sempre essere considerato come un’ultima risorsa.

Non c’è vergogna nel cercare di evitare conflitti o nel cercare vie pacifiche per risolverli.

La tua sicurezza personale è in cima alla lista delle priorità, e dovresti fare tutto il possibile per preservarla.

Si tratta di una serie di suggerimenti e il mio consiglio rimane sempre quello di fuggire quando è possibile perchè lo scopo è quello di portare la pelle a casa, che tu abbia ragione o torto, o che tu faccia una brutta figura passando da vigliacco, solo quando non hai possibilità allora attacca con la massima ferocia.

L’obiettivo principale nella prevenzione delle aggressioni è sempre quello di preservare la tua sicurezza personale e quella degli altri. Ecco alcune linee guida chiave:

  1. Prevenzione è la migliore difesa: Evita situazioni pericolose e usa il buon senso per mantenere la sicurezza personale al primo posto.
  2. Conoscenza delle leggi locali: Comprendi le leggi sulla legittima difesa nella tua area e assicurati di operare all’interno dei limiti legali quando necessario.
  3. Allenamento: L’allenamento fisico e mentale è essenziale. Impara a difenderti sotto la guida di un insegnante qualificato e mantieniti sempre preparato.
  4. Mantieni la calma: In situazioni di conflitto, cerca di mantenere la calma e prendi decisioni ponderate.
  5. Evita il confronto: Evita il confronto verbale o fisico quando possibile e cerca di risolvere i conflitti pacificamente.
  6. Ultimo ricorso: L’uso di armi o la difesa fisica dovrebbero essere considerati solo come ultima risorsa quando non ci sono altre opzioni.
  7. Scappa se puoi: La fuga è spesso la soluzione più sicura. Corri via se hai la possibilità di farlo senza mettere in pericolo te stesso o altri.

Ricorda che la tua sicurezza personale è la priorità principale.

Non lasciare che l’orgoglio o la paura di sembrare vigliacco ti portino a prendere decisioni rischiose.

È sempre meglio tornare a casa sani e salvi.

Self Defence is not a game!

Street Fight Mentality!

Andrea

Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea
RELATED ARTICLES

1 COMMENT

  1. Andrea, i tuoi consigli hanno un valore giusto è fondato. Non c’è modo più più semplice di spiegare gli fenomeni psicofisici in atto nel momento in cui succede il caos. Ho trovato nelle tue lezioni appena spiegate nei tuoi articoli un tesoro. Grazie

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments

Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Angus Balboa on CorBag
Tor Carbone CrossFit on Crossfit per le arti marziali?
Andrea Resta on La ruota per addominali
Felicia Slivka on Kino Mutai
Vilfredo on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Maurizio Vorzitelli on La geografia delle arti marziali
Roberto on Plastic Knuckle
dolore al ginocchio on L’igiene personale nel BJJ
corrado cobianchi on NiteCore Titanium 120 dB
The Who on Karambit
Eliza on Karambit
Giovanni on Karambit
Graciela on Karambit
Thako Jiu Jiutsu on Famosi Kimono per il BJJ
dolore al ginocchio on Pugno al mento
Adrianna on Pugno al mento
Medical center on Pugno al mento
error: Content is protected !!