in

Gli infortuni e le lesioni nelle MMA

Gli infortuni e lesioni più comuni nell’UFC

Gli infortuni nelle MMA

Gli infortuni e le lesioni nelle MMA

Gli infortuni e lesioni più comuni nell’UFC

Il combattimento dentro la gabbia UFC ti espone sempre a rischio di lesioni e lo stesso avviene durante gli allenamenti.

Ma quali sono gli infortuni e le lesioni più comuni per per i fighter?

Le arti marziali miste sono uno sport intrinsecamente pericoloso considerando che l’intenzione è quella di inibire il tuo avversario attraverso colpi, soffocamenti o leve articolari.

Considerando che i fighter dell’UFC saranno esposti a un volume così elevato di traumi quali sono le area con più alto rischio di lesioni?

L’UFC Performance Institute  ha fatto una classifica di tutte le lesioni che i combattenti UFC hanno subito (almeno tutte delle lesioni che sono state segnalate).

Aree con la più alta probabilità di lesioni:

1 – Testa / Viso: 77,8%
2 – Polsi / Mani: 19,5%
3 – Ginocchio: 15,6%
4 – Piedi: 10,7%
5 – Spalle: 9,7%
6 – Parte inferiore della gamba: 5,3%
7 – Gomito: 4,8%

Ps. questa lista include le lesioni subite durante un combattimento e in allenamento.

Le tecniche di colpi hanno il più alto rischio di infortunio: il 36,5% di tutte le lesioni sono collegate a colpi (allenamento + combattenti) e il 64,9% degli infortuni durante un combattimento è legato al colpo.

Anderson Silva infortunio Tibia MMAL’incredibile infortunio di Anderson Silva contro Weidman che su un low Kick parato internamente di ginocchio dall’atleta americano “si procura” la frattura netta di tibia e perone.

La lotta

Per quanto riguarda il grappling e le fasi di lotta, quando un infortunio accade da takedown e grappling tendono ad essere i più gravi.

Solitamente quando si è già a terra gli infortuni si riducono notevolmente a parte rari casi dove l’atleta sottoposto alla leva si rifiuta di battere e di fare TapOut come nel caso di Minotauro Nogeira con Frank Mir oppure si lascia svenire piuttosto che battere a volte cercando fino all’ultimo una uscita.

Le lesioni derivanti da una takedown in media richiedono 112 giorni per recuperare le ferite risultanti dall’infortunio rispetto a una media di infortuni legati al grappling di 129 giorni per recuperare totalmente.

Il viso e la testa

Vista l’alta percentuale voglio fare un dettaglio sull’area più colpita.

L’area con la più alta probabilità di lesioni: Testa / Faccia. 77,8% di tutti gli infortuni accaduti.

Categoria di lesioni alla testa / viso:

1️ Fratture: 31%
2️ Lacerazione / Abrasione: 28%
3️ Lividi / Ematoma: 22%
4️ Danni organici: 10% (probabile lesione oculare)
5️ Dolore facciale non specificato: 6%
6️ Concussione / lesione cerebrale: 3% *

* Personalmente ritengo che questo sia molto più basso di quanto si immagina, suppongo che questo numero possa rappresentare la sindrome post-concussione (effetti persistenti) invece di una commozione cerebrale acuta. Posso solo segnalare i dati elencati dall’UFCPI.

 

Riferimento: Un’analisi delle prestazioni cross-sectional e proiezione dell’atleta UFC. UFC Performance Institute.

 

Un caso recente

Mentre non è più un atleta dell’UFC e di conseguenza non è nella statistica, un recente esempio di lesione facciale riguarda l’ex veterano dell’UFC, @supersagenorthcutt.

Durante il debutto in @onechampionship Northcutt ha preso un pugno in faccia che ha provocato 8 fratture in varie ossa nella sua faccia.

Questo infortunio ha richiesto 9 ore di operazione.

Nei casi come quelli di Northcutt, le fratture orbitali possono essere molto gravi, in quanto questa lesione può coinvolgere anche il nervo ottico, i nervi che innervano il viso, i seni / i dotti lacrimali ei muscoli che circondano l’occhio.

Se non trattata correttamente una lesione di questa importanza può alterare i suoi movimenti oculari, la sensazione del suo volto e la posizione della sede dell’occhio.

Chiunque ha conosciuto Sage sa che è un fighter molto umile, rispettoso e un vero gentiluomo che abbia una pronta guarigione.

Anderson Silva infortunio Tibia MMA

 

Conclusioni

Mentre per chi guarda il combattimento è eccitante, per gli atleti ci possono essere conseguenze reali.

Gli infortuni e le lesioni nelle MMA non sono degli eventi rari nonostante l’attenzione alla sicurezza degli atleti sia al centro dell’attenzione ma si tratta comunque di combattimento.

Anche se è uno sport, è comunque combattimento, e se le protezioni e i regolamenti si sono evoluti non si tratta comunque di un gioco, i colpi sono veri, le protezioni minime e colpi a piena potenza.

Stay Tuned

Street Fight Mentality & Fight Sport

What do you think?

Written by Andrea

Instructor and enthusiast of Self Defence and Fight Sport.

# Boxing / Muay Thai / Brazilian Jiu Jitsu / Grappling / CSW / MMA / Method & Training.
# Self Defence / FMA / Dirty Boxing / Silat / Jeet Kune Do & Kali / Fencing Knife / Stick Fighting / Weapons / Firearms / Strategy.

Street Fight Mentality & Fight Sport!

State Of Love And Trust!

Other: Engineer / Professional Blogger / Bass Player / Knifemaker

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *