sabato, Maggio 25, 2024
spot_img
spot_img

Random Post This Week

spot_img

Related Posts

I furti di auto

I furti di auto

I furti di auto nella società.

10 modi su come non farti rubare l’auto è un post che voglio fare perchè dopo 5 anni i dati statistici dicono che i furti di auto tornano a crescere (+5%).

I furti di auto sono atti criminali spregevoli che arrecano gravi danni e disagi alle vittime.

Queste azioni non solo privano le persone dei loro mezzi di trasporto, ma possono anche avere ripercussioni finanziarie e emotive durature.

È inaccettabile che individui senza scrupoli cerchino di sottrarre ciò che non è loro, violando la legge e danneggiando la comunità.

La lotta contro i furti di auto dovrebbe essere una priorità, con misure di prevenzione, sicurezza e un’applicazione rigorosa della legge per punire i responsabili.

Dobbiamo tutti lavorare insieme per combattere questa forma di criminalità e preservare la sicurezza delle nostre strade.

Rapina per strada

I numeri, appena annunciati dal Ministero dell’Interno sui furti di auto:

dopo cinque anni di decrescita tornano a salire i furti d’auto in Italia: nel 2018 sono sparite nel nulla 105.239 autoveicoli rispetto ai 99.987 registrati nel 2017, quindi con un’inversione di tendenza preoccupante, del +5,2%.

Non solo: peggiora anche la percentuale di auto rubate ritrovate, ferma ora al 40%, (era il 44% nel 2016 e addirittura il 53% del 2007). Lo scorso anno, infatti, di oltre 64.000 vetture si sono perse le tracce.

I topi di auto stanno tornando in azione sempre più abili e hi-tech, inoltre in estate è il momento più pericoloso perchè le persone sono in vacanza in relax e più distratte.

Il periodo dell’anno con il maggior numero di furti di auto

Ogni periodo ha le sue peculiarità come per esempio i cambi gomme nei periodi estate inverno o inverno estate dove molta gente sostituisce i pneumatici (e non per costruire un sacco da boxe da esterni o un dummy da eskrima) e si ritrova la macchina appoggiata a terra o se è più fortunato sui classici mattoni.

I furti di auto

Per cosa vengono usate le auto rubate

Le auto rubate possono essere utilizzate per vari scopi illegali, a seconda delle intenzioni dei ladri.

Alcuni possibili utilizzi includono:

  1. Rivendita: Le auto rubate possono essere vendute sul mercato nero o smantellate per pezzi di ricambio, in modo da ottenere profitti illeciti.
  2. Commettere altri reati: Le auto rubate possono essere utilizzate per commettere altri reati, come rapine, furti, trasporti di sostanze illegali o come mezzo di fuga dopo aver commesso un crimine.
  3. Trasporto personale: Alcuni ladri possono utilizzare le auto rubate come mezzi di trasporto personali temporanei per spostarsi rapidamente e in modo discreto, evitando di attirare l’attenzione delle forze dell’ordine.
  4. Esibizioni giovanili o vandalismo: In alcuni casi, le auto rubate vengono utilizzate per esibizioni giovanili illegali o per atti vandalici, come danneggiare o distruggere il veicolo.
  5. Vendita di ricambi: Le auto vengono smontate e i pezzi vengono rivenduti al mercato nero o a meccanici e carrozzieri disonesti.
  6. Immatricolazione illegale in altri paesi: Le auto vengono immatricolate illegalmente e portate in altri paesi per essere rivendute.

È importante ricordare che tutti questi utilizzi sono illegali e possono comportare conseguenze legali gravi per coloro che sono coinvolti nel furto o nell’utilizzo di auto rubate.

Ecco la guida per difenderti e proteggerti dal furto di auto:

1 – Non lasciare l’auto accesa e con le chiavi inserite.

Non farlo nemmeno per pochi istanti, ad esempio mentre sei in doppia fila per andare al bancomat, o a comprare le sigarette perchè potrebbero risultare decisivi per il furto.

I “topi” si appostano e colgono l’occasione.

2 – Chiudi sempre totalmente finestrini e tettuccio apribile.

Lo so che fa caldo e quando torni a riprendere l’auto non vuoi che sia un forno ma prima di lasciare l’auto chiudi i finestrini e il tettuccio.

Un pur piccolo spiraglio può rivelarsi un passaggio per i ladri a cui bastano pochi centimetri per aprire varchi, introdursi nell’abitacolo, mettere in moto e scappare, o prendere il contenuto della tua auto.

Per un esperto bastano pochi secondi per fare questa operazione.

3 – Non lasciare l’auto di notte in parcheggi isolati o incustoditi.

In simili casi potrebbe rivelarsi utile l’installazione di alcuni strumenti di geo localizzazione (la funzione di “Geofence”), prevista da alcuni sistemi telematici a bordo della vettura, che attraverso un app ti avvisano se l’auto esce dalla zona a rischio, mentre tu non sei a bordo.

4 – Passa ogni giorno a vedere l’auto che hai lasciato parcheggiata.

Soprattutto nel periodo estivo quando non usi quotidianamente l’auto, verifica ogni giorno che sia parcheggiata nel punto in cui l’hai lasciata.

Denunciare con tempestività l’eventuale furto accresce la possibilità di ritrovare la vettura, soprattutto se questa è dotata di un dispositivo di rilevamento hi-tech.

Secondo le statistiche LoJack dopo 48 ore dal furto le speranze di ritrovarla si riducono drasticamente.

5 – Osserva con attenzione il luogo in cui parcheggi.

Se in terra ci sono cumuli di frammenti di vetro, è sinonimo di zona a rischio furto o vandalismo.

6 – Non parcheggiare sempre nello stesso posto, le abitudini danno modo al ladro di organizzare al meglio il furto.

7 – Attento alle truffe.

Sempre più spesso i ladri utilizzano un escamotage come un finto incidente.

Ad esempio con la tecnica dello specchietto, il lancio di piccole pietre sul fianco dell’auto o ancora un lieve tamponamento, ecc.

Questa azione viene fatta per costringere i guidatori (soprattutto donne e anziani) a fermarsi, scendere dall’auto e sottrargliela.

8 – Quando chiudi l’auto.

Se sei all’autogrill o nel parcheggio del centro commerciale e chiudi la vettura a distanza tramite una smart key, controlla sempre manualmente l’avvenuta chiusura delle portiere.

Un ladro, appostato nelle vicinanze, potrebbe aver disturbato il segnale con un jammer per poi entrare indisturbato nel veicolo e approfittare della tua sosta.

Ho visto fare questo anche negli autogrill.

9 – Proteggi la tua auto con un sistema di antifurto meccanico, ma soprattutto con uno hi-tech.

Il primo può scoraggiare i ladri meno attrezzati, il secondo (se efficace) può rivelarsi prezioso in caso di furto.

Un sistema in radiofrequenza (non schermabile e attivo anche in situazioni critiche, come all’interno di container o nei garage sotterranei) raddoppia la possibilità di recuperare la vettura sottratta.

10 – Proteggi la chiave della tua vettura, custodendola in un “card protector”.

Questo serve per impedire la clonazione o che blocchi la sempre più diffusa modalità di furto hi-tech “relay attack”, con la quale i ladri, utilizzando ripetitori in radiofrequenza, riescono a riprodurre la comunicazione tra l’auto e la sua chiave, anche quando questa è distante.

I furti di auto rappresentano un serio problema sociale e criminale che causa notevoli danni alle vittime e alla società nel suo complesso.

È importante combattere attivamente questa forma di criminalità attraverso misure di prevenzione, applicazione rigorosa della legge e sensibilizzazione pubblica.

La collaborazione tra le forze dell’ordine, le comunità e gli individui è fondamentale per contrastare i furti di auto e proteggere la sicurezza delle nostre strade.

Inoltre, è essenziale che ognuno di noi si impegni a seguire le leggi, ad adottare misure di sicurezza per proteggere i nostri veicoli e a segnalare tempestivamente qualsiasi attività sospetta alle autorità competenti.

Solo attraverso un impegno collettivo possiamo sperare di ridurre l’incidenza dei furti di auto e garantire una comunità più sicura per tutti.

Il furto di auto rimane ancora oggi un mercato che a quando pare si sta espandendo.

Se ne hai la possibilità mettila in un garage o in un parcheggio custodito soprattutto durante le ore notturne.
Molti hotel offrono questo servizio e soprattutto se è una auto molto appetibile il rischio aumenta.

Applica questi consigli e cerca di complicare la vita a questi “topi d’auto”.

Stay Tuned!

Street Fight Mentality

Andrea

Andrea
Andreahttp://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!