Kino Mutai

Kino Mutai Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Kino Mutai, la estrema difesa del kali filippino di mordere, di pizzicare, di strappare

Kina Mutai o Kino Mutai o Ankab Pagkusi è la letale arte marziale filippina di mordere, pizzicare e stracciare!

Considera che sei stato portato a terra da un professionista di lotta di brasilian Jiu-Jitsu, bloccato a terra, in una posizione estremamente vulnerabile!

Come si può sfuggire? La risposta è semplice!

Utilizzando le tecniche di Kino Mutai!

Il Kino Mutai fa parte del patrimonio delle arti marziali filippine e utilizza per mordere più di 100 punti nel corpo umano!

Si racconta che un giorno Bruce Lee mentre praticava wrestling occidentale ed è stata avvicinato da un avversario abile di lotta che gli ha chiesto che cosa farebbe lui se si trovasse effettivamente in questa situazione di svantaggio con un lottatore esperto e più pesante come lui.

Kino Mutai Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Lee rispose immediatamente:

“Beh, ti mordo, naturalmente!!!.”

La teoria o se vogliamo filosofia del JKD essendo un vero sistema di combattimento non sportivo include una mentalità di sopravvivenza e quindi un approccio psicologico dove devi fare o essere disposto a tutto ciò che è necessario per difendere te stesso.

Vi ricordate Mike Tyson con  Evander Holyfield che durante il match con un morso gli ha staccato un pezzo di orecchio?.

Questo episodio per quanto triste è rimasto nella storia del pugilato, ma in una chiave di lettura diversa è stato un episodio interessante.

kino mutai

Una mia personale esperienza di Kino Mutai

Qualche mese fa stavo giocando con la mia compagna che è caraibica cresciuta nei quartieri “brutti” del centro Habana lottando e l’ho bloccata che non poteva muoversi, ma lei mi ha preso il naso con i denti stringendolo “piano” ma ti assicuro che già era un dolore fortissimo e sono stato costretto a lasciarla.

Se lei voleva poteva ancora mordere di più serrando la presa ma considera che anche se non era un morso stretto il dolore era già forte.

Una seconda esperienza durante una lotta no gi dove avevo preso questo ragazzo con un triangolo un pochino sporco aveva la faccia schiacciata dalla mia coscia e lui mi ha morsicato al punto da bucare i miei pantaloncini corti ricavati da un gi, al punto da bucarli, chiaramente l’ho dovuto mollare per il dolore lancinante e gli ho dato uno schiaffo ma nessuno aveva visto cosa era successo se non dopo vedendo il pantaloncino bucato e il segno del morso.

 

No Stop! Mordere senza interruzioni

Il principio fondamentale è di mordere senza interruzioni, questo significa che ti metti in posizione tale che è possibile continuare a mordere, finché vuoi, rendendo impossibile al tuo avversario di fuggire ai tuoi morsi!

Il Kino Mutai ha 12 posizioni e ogni posizione ha 4 varianti!

Può essere utilizzato per infliggere dolore, per sfuggire a un blocco e può essere utilizzato per tagliare le arterie del corpo che possono causare gravi emorragie!!!

Anche pizzicare all’interno del bicipite e la parte interna delle cosce oppure lo sfregamento e la scriccatura/schiacciamento degli occhi con i pollici, sono un modo molto efficace per sfuggire a bloccaggi leve e sicuramente scoraggia e manda fuori equilibrio la psicologia dell’avversario!

Il Kino Mutai è un’arte di close combat usata specialmente nella distanza di prese e di lotta!

Molte persone considerano estremo, brutale e immorale, ma nessuno può non essere d’accordo per la sua efficacia… l’apprendimento del Kino Mutai è sicuramente un arsenale che rende il combattente più completo!

Il praticante di Kino Mutai impara i diversi modi di mordere, le posizioni, le transizioni, il punti del corpo da mordere e utilizza anche un drill di addestramento speciale in cui egli cerca di tagliare un buco nel mezzo di un pezzo grezzo di carne solo con i suoi denti, più veloce che può!!! ….

 

Principi e Tecniche del Kino Mutai:

Il Kino Mutai è un’arte marziale filippina che si basa su principi unici e tecniche insolite, che possono sorprendere coloro che ne sentono parlare per la prima volta. Ecco una descrizione dettagliata dei principi chiave e delle tecniche utilizzate:

1. Mordere Senza Interruzioni: Uno dei principi fondamentali del Kino Mutai è il concetto di “mordere senza interruzioni”. Questo significa che quando un praticante del Kino Mutai morde un avversario, non molla facilmente. Invece, cerca di afferrare e trattenere la presa per infliggere il massimo danno possibile. Questo principio è cruciale per garantire l’efficacia delle tecniche di mordere nel combattimento.

2. Tecniche di Mordere: Le tecniche di mordere nel Kino Mutai sono varie e mirate. I praticanti imparano a mordere in diverse parti del corpo dell’avversario, tenendo conto delle aree più vulnerabili e sensibili. Alcuni esempi di tecniche di mordere includono il morso alle braccia, alle gambe, alle orecchie e persino al viso. Queste tecniche sono studiate in modo da massimizzare il dolore e il disagio dell’avversario.

3. Pizzicare e Sgorbiare gli Occhi: Oltre al morso, il Kino Mutai include anche tecniche di pizzicare e sgorbiare gli occhi. Queste azioni sono considerate estreme e vengono utilizzate come ultima risorsa in situazioni di autodifesa estrema. Il loro obiettivo è disorientare e distrarre l’avversario, consentendo al praticante di sfuggire o continuare l’attacco.

4. Pressione e Leva: Il Kino Mutai presta molta attenzione alla pressione e alla leva. I praticanti imparano a utilizzare la loro forza di presa per immobilizzare l’avversario e controllare la situazione. Le leve possono essere applicate alle articolazioni dell’avversario per provocare dolore e coercizione.

5. Combattimento a Distanza Ravvicinata: Il Kino Mutai si concentra sul combattimento a distanza ravvicinata. Questo significa che i praticanti cercano di avvicinarsi all’avversario per utilizzare le loro tecniche di mordere, pizzicare e sgorbiare gli occhi. Il combattimento a distanza ravvicinata è cruciale per il successo del Kino Mutai.

6. Conoscenza Anatomica: I praticanti del Kino Mutai sviluppano una conoscenza dettagliata dell’anatomia umana. Questo consente loro di identificare le aree più vulnerabili e efficaci per le loro tecniche. La precisione è essenziale per massimizzare l’efficacia delle azioni nel Kino Mutai.

7. Allenamento Fisico e Mentale: Il Kino Mutai richiede un rigoroso allenamento fisico e mentale. I praticanti devono sviluppare una forza di presa notevole e una resistenza per poter utilizzare con successo le tecniche. Inoltre, devono allenare la loro mente per reagire rapidamente e in modo appropriato in situazioni di autodifesa.

Il Kino Mutai è una integrazione all’arte marziale unica che si basa su principi e tecniche peculiari. La sua efficacia nel combattimento dipende dalla padronanza di queste tecniche e dalla comprensione dei principi che guidano l’arte.

Questo rende il Kino Mutai una disciplina intrigante e potente per coloro che cercano un approccio diverso e estremo alla difesa personale.

9 punti delle arterie da attaccare con il Kino Mutai

  1. Arteria Radiale: il nervo radiale corre molto vicino a questo punto di pressione ed è estremamente doloroso quando schiacciato, soprattutto da mordere! Se con un morso recidi l’arteria, la persona sanguina copiosamente, seguita da scosse e infine la morte. (E’ la zona dove ti sentiresti per il polso, segui il pollice verso il basso andando al polso).

Le zone arteriose sulle braccia sono obiettivi ideali se trovi il braccio vicino al viso o se il tuo aggressore sta usando il suo braccio per tentare di bloccare, soffocare, ecc.

  1. Arteria Brachiale: la stessa cosa come sopra, l’unica differenza è che il nervo brachiale è ora la destinazione. (Zona dove ti sentiresti il polso nella fossa ante cubitale, o la piega interna del gomito).

Questa zona è l’ideale e da utilizzare se la tua testa è vicino al collo dell’aggressore:

  1. Carotide: situato proprio accanto il pomo d’Adamo. Altri obiettivi secondari che possono essere interessate da una morso sono le vene giugulari interne ed esterne che seguono sul lato del collo. Se mordi qui le probabilità sono che di creare danni a uno qualsiasi di questi vasi sanguigni causa una emorragia profusa con risultati simili come con qualsiasi trauma sui vasi.

img_4273

Le arterie che possono essere degli obiettivi sulle estremità inferiori del corpo:

  1. Arteria popliteal: situata nella parte posteriore del ginocchio. Potrebbe essere una possibilità, se il tuo avversario sta usando le sue gambe con una leva a triangolo, un bar al braccio, ecc. Ogni volta che il tuo volto si snoda sul retro del ginocchio presenta una buona occasione per mordere questa regione.
  1. Arteria femorale: costeggia lungo la coscia interna lungo lo scroto. Sarebbe difficile applicare un morso, quasi impossibile? Sarebbe molto buono se utilizzi un coltello e applichi un taglio!
  1. Dorsalis pedis: situato sul tuo collo del piede. Troppo difficile da mordere a meno che non siate disposti a mordere la zona ossea! Impossibile?

Altre zone del corpo che possono essere dei buoni bersagli:

  1. I capezzoli sul petto: se si desidera causare dolori lancinanti su qualcuno, e sei nella sua guardia, Beh ora sai cosa fare!
  1. Tendine di Achille: sai dove si trova?. Mordi questa zona del tuo aggressore e lo avrai reso zoppo, un buon momento per portare low kick della Muay Thai alla sua gamba se si alza!
  1. Le guance: uno dei bersaglio preferiti di Paul Vunak! Se sei vicino al viso fai respirare il tuo alito cattivo agli avversari perché lì sei sicuramente nelle distanza giusta per mordere le guance! L’arteria mascellare attraversa questa regione stretta ma potrebbe essere inaccessibile con un morso.

img_4271

L’arte del Kino Mutai

Ogni volta che si parla di mordere la prima cosa che di solito viene in mente è caspita ma “Chiunque può mordere“.

Certo, è corretto ma in realtà questa affermazione non è totalmente vera.

La differenza tra “semplicemente mordere” e Kino Mutai è che sai dove mordere e quando mordere.

Un morso di un praticante di Kino Mutai è “ininterrotto!”.

Ciò significa che conosce l’esatta posizione sul tuo corpo dove mordere e lo fa con una tempistica precisa.

Ti afferra usando la sua forza di presa superiore e morde delle aree precise, ti servirebbe letteralmente minuti per per riuscire a tirarlo via.

Ci sono più di 140 zone sul corpo umano che può mordere per come vuole.

Mentre morde, un esperto sta usando la sua conoscenza di Kinesiologia e sensibilità da sembrare simile a un pit bull.

img_4244

Nel mondo della lotta, i praticanti di Jiu Jitsu brasiliano sono chiaramente i re.

I movimenti del corpo a terra, la sensibilità e la conoscenza della leva, delle uscite (escape) e tecniche per finalizzare e  mettere in leva o soffocare I propri avversari.

Quando un fighter di Jiu Jitsu combina l’arte con la Kino Mutai, il risultato è forse il più formidabile sistema ibrido unito alle prese che rendono questa arte tra le più estreme e devastanti sul pianeta.

In una rissa di strada, è possibile utilizzare il mix contro un combattente a terra più grande, più forte — se non per batterlo sul terreno, ma per creare uno spazio sufficiente per ottenere la sua resa o lo spazio per eseguire una fuga (anche se il tuo unico obiettivo deve essere quello di scappare e portare a casa la tua pelle).

Non essere mai presuntuoso e se hai la possibilità di scappare devi farlo anche se sembra che stai vincendo.

 

Le arti marziali miste:

Il Jiu Jitsu brasiliano e i sistemi di lotta combinano bene con il Kino Mutai perché la padronanza del combattimento a terra permette al praticante di trovare subito la giusta posizione prima di iniziare a mordere e a fare “spremere” le dite negli occhi senza pietà..

Kino Mutai Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight SportL’allenamento e i principi essenziali

Prima di iniziare a praticare Kina Mutai, è necessario imparare i principi essenziali.

In primo luogo è come mordere.

Si deve sempre essere consapevoli di quanta carne è da prendere in bocca.

In genere, la persona media tenterà di utilizzare tutti i denti e prendere troppa “carne” in un solo boccone.

Per evitare che trabocchetto, è necessario l’angolo il viso in modo che la pressione è applicata direttamente sugli incisivi.

Il movimento effettivo del morso è un strappo circolare ripetuta della carne, causando numerosi piccoli morsi che, quando applicato cumulativamente, infliggono danni considerevoli.

La distruzione massima: il Kino Mutai è l’arte filippina di pizzicare e mordere gli occhi.

Con la corretta presa di Jiu Jitsu per mantenere il vostro avversario fermo senza che riesce a dimenarsi, è possibile utilizzare entrambe le abilità allo stesso tempo.

Il modo migliore per allenarti è quello di prendere un grosso pezzo di carne di manzo e posizionarlo all’interno di una t-shirt.

Successivamente, impostare un timer ed esplodere  in un vortice di morsi con l’obiettivo di strappare attraverso la maglietta l’intero pezzo di carne più rapidamente possibile.

All’inizio del drill, si incontrano diversi ostacoli. In primo luogo, si noterà i segni dei denti su tutta la superficie della carne senza in realtà penetrare.

Variando l’angolo e la pressione del morso (mediante l’attributo di sensibilità) puoi risolvere questo problema.

In secondo luogo, a metà della sessione di pratica si può scoprire un lato della vostra mascella con dei crampi muscolari.

Quando ciò accade, si può girare la testa ad impegnare gli incisivi del lato opposto.

Quanto più si pratica questo esercizio, meglio le meccanica del corpo diventerà naturale e più facile sarà quello di fare piccoli morsi, circolari e più veloce sei in grado di mordere attraverso la carne bovina.

All’inizio, si può prendere due o tre minuti per ottenere un buco attraverso la carne.

Dopo 20 o 30 tentativi, però, ti accorgerai che si può strappare molta carne attraverso una fetta di 5 chili in meno di 10 secondi.

Il punto successivo che devi affrontare è il concetto più importante del Kino Mutai: la capacità di mordere qualcuno senza interruzioni.

Per capire come mordere senza interruzioni, immagine te stesso tenendo il tuo avversario in un abbraccio con le braccia avvolte intorno al torso (o immaginare che è tenuto in guardia e le braccia sono avvolti intorno al collo) mentre si stanno mordendo la gola.

Se non hai una presa salda sul tuo aggressore mentre mordi, la sua risposta istintiva sarà quello di tirare via, di allontanarsi con la conseguenza che hai creato una piccola ferita che difficilmente fa un danno.

Applicando la corretta “morsa” pur facendo dei piccoli strappi con i tuoi incisivi, questo ti da la possibilità di continuare a mordere per un periodo di tempo lungo creando tanti piccoli morsi ma che insieme è un grande danno.

 

I bersagli

Ora, dove mordere?

E’ possibile utilizzare i denti un pò ovunque sul corpo del tuo aggressore, ma per mordere senza interruzioni è necessario farlo in aree specifiche.

Quale è una buona zona a mordere?

Principalmente deve essere estremamente sensibile al dolore.

La guancia, il collo, le orecchie, il capezzolo, il gran dorsale, zone muscolari e l’inguine sono regioni sensibili con molte terminazioni nervose.

In secondo luogo, deve essere una zona che ti permette di posizionarti in modo che il tuo aggressore non può contrastare il morso tirandoti via o spingendoti.

L’importanza di mordere una zona sensibile mentre sei aggrappato al tuo aggressore anche non deve mai essere sopravvalutata.

Utilizzando alcune posizioni di base di Brazilian Jiu Jitsu, ti trovi in posizioni dove è possibile mordere efficacemente.

  • Sei in mount sul tuo avversario, puoi mordere il suo viso e il collo.
  • Oppure sei in posizione di cross-side o side control, puoi mordere la guancia, l’orecchio o il collo.
  • Se sei in posizione nord-sud, puoi mordere l’inguine.
  • Hai l’aggressore nella tua guardia, puoi mordere la guancia, l’orecchio o il collo.
  • Ti trovi nella sua guardia, puoi mordere il capezzolo.
  • Se sei a terra nella posizione di side control, si può mordere il muscolo dorsale se il suo gomito è oltre il tuo corpo o il collo se il suo gomito è altrove.

Ricordati che la chiave è quello di tenere l’avversario in modo da poter mordere tutto il tempo che vuoi.

Egli cercherà di tenere la fonte del suo dolore quindi i tuoi denti lontano dal corpo più rapidamente possibile.

Ciò significa che egli cercherà di creare uno spazio tra il suo corpo e la tua bocca.

È quindi possibile approfittare di questo spazio e spingere l’aggressore e scappare, andare via.

Se invece sei sotto l’aggressore e lui è molto più forte e più pesante di quello che, mordere è il modo più veloce per riuscire a scappare ma devi tenerlo sempre bene, perché deve allontanarsi dalla paura e dalla disperazione.

Se, tuttavia, non riesci a bloccarlo mentre lo stai mordendo, l’aggressore sarà in grado di allontanarti prima che il tuo morso gli può infliggere i danni richiesti per ottenere la sua reazione di fuga o di debilitazione al combattimento che ti serve.

 

L’Obiettivo di Acquisizione nel Kino Mutai

Se sei nella posizione di side control sul tuo avversario, puoi mordere la sua guancia, l’orecchio o il collo.

Le altre posizioni  posizioni consentono l’accesso ai diversi target.

Ogni posizione ti da l’opportunità di attaccare parti diverse del corpo.

Inizia a studiare le posizioni paese di Jiu Jitsu e cerca di capire da quella posizione che cosa puoi mordere, schiacciare, strappare.

Quando ci si trova nella posizione di side control o in altre posizioni nel Kino Mutai, l’obiettivo principale è infliggere danni e controllare l’avversario attraverso l’uso delle tecniche di mordere, pizzicare, schiacciare e strappare.

Ogni posizione offre opportunità uniche per attaccare diverse parti del corpo dell’avversario.

Ecco una spiegazione più dettagliata:

1. Posizione di Side Control: Quando sei nella posizione di side control, hai accesso a diverse parti del corpo dell’avversario che puoi attaccare. Puoi mirare alla guancia, all’orecchio o al collo per eseguire tecniche di mordere. Queste sono zone particolarmente sensibili e vulnerabili, e l’obiettivo è causare dolore e disagio all’avversario per ottenere il controllo o aprire opportunità per altre azioni.

2. Altre Posizioni: Oltre alla side control, ci sono altre posizioni nel Kino Mutai che consentono l’accesso a diversi target anatomici. Ad esempio, se sei nella parte superiore della guardia dell’avversario, potresti avere l’opportunità di mordere le braccia o le gambe. Se sei in una posizione di monta, potresti concentrarti sulla testa o sul viso dell’avversario.

3. Studio delle Posizioni nel Jiu Jitsu: È altamente raccomandato studiare le posizioni del Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ) per acquisire una comprensione più approfondita delle opportunità di attacco nel Kino Mutai. Nel BJJ, ci sono molte posizioni specifiche, come la guardia aperta, la guardia chiusa, la mezza guardia, la monta e molte altre. Da ciascuna di queste posizioni, puoi imparare cosa puoi mordere, schiacciare o strappare per ottenere vantaggio nel combattimento.

4. Precisione e Conoscenza Anatomica: Nel Kino Mutai, è essenziale sviluppare una conoscenza anatomica approfondita per identificare le aree più vulnerabili dell’avversario. La precisione è fondamentale quando si eseguono queste tecniche, in quanto mirare alle zone giuste può aumentare l’efficacia e il dolore inflitto.

L’obiettivo di acquisizione nel Kino Mutai è infliggere danni e controllare l’avversario attraverso l’utilizzo di tecniche specifiche mirate alle diverse parti del corpo.

Lo studio delle posizioni nel Brazilian Jiu-Jitsu può essere un valido punto di partenza per comprendere le opportunità di attacco da diverse posizioni nel Kino Mutai.

La precisione e la conoscenza anatomica sono fondamentali per il successo di queste tecniche.

 

L’Esercizio (The Drill) nel Kino Mutai:

Una volta compresi i concetti che ti ho detto sopra, è il momento di provare il Kino Mutai in combattimento.

Il seguente drill ti aiuta a imparare quando devi mordere:

Mentre tu e il tuo compagno di allenamenti cercate le aree appropriate del corpo dove mordere.

Chiamato anche acquisizione del bersaglio, questo processo può richiedere da uno a cinque minuti.

Il tempismo è fondamentale, e solo in realtà rotolando sul tappeto si sarà in grado di sviluppare la capacità di impegnarsi in Kino Mutai realmente.

Dopo aver selezionato dove mordere, il prossimo passo è quello di tenere il tuo  compagno di allenamento più saldamente possibile per garantire che il vostro morso sarà ininterrotto.

Poi si simula il morso premendo il tuo viso con fermezza contro il bersaglio il più a lungo possibile chiaramente senza mordere.

Nel momento in cui il vostro partner sente il “morso” tentare di difendersi, spingendo il tuo viso via, rompendo la tua presa, ecc.

Se si applica correttamente la tecnica, dovresti poterlo trattenere almeno 10 secondi prima di sfuggire al morso simulato.

Una volta compresi i principi fondamentali del Kino Mutai, è essenziale metterli in pratica attraverso l’allenamento.

L’esercizio di seguito descritto ti aiuterà a imparare quando e come applicare il morso in modo efficace.

Questo drill, chiamato anche “acquisizione del bersaglio,” è un passo cruciale nel tuo apprendimento del Kino Mutai.

Ecco come funziona in dettaglio:

1. Identificazione delle Aree Bersaglio: Tu e il tuo compagno di allenamento dovete cercare le aree appropriate del corpo dove applicare il morso. Questo è un processo che richiede da uno a cinque minuti per essere completato. L’obiettivo è individuare le zone più vulnerabili e sensibili del corpo dell’avversario, dove il morso può causare il massimo disagio.

2. Tempismo Cruciale: Il tempismo è fondamentale nel Kino Mutai. È solo durante il combattimento reale, quando si è sul tappeto a rotolare, che si può davvero sviluppare la capacità di impegnarsi nel Kino Mutai in modo efficace. Durante questo esercizio, dovete cercare di applicare il morso al momento giusto per massimizzare l’efficacia.

3. Mantenere una Presa Salda: Dopo aver individuato l’area dove applicare il morso, il passo successivo è mantenere una presa salda sul vostro compagno di allenamento. Questo è importante per assicurarsi che il vostro morso sia ininterrotto e che l’effetto desiderato possa essere ottenuto.

4. Simulare il Morso: Una volta che avete una presa salda, dovete simulare il morso premendo il vostro viso con fermezza contro l’area bersaglio, ma senza mordere realmente. L’obiettivo è mantenere questa pressione il più a lungo possibile, in modo da provocare disagio al vostro compagno di allenamento.

5. Difesa dell’Avversario: Il vostro compagno di allenamento cercherà di difendersi nel momento in cui sentirà la simulazione del “morso”. Potrebbe cercare di spingere via il vostro viso, rompere la vostra presa o adottare altre misure per liberarsi dall’attacco.

6. Valutazione dell’Efficienza: Se avete applicato correttamente la tecnica, dovreste essere in grado di trattenere il vostro compagno di allenamento per almeno 10 secondi prima che riesca a sfuggire al morso simulato. Questo periodo di tempo è un indicatore dell’efficacia della vostra tecnica e del vostro controllo.

Questo esercizio aiuterà a sviluppare la precisione, il tempismo e la capacità di mantenere il controllo durante l’applicazione del morso nel Kino Mutai.

È un passo importante nel processo di apprendimento di questa disciplina.

Piccoli morsi

Uno degli elementi essenziali non è mai mordere qualcosa di più grande che si può masticare.

Un vantaggio spesso trascurato di utilizzare il Kino Mutai è il danno psicologico tremendo che un morso aggressivo o una sgorbia all’occhio infliggono.

Quando si morde senza interruzioni e il vostro aggressore non può fermare il dolore, si irrigidisce, va in panico.

Inoltre stai anche mordendo una zona sensibile, in sostanza lo stai distruggendo emotivamente.

Uno dei principi fondamentali del Kino Mutai è l’importanza di non mordere qualcosa di più grande di quanto si possa masticare, sia letteralmente che figurativamente.

Questo principio è cruciale per l’efficacia di questa disciplina.

Ecco alcune considerazioni aggiuntive su questo aspetto:

1. Morso Efficace su Zone Sensibili: Un vantaggio spesso sottovalutato nell’utilizzo del Kino Mutai è il potenziale danno psicologico che un morso aggressivo o un attacco a un’area sensibile del corpo può infliggere. Quando si morde senza interruzioni e l’aggressore non è in grado di fermare il dolore, la sua reazione può essere di irrigidirsi o andare in panico.

2. Danno Emotivo: Inoltre, mordere una zona sensibile del corpo equivale in sostanza a infliggere un danno emotivo all’aggressore. Questo può portare a una perdita di fiducia, paura o panico nell’aggressore, il che può compromettere ulteriormente la sua capacità di difesa o di attacco.

L’importanza di non affrontare bersagli troppo grandi o resistenti è fondamentale nel Kino Mutai.

Concentrandosi su aree sensibili e vulnerabili del corpo, puoi massimizzare l’efficacia delle tue tecniche e ottenere un controllo psicologico sull’aggressore.

Questo principio riflette l’idea che spesso è meglio applicare morsi precisi e mirati piuttosto che cercare di sopraffare l’avversario in modo eccessivo.

kino mutai

Più di una ferita

Quando l’uomo morde l’uomo, le mani sono i bersagli più frequenti.

Anche se le dita  sono raramente fatali, il 10 per cento al 15 per cento delle lesioni si infettano quando non viene trattata.

Prima dello sviluppo degli antibiotici, circa il 20 percento di tutti i morsi alla mano portavano alla amputazione di un dito.

Nel Kino Mutai, le mani sono spesso bersagli primari per i morsi.

Mentre i morsi alle dita raramente sono fatali, è importante considerare alcune delle possibili conseguenze:

1. Infezioni: Anche se i morsi alle dita potrebbero non sembrare letali inizialmente, il 10-15% di queste ferite può sviluppare infezioni se non trattate adeguatamente. Le infezioni possono verificarsi quando i batteri presenti nella bocca dell’aggressore entrano nella ferita del morso.

2. Amputazioni: Prima dell’avvento degli antibiotici, circa il 20% di tutti i morsi alle mani richiedeva l’amputazione di un dito. Questo sottolinea l’importanza di prendere sul serio anche i morsi alle mani, poiché le conseguenze possono essere estreme.

Anche se i morsi alle mani non sembrano letali a prima vista, è essenziale considerare il rischio di infezioni e le possibili complicazioni che potrebbero derivarne.

Mantenere le ferite pulite e trattarle con cura è fondamentale per evitare problemi più gravi.

 

Quanta forza ha un morso umano genera?

Secondo uno studio del 1994 da Zhao Y e Ye D, pubblicato in Pub Med, i maschi umani in grado di generare circa 120 chilogrammi di forza.

Questo è pari a circa 265 libbre di forza.

Le femmine producono leggermente meno potente, ma paragonabile, le forze.

Gli esseri umani generano la più alta quantità di forza con i primi molari, imprimono con gli incisivi solo circa 43 chilogrammi di forza con i loro incisivi, e circa 99 chilogrammi di forza con i loro premolari.

Sorprendentemente, gli esseri umani mordono molto di più rispetto a qualsiasi delle altre grandi scimmie, quando afferrano qualcosa di corretto per le dimensioni di presa.

Gli uomini mordono duro come una schiaccianoci quando si chiudono le mascelle

 

Perché devi conoscere l’arte del Kino Mutai?

Se si guarda indietro alla storia dei filippini, si vedrà la guerra e lo spargimento di sangue.

Durante molte delle loro battaglie, i filippini si sono trovati in inferiorità numerica, disarmato o entrambe le cose.

Di conseguenza, hanno sviluppato una ideologia che si è concentrato sulla ricerca di un modo per mettersi alla pari con i loro avversari, per aggirare in qualche modo le probabilità.

Sono stati costretti a essere innovativi nel trattare con la dura realtà dei tempi.

Per i filippini, “aggirare” significa “trovare un modo per imbrogliare.”

Nel mondo del combattimento con le armi, hanno architettato un fantastico modo di “barare”: Invece di bloccare un colpo con la propria arma, si vuole rompere o tagliare la mano con l’arma dell’avversario.

L’avversario è stato paragonato a un serpente e l’arma era le zanne del serpente; di conseguenza, il metodo è stato chiamato “rompere il dente del serpente”.

Mentre il resto del mondo è andato in punta di piedi nel combattimento armato, inserendo nella lotta con le armi il blocco sugli attacchi e colpi di deviazione i filippini hanno semplicemente deciso di attaccare la mano armata.

Quando combatti con le mani vuote, i filippini impiegano la stessa idea.

Invece di bloccare pugni e calci, hanno usato distruzioni nervose contro gli arti in arrivo.

Piuttosto che lo scambio di colpi con i loro avversari, hanno preferito usare delle strategie come spinte del ginocchio, le gomitate e morsi in testa.

Ancora una volta, stavano cercando di aggirare la realtà della loro situazione per mettersi in condizioni di parità con i loro nemici.

Kina Mutai (correttamente pronunciato come Kina Mutai a causa della peculiarità della lingua Cebuano, ma erroneamente indicato come Kino Mutai da artisti marziali occidentali che hanno capito male il termine) è una sotto-sezione specializzata di alcune arti marziali filippine che enfatizza mordere, pizzicare, occhio- sgorbiatura e altre tecniche di combattimento “sporche”.

La parola radice del termine è il termine Cebuano per mano, Kamot.

Anche se a Cebu, è culturalmente associata con il modo in cui le donne a combattere (pizzicotti, graffi e morsi), le tecniche utilizzate sono efficaci contro avversari di ogni dimensione.

Il Kino Mutai prevede un ampio uso di grappling e manipolazione dei nervi e punti di pressione, in modo da consentire al professionista di infliggere dolore e controllare l’avversario applicando le tecniche.

L’aspetto di mordere del Kino Mutai si occupa di target e metodi precisi da mordere, di quanto “boccone” di carne alla volta, e l’angolo e il movimento del morso.

Gli obiettivi preferiti sono nelle aree sensibili e facilmente accessibili come il viso, il collo, le orecchie, l’inguine, il capezzolo, e il muscolo del gran dorsale.

Questi obiettivi vengono anche scelti rispetto ad altri a causa della difficoltà di contrastare un professionista di Kino Mutai che ti morde, e quindi di garantire un morso continuo.

Un principio fondamentale è l’azione ininterrotta, questo significa che ti collochi in posizione tale che si può continuare a mordere per tutto il tempo che vuoi, rendendo impossibile all’avversario di fuggire ai tuoi morsi.

Può essere usato per infliggere dolore e può essere usato per tagliare le arterie che possono causare gravi emorragie.

 

L’equalizzatore in combattimento

Ora che il tema centrale del paradigma filippino è quello di sovrastare un avversario che è più forte come ti ho descritto, chiaramente c’è da approfondire su come e cosa fare per eseguire un attacco di Kino Mutai , “l’arte di mordere e pizzicare”.

Nel Jeet Kune Do molti esperti si riferiscono al Kino Mutai come “mordere e spremere gli occhi”, perché la loro zona preferita per pizzicare è il bulbo oculare dell’avversario ma in realtà è riduttivo rispetto all’arte del Kino Mutai.

Molti eskrimadors filippini (professionisti di Eskrima) possedevano un attributo prezioso che la maggior parte delle persone oggi semplicemente non hanno: la forza di presa incredibile.

Quello era il risultato derivato da maneggiare e brandire bastoni pesanti, spade e coltelli per tutto il giorno.

Uno dei più famosi maestri, Floro Villabrille, poteva effettivamente spaccare le noci di cocco con le mani nude.

Non a caso anche Bruce Lee possedeva anche la forza di presa incredibile e ha usato attrezzature innovative per sviluppare ulteriormente la forza dei tendini tra le dita e gli avambracci.

Una presa di forza è uno degli attributi più importanti del Kino Mutai perché essere in grado di tenere su un avversario mentre lo mordi è il modo filippino di “barare” sul terreno.

 

Gli occhi

Kino Mutai Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

La seconda metà dell’equazione del Kino Mutai è la sgorbia all’occhio senza interruzioni.

Per allenarti è possibile utilizzare la stessa metodologia per quanto riguarda il mordere: avvicinati prima lentamente mentre si acquisisce un bersaglio.

Ogni posizione che è vantaggioso per la morsicatura può funzionare anche per scricchiare l’occhio — fatta eccezione per la posizione nord-sud.

Afferra il collo dell’avversario e premere delicatamente il suo bulbo oculare fino a quando lui tira via la mano.

Quando sei più pratico, puoi praticare la sgorbia all’occhio più aggressivamente facendo indossare occhialini da nuoto.

Il Kino Mutai deve essere utilizzato solo come ultima risorsa! In questi giorni, il pensiero di avere in bocca il sangue di una persona sconosciuta è certamente discutibile.

Tuttavia, in una situazione di vita o di morte, mordere proprio nel momento giusto potrebbe consentire di creare spazio sufficiente per fuggire e/o di salvarti la vita.

Nelle arti marziali, deve esserci una netta distinzione tra self-preservation (facendo di tutto per salvare te e i tuoi cari) e auto-perfection (sport e gli aspetti di formazione di uno stile).

Quando pensate a qualcuno con un bastone chiodato, colpisci lui immediatamente con un coltello o mordilo facendogli un buco in faccia, è ovviamente qualcosa di violento o di cattivo gusto ma quando si tratta di proteggere la vita di tua madre, il tuo coniuge o i tuoi bambini, c’è qualcosa che non faresti?

img_4240

Stay Tuned!

Street Fight Mentality

Andrea

Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea
RELATED ARTICLES

2 COMMENTS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments

Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Angus Balboa on CorBag
Tor Carbone CrossFit on Crossfit per le arti marziali?
Andrea Resta on La ruota per addominali
Felicia Slivka on Kino Mutai
Vilfredo on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Maurizio Vorzitelli on La geografia delle arti marziali
Roberto on Plastic Knuckle
dolore al ginocchio on L’igiene personale nel BJJ
corrado cobianchi on NiteCore Titanium 120 dB
The Who on Karambit
Eliza on Karambit
Giovanni on Karambit
Graciela on Karambit
Thako Jiu Jiutsu on Famosi Kimono per il BJJ
dolore al ginocchio on Pugno al mento
Adrianna on Pugno al mento
Medical center on Pugno al mento
error: Content is protected !!