venerdì, Giugno 14, 2024
spot_img
spot_img

Random Post This Week

spot_img

Related Posts

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu e le 36 tecniche per avere la cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu.

I fondamentali sono nella Blue Belt!

Per questo ti voglio elencare alcune tecniche della cintura blu di BJJ che devi conoscere assolutamente.

Se leggi il mio blog e ti consiglio di farlo, come ti ho già spiegato in altri post, anche se tu studi difesa personale e in palestra, durante le lezioni ti dicono sempre che non devi mai finire a terra e tu magari li ascolti e ci credi anche, ecco, devi sapere che nella realtà probabilmente a terra ci finirai e quindi è necessario che tu conosci almeno queste tecniche.

Questo non significa che devi diventare una black belt in Jiu Jitsu o lottatore esperto submission wrestling ma è necessario che tu abbia le conoscenze di una cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu che è la prima cintura dopo la bianca nel Brazilian Jiu Jitsu belt ranks.

Come ti ho raccontato in un altro articolo il 95% dei combattimenti da strada finisce a terra.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Dominare il Brazilian Jiu Jitsu: Un Percorso di 12 Mesi verso la Cintura Blu

Nel mondo degli scontri reali, dove ogni confronto fisico è imprevedibile e spesso pericoloso, il Brazilian Jiu Jitsu (BJJ) si distingue come una disciplina cruciale per la difesa personale.

Quest’arte marziale, nota per la sua efficacia sia in piedi che a terra, offre strumenti potenti per gestire situazioni ad alto rischio.

Ma come si può passare da principiante a esperto in questa disciplina? La risposta risiede nell’impegno, nella dedizione e in un percorso strutturato verso la padronanza.

L’Importanza della Preparazione

Prima di immergersi nel percorso verso la cintura blu di BJJ, è fondamentale comprendere il contesto in cui queste tecniche si applicano. I filmati di scontri reali dimostrano chiaramente che, senza le competenze appropriate, gli incontri tendono a finire a terra o con un KO improvviso. Questo sottolinea non solo l’importanza della preparazione tecnica ma anche quella della consapevolezza situazionale.

Il Percorso di 12 Mesi

Imparare 36 tecniche fondamentali in un anno può sembrare un’impresa ardua, ma con un approccio metodico, è un obiettivo alla portata di tutti. Dividendo l’obiettivo in piccole tappe mensili, l’apprendimento diventa gestibile e integrato nella routine quotidiana. Tre tecniche al mese permettono di approfondire ogni aspetto senza sovraccaricare la mente o il corpo.

Il Metodo Gracie del Master Cycle

Il BJJ non si limita a un insieme di mosse; è una filosofia di vita. Il metodo Gracie del master cycle enfatizza questo aspetto, proponendo un’apprendimento che va oltre la mera esecuzione tecnica. Ogni tecnica viene appresa e ripetuta da diverse posizioni, garantendo una comprensione olistica e una capacità di adattamento che è fondamentale sia in palestra che in scenari di vita reale.

Consigli per l’Apprendimento

  • Suddividi gli Obiettivi: Mantieni la motivazione alta suddividendo il percorso in obiettivi minori e celebrando i piccoli successi.
  • Allenamento Consapevole: Ogni sessione di allenamento dovrebbe avere un obiettivo chiaro. Sia che tu stia lavorando su una nuova tecnica o perfezionando una già conosciuta, l’attenzione dovrebbe essere sempre massima.
  • Revisione e Riflessione: Dedicare tempo alla revisione delle tecniche apprese e alla riflessione su come possono essere applicate in diversi contesti.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

I filmati di real street fight

Prova cercare i video dove si vedono filmati di scontri reali la strada vedrai che finiscono sempre per terra non appena entrano in contatto a distanza ravvicinata.

Quando questo non avviene e perché è finito tutto prima con un grande KO che molto spesso è un colpo tirato alla “vigliacca” dove uno ha tirato un colpo secco  e a segno mentre l’altro pensava ancora di parlare.

Ps. Ricordati di tenere la distanza di sicurezza sempre.

Ora tornando sull’argomento di questo articolo, le tecniche che devi imparare sono “solo” 36, ti sembrano tante?

Può darsi che lo sono ma non ti ho chiesto di impararle in un giorno ma di iniziare a studiarle e se consideri che in un anno ci sono 12 mesi significa che devi impararne tre al mese e dopo un anno se ti impegni e alleni con costanza puoi avere la padronanza di queste tecniche.

Ti sembra tanto imparare tra tecnica al mese?

Spero di no per te perché non ti ho chiesto di imparare anche le varianti su ogni tecnica ma le tecniche base per prendere la cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu.

Considera che se segui il metodo Gracie del master cycle, devi imparare ogni tecnica da una posizione diversa.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Elenco delle tecniche necessarie per avere la cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu:

L’elenco delle tecniche necessarie per ottenere la cintura blu nel Brazilian Jiu Jitsu (BJJ) copre un ampio spettro di abilità fondamentali che ogni praticante dovrebbe padroneggiare per progredire nel loro cammino nelle arti marziali.

Queste tecniche sono essenziali per sviluppare una comprensione solida sia della difesa personale che del combattimento sportivo, enfatizzando la capacità di controllare e sottomettere l’avversario in varie situazioni.

Ecco una descrizione generale di alcune delle tecniche menzionate:

  1. Trap and Roll Escape: Tecnica di fuga dalla posizione di monta, utilizzando trappole e rotolamenti per rovesciare l’avversario.
  2. Americana Arm Lock: Una leva sul braccio che mira alla spalla, eseguita solitamente dalla posizione di monta o side control.
  3. Positional Control Mount: Mantenere il controllo dominante sull’avversario dalla posizione di monta, massimizzando la pressione e limitando le sue capacità di movimento.
  4. Take the Back (Mount): Transizione alla schiena dell’avversario dalla monta per ottenere una posizione più vantaggiosa.
  5. Rear Naked Choke: Soffocamento da dietro senza l’uso della gi, uno dei finalizzatori più efficaci nel BJJ.
  6. Leg Hook Takedown: Una tecnica di abbattimento che utilizza un gancio alla gamba dell’avversario per portarlo a terra.
  7. Clinch (Aggressive Opponent): Gestire un avversario aggressivo stabilendo un clinch, una posizione di controllo corpo a corpo.
  8. Punch Block Series (Stages 1-4): Serie di tecniche per bloccare i pugni, essenziali per la difesa personale.
  9. Straight Arm Lock (Mount): Sottomissione che estende l’articolazione del gomito dell’avversario, eseguita dalla monta.
  10. Triangle Choke: Soffocamento eseguito dalle gambe, incrociandole intorno al collo dell’avversario mentre si blocca un braccio all’interno.
  11. Elevator Sweep: Una tecnica di ribaltamento che utilizza il movimento delle gambe per sollevare e capovolgere l’avversario.
  12. Elbow Escape (Mount): Fuga dalla monta utilizzando i gomiti per creare spazio e sfuggire.
  13. Positional Control (Side Mount): Mantenere il controllo sull’avversario dalla posizione laterale, limitando i suoi movimenti.
  14. Body Fold Takedown: Tecnica di abbattimento che prevede il piegamento dell’avversario a metà, utilizzando un abbraccio stretto.
  15. Clinch (Conservative Opponent): Gestione di un avversario conservativo attraverso il clinch per controllare la distanza e il ritmo del combattimento.
  16. Headlock Counters: Tecniche per contrastare una presa alla testa, liberandosi e passando a una posizione di controllo.
  17. Double Leg Takedown: Un abbattimento classico che coinvolge la cattura di entrambe le gambe dell’avversario e il loro abbattimento.
  18. Headlock Escape 1: Fuga da una presa alla testa, utilizzando principi di leva e posizionamento per liberarsi.
  19. Straight Arm Lock (Guard): Una sottomissione che estende il gomito dell’avversario, eseguita dalla guardia.
  20. Double Ankle Sweep: Tecnica di ribaltamento che mira alle caviglie dell’avversario per destabilizzarlo e portarlo a terra.
  21. Pull Guard: Strategia per portare l’avversario nella propria guardia, un’ottima posizione per attaccare con sottomissioni.
  22. Headlock Escape 2: Un’altra tecnica per sfuggire a una presa alla testa, spesso con una variazione nella tecnica o nell’approccio.
  23. Guillotine Choke: Soffocamento che utilizza l’avambraccio sotto il mento dell’avversario, efficace sia in piedi che a terra.
  24. Shrimp Escape: Fuga essenziale che utilizza il movimento del corpo per creare spazio e sfuggire da posizioni svantaggiose.
  25. Kimura Arm Lock: Sottomissione potente che torce il braccio dell’avversario dietro la sua schiena, mirando alla spalla.
  26. Standing Headlock Defense: Difesa contro una presa alla testa eseguita mentre si è in piedi, liberandosi e contrattaccando.
  27. Punch Block Series (Stage 5): Avanzamento delle tecniche di blocco dei pugni, per situazioni più complesse o avanzate.
  28. Hook Sweep: Una tecnica di ribaltamento che utilizza un gancio per alterare l’equilibrio dell’avversario e rovesciarlo.
  29. Rear Takedown: Abbattimento eseguito approcciando l’avversario da dietro, spesso sorprendendolo.
  30. Haymaker Punch Defense: Difesa contro un pugno ampio e potente, tipico in situazioni di difesa personale.
  31. Take the Back (Guard): Ottenere il controllo della schiena dell’avversario dalla guardia, una posizione vantaggiosa per sottomissioni.
  32. Guillotine Defense: Tecniche per difendersi da un tentativo di soffocamento con la ghigliottina, spesso implicando il posizionamento del corpo e la leva.
  33. Elbow Escape (Side Mount): Fuga dalla posizione laterale utilizzando i gomiti per creare spazio.
  34. Standing Arm Lock: Sottomissione eseguita in piedi che mira all’articolazione del gomito dell’avversario.
  35. Twisting Arm Control: Controllo del braccio dell’avversario utilizzando torsioni, per limitarne il movimento o preparare sottomissioni.
  36. Double Underhook Guard Pass: Passaggio della guardia ottenuto inserendo entrambe le braccia sotto quelle dell’avversario, utilizzato per superare la sua guardia.

Queste tecniche formano la base del BJJ, enfatizzando l’importanza del posizionamento, del controllo e delle sottomissioni.

Il BJJ si concentra sulla capacità di controllare l’avversario in modo efficace, sfruttando leva e tecnica piuttosto che forza bruta, rendendolo accessibile a praticanti di tutte le età e dimensioni.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu

Consigli di Allenamento e Preparazione Fisica per il BJJ

Creare un piano di allenamento bilanciato che includa esercizi per migliorare forza, flessibilità e tecnica è fondamentale per chi inizia il Brazilian Jiu Jitsu. Un approccio olistico che integra anche nutrizione e recupero ottimizzerà i risultati e minimizzerà il rischio di infortuni.

Piano di Allenamento Mensile per Principianti

Settimana 1-2: Fondamenti e Forza

  • Lunedì: BJJ Tecnica (Fondamenti) + Stretching dinamico
  • Martedì: Sollevamento pesi (focus su squat, deadlift, press) + Core training
  • Mercoledì: Riposo o Yoga leggero per migliorare la flessibilità
  • Giovedì: BJJ Tecnica (Posizioni di base e transizioni) + Stretching dinamico
  • Venerdì: Allenamento a circuito con peso corporeo (push-up, pull-up, squat, plank)
  • Sabato/Domenica: Riposo o attività a bassa intensità come camminata o nuoto

Settimana 3-4: Resistenza e Tecnica

  • Lunedì: BJJ Tecnica (Difese e Scappate) + Stretching dinamico
  • Martedì: Interval training ad alta intensità (HIIT) per migliorare la resistenza cardiovascolare
  • Mercoledì: Riposo o Pilates per core strength e flessibilità
  • Giovedì: BJJ Sparring leggero o drilling con partner + Stretching dinamico
  • Venerdì: Allenamento funzionale (kettlebell, sandbag) per forza e condizionamento
  • Sabato/Domenica: Riposo o attività ricreativa

Consigli Generali:

  • Inizia ogni sessione con un riscaldamento di 10-15 minuti per preparare il corpo all’attività fisica e prevenire infortuni.
  • Concludi ogni sessione con stretching statico per migliorare la flessibilità e facilitare il recupero.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Piano di Allenamento per Principianti già allenati

Per coloro che cercano un piano di allenamento mensile più intensivo dedicato ai principianti nel Brazilian Jiu Jitsu (BJJ), è importante incorporare un mix equilibrato di allenamento tecnico, forza, condizionamento e recupero.

Un regime intensivo richiede anche una particolare attenzione al recupero e alla nutrizione per sostenere la frequenza e l’intensità degli allenamenti. Ecco un esempio di piano mensile:

Settimana Tipo per un Piano Intensivo

Lunedì: Tecnica BJJ e Forza

  • Mattina: Sessione di tecnica BJJ (1,5 ore) focalizzata su posizioni, transizioni e difese.
  • Sera: Sollevamento pesi (1 ora), con focus su esercizi composti (squat, deadlift, bench press) per costruire forza funzionale.

Martedì: Condizionamento e Recupero

  • Mattina: Allenamento cardio HIIT (30 minuti) per migliorare la resistenza.
  • Sera: Yoga o Pilates (1 ora) per flessibilità e recupero attivo.

Mercoledì: Tecnica BJJ e Sparring

  • Mattina/Sera (a seconda della disponibilità): Sessione intensiva di BJJ (2 ore) con 1 ora di tecnica seguita da 1 ora di sparring leggero/moderato.

Giovedì: Forza e Mobilità

  • Mattina: Allenamento funzionale (1 ora) con kettlebell, sandbag, e bodyweight exercises.
  • Sera: Sessione di mobilità e foam rolling (30 minuti) per migliorare il movimento e ridurre la rigidità.

Venerdì: Tecnica BJJ e Sparring

  • Mattina/Sera: Sessione di BJJ (2 ore) con focus sulle sottomissioni e controllo della posizione, seguita da sparring moderato/intenso.

Sabato: Condizionamento e Recupero Attivo

  • Mattina: Corsa, nuoto, o ciclismo (1 ora) a intensità moderata per il condizionamento cardiovascolare.
  • Pomeriggio: Stretching estensivo e tecniche di recupero come il foam rolling o il massaggio con palline da lacrosse (30-60 minuti).

Domenica: Riposo Completo

  • Dedicare la giornata al riposo completo, permettendo al corpo di recuperare. Questo è anche il momento ideale per riflettere sul progresso settimanale e prepararsi mentalmente per la settimana successiva.

Nutrizione e Recupero

Nutrizione:

  • Consumare pasti bilanciati con una buona proporzione di proteine, carboidrati complessi e grassi sani. Aumentare l’apporto calorico se necessario per sostenere l’intensità dell’allenamento.
  • Mantenere l’idratazione bevendo acqua e integrando con elettroliti dopo gli allenamenti intensi.

Recupero:

  • Assicurarsi di dormire almeno 7-9 ore per notte per favorire il recupero muscolare e la rigenerazione.
  • Considerare l’uso di tecniche di recupero come bagni di ghiaccio, massaggi sportivi, o terapia con il foam roller per alleviare la tensione muscolare e promuovere la rigenerazione.
  • Integrare periodi di de-load ogni 4-6 settimane, riducendo l’intensità e il volume degli allenamenti per permettere al corpo un recupero più profondo.

Questo piano di allenamento mensile per principianti mira a costruire una solida base nel BJJ, migliorando contemporaneamente la forza, la resistenza e la flessibilità.

È cruciale ascoltare il proprio corpo e adeguare l’intensità e il volume degli allenamenti in base alle proprie capacità di recupero, per prevenire sovrallenamento e infortuni.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Nutrizione e Recupero per Atleti di BJJ

Nutrizione:

  • Bilancia Macronutrienti: Assicurati di consumare una bilanciata proporzione di proteine (per la riparazione muscolare), carboidrati (come fonte di energia) e grassi sani (per la salute ormonale e l’assorbimento delle vitamine).
  • Idratazione: Bevi abbondante acqua durante il giorno, soprattutto prima, durante e dopo l’allenamento per mantenere l’idratazione e supportare la funzione muscolare.
  • Pasti Pre e Post Allenamento: Consuma snack o pasti ricchi di carboidrati e proteine prima dell’allenamento per l’energia e dopo per aiutare la riparazione e la crescita muscolare.

Recupero:

  • Sonno di Qualità: Assicurati di dormire 7-9 ore per notte per favorire il recupero muscolare e la chiarezza mentale.
  • Giorni di Riposo Attivo: Incorpora giorni di riposo attivo con attività a bassa intensità per promuovere la circolazione e aiutare nella rimozione delle tossine muscolari.
  • Tecniche di Recupero: Pratica stretching, foam rolling, e tecniche di rilassamento muscolare per alleviare la tensione e promuovere la guarigione.
  • Gestione dello Stress: Tecniche di riduzione dello stress come la meditazione e la respirazione profonda possono migliorare la qualità del recupero e la performance generale.

Implementare questi consigli di allenamento, nutrizione e recupero nel tuo regime quotidiano ti aiuterà a costruire una solida base fisica e mentale per il BJJ, massimizzando i tuoi progressi e riducendo il rischio di infortuni. Ricorda che l’approccio olistico è la chiave per una pratica sostenibile e gratificante nel lungo termine.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Integrazione con Altre Discipline: Il Cross-Training nel BJJ

Il cross-training è una pratica essenziale per chiunque voglia eccellere nel Brazilian Jiu Jitsu (BJJ). Integrare altre arti marziali o forme di esercizio fisico nel proprio regime di allenamento può offrire una serie di benefici, tra cui il miglioramento della forza, della flessibilità, della resistenza e della comprensione tattica. Ecco alcuni esempi di come il cross-training può arricchire la tua pratica del BJJ:

  • Arti Marziali Complementari: Discipline come il Judo, la Lotta o il Muay Thai possono fornire nuove prospettive e abilità trasferibili nel BJJ, come miglioramenti nella fase di stand-up, nei takedown e nella gestione della distanza.
  • Yoga: L’integrazione dello yoga nel tuo allenamento può aumentare notevolmente la flessibilità, un aspetto cruciale nel BJJ per la prevenzione degli infortuni e per l’esecuzione efficace delle tecniche. Lo yoga migliora anche la consapevolezza corporea e la capacità di controllare la respirazione, due elementi chiave nelle situazioni di combattimento.
  • Sollevamento Pesi: La forza è un attributo fondamentale in qualsiasi arte marziale, inclusa il BJJ. Il sollevamento pesi, soprattutto se focalizzato su esercizi composti come squat, deadlift e press, può aumentare la potenza generale, la stabilità del core e la resistenza muscolare, rendendo ogni tecnica più efficace.
  • Allenamento Cardiovascolare: L’allenamento cardio, come corsa, nuoto o ciclismo, migliora la resistenza, consentendo di mantenere un’alta intensità durante l’intera durata di un incontro o una sessione di allenamento.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Aspetti Psicologici: Mentalità e Strategie Psicologiche nel BJJ

La componente psicologica gioca un ruolo cruciale nel successo e nella progressione nel BJJ. La capacità di rimanere focalizzati, resilienti e calmi sotto pressione può spesso fare la differenza tra la vittoria e la sconfitta. Di seguito, alcuni aspetti psicologici e strategie per migliorare le prestazioni nel BJJ:

  • Resilienza: Il BJJ, come altre arti marziali, è pieno di sfide e insuccessi. Sviluppare resilienza, la capacità di recuperare rapidamente da difficoltà, è fondamentale. Questo include accettare le sconfitte come opportunità di apprendimento e rimanere impegnati nel processo di miglioramento.
  • Gestione dello Stress: Tecniche di respirazione profonda, meditazione e visualizzazione possono aiutare a gestire lo stress sia in allenamento che in competizione. Apprendere a calmare la mente e a mantenere il controllo emotivo può migliorare notevolmente le prestazioni.
  • Tecniche di Visualizzazione: Visualizzare se stessi mentre si eseguono tecniche con successo o si superano avversari difficili può aumentare la fiducia in se stessi e l’efficacia in combattimento. Questa pratica mentale prepara anche a reagire istintivamente in situazioni di alta pressione.
  • Obiettivi e Mentalità di Crescita: Stabilire obiettivi chiari e adottare una mentalità di crescita, dove ogni esperienza è vista come un’opportunità per imparare e migliorare, può guidare un progresso significativo nel BJJ. Celebrare i piccoli successi e rimanere focalizzati sugli obiettivi a lungo termine motiva e mantiene l’entusiasmo.

Incorporando il cross-training e sviluppando una forte componente psicologica, gli atleti di BJJ possono non solo migliorare le loro prestazioni sul tatami ma anche arricchire la loro vita quotidiana con principi di disciplina, resilienza e benessere fisico e mentale.

La cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Conclusioni

Il viaggio verso la cintura blu di BJJ è tanto sfidante quanto gratificante.

Con il giusto mix di dedizione, metodo e passione, raggiungere questo traguardo non solo è possibile ma diventa un’esperienza trasformativa.

Ricorda, il BJJ è più di una serie di tecniche; è uno strumento di crescita personale, una via per navigare con sicurezza le sfide della vita, dentro e fuori dal tatami.

Ora nel post ti ho voluto fornire un elenco di tecniche per ottenere la cintura blu di Brazilian Jiu JItsu (BJJ) utilizzato dai Gracie e per farti comprendere che non è qualcosa di impossibile imparare i fondamentali per avere la cintura blu di Brazilian Jiu Jitsu anche se pratichi qualche altra disciplina.

La lotta è un’area del combattimento che non puoi trascurare e devi farlo attraverso la specializzazione studiando un sistema di lotta a terra come il BJJ, il Sambo, il Judo, il Grappling, CSW, ecc.

Potresti scoprire un nuovo grande amore.. prova!

Stay Tuned!

Buon allenamento and Rollin’!

Street Fight Mentality & Fight Sport

Andrea

Andrea
Andreahttp://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!