in

La riapertura delle palestre di arti marziali e sport da combattimento nella fase 2 del Covid

Tutte le norme per la riapertura delle palestre e la ripresa degli sport da combattimento nella fase 2 del Covid in Italia

Lingua: Italiano Inglese

covid19-5142541_1280-e1591539351356 La riapertura delle palestre di arti marziali e sport da combattimento nella fase 2 del Covid

La riapertura delle palestre di arti marziali e sport da combattimento nella fase 2 del Covid.

La fase 2 del Covid è iniziata e sembra che per il mondo degli sport da combattimento si possa iniziare una ripresa e ripartenza dopo la chiusura obbligatoria anche se con delle oggettive difficoltà.

Si può riprendere gli allenamenti in palestra dal 25 maggio ma rimane l’obbligo del distanziamento sociale che impedisce la pratica del contatto.

Quindi con questa riapertura delle palestre si potranno fare allenamenti di vuoto, al sacco, preparazione atletica, ecc. ma niente contatto di lotta a terra o di sparring.

Bisogna rispettare scrupolose ed attente disposizioni per la riapertura della palestra:

  1. Non bere dalla stessa bottiglietta/borraccia/bicchiere né in gara né in allenamento, utilizzando sempre bicchieri monouso o una bottiglietta nominale o comunque personalizzata, e non scambiare con i compagni altri oggetti (caschetto, guantoni, parastinchi, asciugamani, accappatoi, ecc.);
  2. Evitare di consumare cibo negli spogliatoi;
  3. Riporre oggetti e indumenti personali nelle proprie borse, evitando di lasciarli esposti;
  4. Buttare subito in apposti contenitori i fazzoletti di carta, o altri materiali usati come bende, cerotti etc.
  5. Lavarsi accuratamente le mani il più spesso possibile. Vanno lavate con acqua e sapone per almeno 60 secondi e poi, dopo averle sciacquate abbondantemente, asciugate con una salvietta monouso; se non sono disponibili acqua e sapone è possibile utilizzare un disinfettante a base di alcool al 60% (per 40 secondi);
  6. Evitare, nell’utilizzo dei servizi igienici comuni, di toccare il rubinetto, prima e dopo essersi lavate le mani, ma utilizzare salviette monouso per la sua apertura e chiusura;
  7. Dotare gli ambienti comuni, gli spogliatoi e i servizi igienici di dispenser per l’erogazione di soluzioni detergenti disinfettanti;
  8. Assolutamente non toccarsi gli occhi, le mani e la bocca con mani non lavate;
  9. Coprirsi la bocca e il naso con un fazzoletto, preferibilmente monouso, o con in braccio, ma non con la mano nel caso si tossisca o starnutisca;
  10. Arieggiare tutti i locali il più spesso possibile;
  11. Disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, maniglie, docce servizi igienici con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75% , acido paracetico e cloroformio.

fitness-863081_1280 La riapertura delle palestre di arti marziali e sport da combattimento nella fase 2 del Covid

Bisogna rispettare scrupolose ed attente disposizioni per gli atleti:

  • Rispetta le disposizioni Statali, Regionali e Locali;
  • Non uscire di casa se hai sintomi influenzali sospetti e/o se hai una temperatura superiore a 37,5°;
  • In palestra compila l’auto dichiarazione (Modello Autocertificazione Atleti)
  • Disinfetta a fondo la tua attrezzatura da allenamento;
  • Porta un paio di scarpe da cambiare e usare solo in palestra;
  • Rispetta in ogni momento la distanza di sicurezza (1 metro con mascherina negli spazi comuni e minimo 2 metri in allenamento);
  • Disinfetta sempre gli eventuali attrezzi prima di ogni uso;
  • Usa sempre la tua bottiglia e non scambiare MAI nessun oggetto con altri;
  • Lava e disinfetta accuratamente le mani dopo ogni esercizio e prima di toccarti la faccia;
  • Fare la doccia a casa.

Documento-Autocertificazione-Covid La riapertura delle palestre di arti marziali e sport da combattimento nella fase 2 del Covid

Accesso degli accompagnatori con la riapertura delle palestre

  • Si raccomanda la non permanenza nei luoghi di allenamento se non strettamente necessari.
  • Non aver nessun sintomo influenzale;
  • Farsi registrare in reception con auto dichiarazione.
  • Categoricamente si vieta l’uso degli spazi e delle aree riservate agli atleti;
  • vietato l’uso dei servizi igienici se non quelli eventualmente predisposti per il pubblico;
  • vietato consumare cibi e bevande fuori dalle aree eventualmente indicate.

travel-933171_1280 La riapertura delle palestre di arti marziali e sport da combattimento nella fase 2 del Covid

Normativa per la riapertura della palestra

Attività di sanificazione Ordinaria e Giornaliera

  • Effettuare dapprima una pulizia generale e dettagliata con acqua e detergenti;
  • Sanificare TUTTI gli ambienti e TUTTE le attrezzature con prodotti specifici (ipoclorito di sodio 0,1% o soluzioni idroalcoliche con concentrazione di alcool di almeno il 70% per superfici che possono essere danneggiate da ipoclorito di sodio);
  • Disinfettare periodicamente tavoli, panche, sedie, attaccapanni, pavimenti, rubinetti, maniglie, servizi igienici, superfici di appoggio, computer, apparecchi telefonici, citofoni, comandi, display e tasti di distributori bevande/snack ecc. ecc. con soluzioni disinfettanti a base di candeggina o cloro, solventi, etanolo al 75%, acido paracetico e cloroformio;
  • Predisporre sufficienti contenitori per la raccolta di tutto il materiale monouso degli utenti (fazzolettini, mascherine, bottiglie ecc. ecc.);

Sanificazione straordinaria certificata

In caso di accertata presenza di una persona affetta da Covid-19 all’interno dei locali, si dovrà obbligatoriamente procedere alla Sanificazione straordinaria certificata e alla conseguente ventilazione adeguata secondo le disposizioni della circolare n. 5443 del 22 Febbraio 2020 del Ministero della Salute.

Protocollo allenamenti consigliati con questa riapertura delle palestre

Prima settimana: sedute di preparazione atletica e tecnica individuale (possibilmente all’aperto). Le sedute in palestra vanno fatte in modo che i macchinari, gli attrezzi e gli atleti siano ad una distanza maggiore ai due metri.

Seconda e terza settimana: progressione del lavoro tecnico di condizionamento, aumento del carico di lavoro, inserire esercizi specifici della disciplina esercitata, simulazione di sequenze ecc .

Ad ogni modo rifarsi:

• Ai protocolli aggiornati, emanati e pubblicati da parte degli Organi di Governo Nazionali, Regionali e Locali.

 

Conclusioni

Un passo in avanti nonostante le difficoltà e le forti limitazioni sicuramente non permettono di fare un allenamento a 360 gradi ma è comunque un modo per riprendere il lavoro di preparazione atletica e di “respirare” di nuovo l’odore della palestra e rivedere i propri amici di allenamento.

Stay Tuned!

Street Fight Mentality & Fight Sport

Lingua: Italiano Inglese

What do you think?

Written by Andrea

Istruttore e appassionato di arti marziali del Sud Est Asiatico e Fight Sport.

AM Praticate: Boxing, Kali, Muay Thai, Silat, Jeet Kune Do, BJJ, CSW, MMA, Self Defence, Fencing Knife, Stick Fighting.

Street Fight Mentality & Fight Sport!

State Of Love And Trust!

Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Loading…

0
arts-4838225_1920

Lottare per dimagrire

Integratori per fighter

Integratori alimentari per fighter