giovedì, Giugno 20, 2024
spot_img
spot_img

Random Post This Week

spot_img

Related Posts

L’arte marziale più efficace per la difesa personale

arte marziale più efficace
L’arte marziale più efficace per la difesa personale, le 7+1 arti marziali che devi assolutamente conoscere.

Ora il panorama delle arti marziali è vastissimo.

In questo articolo ti ho elencato le arti marziali esistenti nel mondo divise per aree geografiche, come puoi vedere sono moltissime perchè ogni popolo e nazione in base alla propria cultura e le influenze dei paesi vicino ha sviluppato dei propri sistemi per difendersi.

Alcuni sistemi hanno continuato ad evolversi, altri purtroppo si sono persi ma ci sono tra le centinaia di sistemi alcuni che oggi rappresentano una sorta di passaggio obbligato nella tua esperienza se vuoi affrontare a 360 gradi ma per come la vedo io in maniera 3D (tridimensionale) il combattimento e la difesa personale.

Trascurare alcuni aspetti significa avere una lacuna che è plausibile ma voglio che ne sei consapevole e che lavori per colmarla.

Le arti marziali tradizionali e non

Una prima suddivisione importante è tra le arti marziali tradizionali e non tradizionali dove già esiste una grossa distinzione ma la distinzione ancora più importante ritengo che sia tra lo sport e la difesa personale.

Come sai il “taglio” di questo blog non è sulle arti marziali tradizionali ma è sulla difesa personale (nel senso più diretto  e ampio del termine) e sugli sport da combattimento (come la Muay Thai, il Pugilato, il Brazilian Jiu Jitsu e le MMA) ma voglio che anche se tu pratichi sistemi tradizionali segui questo blog perchè sono sicuro che troverai spunti interessanti da applicare nella tua arte e perchè so che indipendentemente da quello che si pensa la grossa differenza sta nel modo con cui alleni le cose.

Spesso le arti marziali più efficaci lo sono non per i tipo di colpi comuni spesso a tutti i sistemi ma nel mondo in cui allenano questi colpi e all’approccio che hanno allo studio e al combattimento.

La parte più complicata per rendere una arte marziale efficace è il metodo, questa è la parte più complicata di un maestro o di un allenatore.

Come ormai sai se segui il blog è inutile parlare di difesa personale senza allenarla realmente e l’unico modo per farlo è passando attraverso lo sport e attraverso l’utilizzo di protezioni ma per quanto una simulazione può essere estremizzata non avrà mai la carica emotiva e adrenalinica di una situazione reale, ma la vera fortuna è allenarla ma non provarla mai.

arte marziale più efficace

Ps. In questo articolo ti spiegavo il mio pensiero Street o sport – il falso problema che divide!

Anche se il panorama marziale è enorme, sono consapevole ed è giusto che tu segui il tuo percorso e il tuo interesse, ma ci sono delle arti marziali che non puoi non praticare.

Lo so è impegnativo, ma il tuo percorso marziale deve avere nel tempo dei passaggi obbligati se vuoi veramente progredire.

Quello che ti sto dicendo non è una mia opinione ma è il risultato di una selezione naturale che è avvenuta in scontri reali e che hanno portato a una piccola lista propedeutica se vuoi essere un ottimo fighter sportivo ma ancora in qualche modo “più importante” se vuoi diventare un esperto di difesa personale, un campo ancora più vasto per le variabili in gioco.

L'arte marziale più efficace per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Queste sono le specialità che devi imparare:

1 – Muay Thai

2 – Boxing and Dirty Boxing

3 – Jeet Kune Do

4 – Jiu Jitsu

5 – M.M.A. (Mixed Martial Arts – Arti Marziali Miste)

6 – Kali Filippino

7 – Krav Maga

+1 –> La scherma corta di coltello

Ora come puoi ben capire il percorso è complesso e richiede un impegno importante, ma il percorso marziale dura una vita e tutti i sistemi si fondono insieme, non sono slegati e la curva di apprendimento con il tempo sale perchè le tue capacità migliorano e perchè hai una comprensione delle tue biomeccaniche e dei movimenti più consapevoli.

Questo si traduce in una migliore capacità di apprendimento che ti semplifica il lavoro rispetto a quando sei un principiante.

Ora se sei un principiante sai da dove partire senza perdere tempo ma rispetta sempre il tuo gusto ma non restare mai nella tua zona di confort.

L’età e la scelta dell’arte

Come puoi immaginare l’età non gioca mai a tuo favore in questo tipo di attività quindi il mio consiglio è pratica lo sport da combattimento da giovane (boxing, Muay Thai, Jiu Jitsu, MMA) e nel frattempo approda anche nella difesa personale e crescendo esplora sempre più in profondità i sistemi di difesa personale.

Ps. Nulla vieta di fare diversamente però è importante che dedichi del tempo a queste discipline e te lo dico già, non basta tre volte alla settimana 1,5 ore, ma quando sei più giovane te lo puoi permettere crescendo gli impegni cambiano e capisco che è complicato ma comunque devi partire da dove sei.

Imparare la Muay Thai o il Brazilian Jiu Jitsu a 40 anni lo puoi fare ma ci sono delle cose che limitano il tuo approccio a meno che tu non sia sempre stato un super sportivo, ma ricordati che anche se sei già “maturo” e il tuo percorso è la difesa personale non puoi non integrare sport come il Pugilato e la Muay Thai, e almeno le tecniche della cintura blu del Brazilian Jiu Jitsu.

Il perchè queste 7 arti + 1?

Semplice,  lì trovi tutto quello che ti serve indipendentemente dai tuoi gusti.

Attenzione, non significa che non lo puoi trovare in altre arti, ma come metodo ,approccio, specificità lì trovi tutto quello che serve per poter diventare efficace.

Non mi piace l’approccio alle arti marziali cinematografico e con uno studio esagerato della tecnica senza la vera pratica che è il combattimento e lo sparring.

Lo studio della tecnica è la base, il principio, l’ inizio, anzi per come la vedo io non hai fatto ancora nulla.

Troppo spesso vedo un approccio troppo sbilanciato verso la tecnica e poco nell’applicazione pratica anche se tanti sostengono il contrario ma siamo stati tutti nelle palestre e lo vediamo.

Non serve che menti a te stesso.

L'arte marziale più efficace per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

La programmazione della formazione

Non critico chi gestisce la didattica in termini troppo didattici, ma il mio approccio e differente, basato su una didattica e programmazione di allenamenti scritta e programmata in base a livelli, facendo un vero e proprio bilanciamento delle competenze e delle capacità atletiche.

Devo vedere che Tu progredisci e di conseguenza anche io.

Ps. L’approccio leggero c’è anche per una ragione di sicurezza, dove le palestre non vogliono problemi e non tutte le persone accettano di fare sparring realmente, e questo porta a fare un sbilanciamento delle lezioni troppo verso il “basso” lasciando spazio alla teoria (anche se fatta di pratica) ma che non è combattimento, il mio obiettivo non è renderti bello da vedere ma efficace e anche bello da vedere :-).

 

Ora le brevi descrizioni che seguiranno non vogliono essere un trattato ma una breve illustrazione del perchè queste 7 + 1 arti sono importanti se le inserisci nel tuo background:

Muay Thai: utilizzi colpi di pugno, di gomito, di ginocchio, di calcio e il famoso clinch.

Boxing: è la scuola per imparare la distanza media, non puoi non fare pugilato.

L'arte marziale più efficace per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Jeet Kune Do: è un vero e proprio studio del combattimento perchè non sono i colpi in che contiene l’arte di per se ma il suo approccio, come usarli, le 5 vie di attacco, le strategie, lo studio delle economie di movimento e del timing ( ps. serve una scuola seria).

Ci sarebbe da parlare molto ma è una vero e proprio laboratorio di studio degli “ingredienti” marziali.

arte marziale più efficace

Jiu Jitsu con Gi e No Gi: i sistemi di lotta a terra in generale, NON li puoi escludere dalla tua formazione.

Chi ti dice il contrario non conosce la realtà della difesa personale e non conosce la pericolosità dei sistemi di lotta in più il Brazilian Jiu Jitsu utilizzando il gi (kimono) ti permette di imparare a utilizzare gli abbigliamenti a tuo favore per controllare, bloccare, soffocare.

arte marziale più efficace

MMA: le arti marziali miste legano tutte le transizioni, in piedi, a terra, le proiezioni, ecc.

E’ la cosa che si avvicina di più alla realtà rimanendo nello sport ed escludendo le armi.

L’apertura mentale di questo sport ti aiuta ad aumentare la visione tridimensionale del combattimento.

Kali Filippino: ti permette di esplorare molti dei settori a mano nuda e con le armi, uno dei sistemi marziali più completi per la difesa personale, non è solo bastone ma sicuramente ti permette di comprenderne le sue potenzialità e di esplorarne il combattimento.

Le 12 aree del Kali filippino  ti fanno rendere conto della vastità di questo sistema e chi ti dice che il kali è il combattimento con il bastone non sa nulla, è uno dei sistemi di combattimento più completi al mondo.

continuiamo ..

Krav Maga: ti insegna il maneggio delle armi da fuoco e ti fornisce anche delle conoscenze sulla prevenzione da possibili scenari di violenza evitando di esporti a pericoli e tecniche di de-escalation da aggressori.

Allenamenti di drills sotto stress ti abitua a reagire anche in condizioni di sorpresa.

Ti fornisce una infarinatura generale dello striking e fa diversi studi situazionali di situazioni di difesa a mano nuda e armata. Inutile se non pratichi e integri anche sport da combattimento.

Chiaramente puoi anche fare un corso di tiro con professionisti di livello o frequentare corsi di difesa personale dove si trattano comunque tematiche sulla conoscenze e sulla prevenzione da possibili scenari di violenza, ecc.

Ps. Non sono un praticante di Krav Maga! E non sono un sostenitore di chi pensa di avere l’arte che ha dei diritti sugli altri su certe tematiche come quelle dell’autodifesa!

L'arte marziale più efficace per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

+1 –> La scherma corta di coltello: E’ qualcosa che devi fare a parte.

Ho aggiunto appositamente questo +1 perchè il combattimento di coltello è una delle questioni più complesse e controverse quando si parla di difesa personale.

Va studiata a parte anche se alcuni sistemi integrano lo studio del coltello ma la complessità richiede uno studio specifico anche se per esempio nel Kali Filippino è dato molto spazio e ha delle aree specifiche ma ritengo che sia necessario un focus ancora più mirato.

Va esplorato con approcci differenti, sul blog trovi diversi articoli sul tema.

L'arte marziale più efficace per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Conclusioni

Ora come puoi ben capire ognuna di queste ti fornisce delle caratteristiche necessarie che è necessario che tu abbia, non le puoi escludere perchè ti mancherebbe un tassello importante.

Esplora i tuoi interessi e anche altre arti marziali, anche io lo faccio, ma non escludere nel tuo percorso lo studio di queste!!

Buon viaggio, io seguo questo “percorso”, se anche tu vai in quella direzione sono con te!!

Stay Tuned!

Street Fight Mentality & Fight Sport!

Andrea

Andrea
Andreahttp://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

12 COMMENTS

  1. Ciao! sono indeciso su cosa inizare a praticare, se il jeet kune do( il maestro unisce kali filippino ed il kung fu di lee) o la krav maga! non riesco a capire quale delle due potrebbe darmi i mezzi giusti( e forse piu immediati) per cavarmela per strada…anche in situazioni brutte brutte! il maestro di krav sembra molto competente e ci sarebbe tutta quella parte di “pressione psicologica” durante le lezioni che FORSE non ci sarebbe nelle lezioni di jeet kune do…consigli?! grazie, Alessandro!

    • Ciao Alessandro, sono due percorsi differenti. Il mio consiglio è quello di afforntare un percorso marziale come ho scritto nell’articolo, dal mio punto di vista il Jeet Kune Do o il Krav Maga vanno inseriti all’interno di un percorso. Il Jeet Kune do è un vero e proprio studio del combattimento (se fatto seriamente) mentre il Krav Maga è qualcosa che può essere utile se hai un passato marziale e vuoi dare enfasi ad alcuni aspetti legati alla difesa personale non solo dal punto di vista del combattimento ma per quanto riguarda l’utilizzo delle armi da fuoco e i comportamenti psicologici, le tipologie di aggressione, l’attenzione al contesto, le tecniche di de-escalation ( nel mio blog troverai molti articoli a riguardo.

      La mia visione mariale è quella di un percorso, imparare a difendersi in fretta è una bugie che raccontano per vendere i corsi, ma è qualcosa che si costruisce con un metodo didattico studiato e professionale, non è qualcosa che si può improvvisare e dipende anche molto da te, dal tuo impegno, non è l’arte marziale che fa la differenza ma sei tu, di conseguenza persone diverse hanno bisogno di percorsi differenti.

  2. ciao,

    ho 43 anni ed ho iniziato a praticare il Taekwondo a 40 anni, anche se ho avuto esperienze di kick boxing da giovane, e mi rendo conto di avere limiti fisici notevoli rispetto ad un ragazzo di 20, primi tra tutti la elasticità e la velocità, poi altrettanto importante la capacità di recupero.

    Naturalmente non mi sento un rottame, ma quando approccio il combattimento in palestra con chi è molto più giovane mi rendo conto di quanto io sia in difficoltà se non ci metto del mio.

    Per metterci del mio intendo che a 40 anni probabilmente sei più pesante e lento di un ragazzo di 20, ma hai molta più capacità di giudizio e ti impressioni di meno se prendi colpi anche pesanti.

    Quindi al di la del fatto che posso essere meno tecnico e fantasioso di un ventenne per questioni fisiche in realtà poi riesco bene perché sono molto più efficace e resistente sulla corta distanza, e so gestire bene le mie risorse.

    Chiaramente mi pesa non poter fare quello che il mio cervello vorrebbe far fare al mio corpo 🙂 mi manca molto non riuscire ad essere agile, non riuscire a fare la spaccata, avere sempre quel doloretto al ginocchio sinistro… ma alla fine mi rendo conto che sto “modificando” il taekwondo che mi viene insegnato in palestra modellandolo sul mio fisico, per rendere le mie prestazioni ugualmente efficaci.

    Probabilmente 3 allenamenti a settimana sono pichi, ma il tempo per allenarsi di più non c’è…

    Come potrei dare di più in quelle 2h x 3 allenamenti? Con cosa potrei integrare?

    Grazie in Anticipo

    Fabrizio

    • Ciao Fabrizio, interessante la tua osservazione sull’adattamento tecnico in base alla tua attuale condizione fisica. Non conoscendoti personalmente non posso sbilanciarmi a darti dei consigli tecnici sulla tua preparazioen atletica ma quello che ti consiglio è di inserire allenamenti di condizionamento e potenziamento inerenti ai movimenti che pratichi e su cui ritieni di avere più difficoltà nella tua arte. Sicuramente quando fai le tecniche senti quali muscili vengono maggiormente coinvolti e dove perdi di stabilizzazione, su quel punto, in cui “perdi” esplosività, equilibrio, precisione è lì che devi lavorare.

      Un mio consiglio nella preparazione atletica NON conoscendoti è quella di non strafare ma aggiungere solo una sessione specifica perchè devi arrivare sempre al top nelle sessioni di allenamento in palestra. Questa è una valutazione che devi fare tu in base a come ti senti. Per esempio potresti iniziare aggiungendo una sessioe il sabato mattina ma focalizzala sul lavoro che ti ho detto, lavora sul potenziamento dei fondamentali.

      Ps. Non ho parlato di attività aerobica perchè mi è sembrato di capire che non è quell’aspetto su cui vuoi lavorare.

  3. Ciao,
    Io pratico kali +silath ( facciamo anche un po’ di scherma di coltello) ed integro con il Systema russo. Credi che il mio percorso sia abbastanza completo o che manchi di qualcosa?
    Grazie in anticipo per la risposta

    • Ciao Attilio, quello che puoi inserire è della lotta a terra nello specifico come grappling o Jiu Jitsu, evenatualmente del Sambo se ti piacciono le arti russe.
      Considera che la parte di Dumog del Kali o del Silat anche se molto efficaci sono pensate con un approccio di finalizzazione a terra partendo da in piedi, ma una specializzazione di vera lotta a terra è diversa. Questo è il mio consiglio.

      Ps. Praticate anche il Panantukan?

  4. ciao, io pratico da 20 anni karate tradizionale shotokan con soddisfazione in quanto è un’ arte marziale (se eseguita coi dettami) che migliora non solo il fisico ma anche la mente (determinazione incrollabile).
    In realtà lo studio e la pratica delle arti marziali è per tutta la vita, non si finisce mai di imparare………… si costruisce il castello e si butta giù e si ricostruisce…
    La mia idea è quella di affiancare a questa un’altra arte così da migliorare e imparare altro complementare senza stravolgere il lavoro fatto fin ora. Ho un fisico longilineo veloce e elastico (73 kg altezza 1.79).(nel Kumite dicono che sono come una iena, un veleno. amo cambiare posizioni con movimenti ruotare attaccare alto basso e ho un buona scelta di tempo e idea della distanza “mai”.)nonostante i miei 45 anni.L’idea è qualcosa x difesa da aggressioni (non amo lotta a terra visto anche il mio fisico)…..ti chiedo un consiglio tecnico che mi possa essere d’aiuto.

    • Ciao Maurizio, se la tua idea è legata alla difesa da aggressioni devi fare un’arte orientata alla difesa personale per andare ad analizzare diverse aree di lavoro di cui parlo molto nel blog.

      Per chi è un praticante di karate può essere anche interessante lo studio delle armi come il kali o la scherma corta.

      Come vedi rimane la mia idea esposta nell’articolo.

      Andrea

      Ps. Non dovresti avere questa credenza limitante per la lotta visto il tuo fisico longiline ed è un’area di lavoro molto efficace e interessante.

  5. ti ringrazio delle informazioni. Si in effetti la mia idea era più sulla difesa da aggressione nel senso che già pratico combattimenti (in cui negli anni da agonista mi sono rotto denti dita mani e piedi ecc….eseguendo il tradizionale senza limiti di peso e mani nude. ormai quasi più praticato nelle palestre)con persone molto più prestanti fisicamente (oltre 100 kg e forti).ma l’idea di una aggressione peggio se premeditato è ben altro…..me ne rendo conto soprattutto se da persona/e prestanti fisicamente (oltre 100kg e forti ) che se mi bloccano all’improvviso con la loro forza diventa complicato……..peggio se con il coltello………….. quindi dalle tue indicazioni dovrei integrare con qualcosa x difesa da armi e lotta. O devo eseguire altre 2 arti oppure esiste 1 che fa da entrambe? il kali dovrebbe essere completa x armi e mani nude.abito a milano e di palestre ce ne sono tante di difesa personale e altro ma come sai di buone poche………. vista la mia età non più giovanissima mi attira molto corsi di alto livello di expert fighting seguiti da persone preparate come te….che insegnano le tecniche più efficaci di varie discipline così da imparare a difendersi in piedi, da armi e a terra e questo il mio obiettivo a 360°.grazie il tuo sito molto interessante

    • Dare dei consigli non conoscendoti di persona non è mai qualcosa di semplice. Quello che posso dirti è andare a lavorare su dei settori che non hai mai fatto come l’utilizzo delle armi se ritieni che la lotta non sia adatta per te, ma una cosa importante fai qualcosa che ti attira veramente, che ti diverte.

      In effetti in expertfighting facciamo moltissimo lavoro con persone over 40 che vogliono imparare o approfondire in maniera diversa l’approccio alle arti marziali, è una scelta che abbiamo fatto, nato in qualche modo come una sfida per fare comprendere che con le dovute proporzioni si può imparare a tutte le età le arti marziali (certo senza la pretesa di andare a fare agonismo, ma chissà..)

      Stiamo lavorando su un progetto importante ma è anora tropo presto per svelarlo.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!