HomeFight SportTecnica & TrainingLe combinazioni classiche sono prevedibili

Le combinazioni classiche sono prevedibili

Sfera cristallo appoggiata su mano

Le combinazioni classiche sono prevedibili.

Con il tempo ti accorgerai anche tu che nella tua palestra dove ti alleni con i tuoi compagni di allenamento con lo stesso metodo e le stesse combinazioni come sarà sempre più difficile sorprendere in sparring i tuoi avversari e la differenza la farà principalmente la preparazione atletica.

Questo perché tutti quanti vi allenate con le stesse combinazioni “classiche” e alle sue difese.

 

“L’abitudine e la prevedibilità uccidono non solo la passione ma anche il godimento, che è parente della sorpresa”.

 

Se vuoi veramente essere efficace devi spezzare queste metodologie di lavoro e approccio andando a creare dei nuovi paradigmi che vanno a rompere o aprire le difese del tuo avversario sorprendendolo.

Le combinazioni classiche

Spesso sul blog ti ho proposto delle combinazioni da fare per allenare lo striking, solo di braccia o braccia e gambe, ma se ti ricordi ho anche spesso detto e fatto il punto sulla necessità di costruire un proprio set personale di combinazioni se vuoi veramente fare dei passi avanti.

Si tratta di suggerimenti utili per allenarsi facendo qualcosa che abbia un senso logico.

Ognuno di noi ha delle caratteristiche nello striking che vanno enfatizzate e che non è detto che coincidono con quelle che usi didatticamente nella tua palestra perchè a meno di fare un lavoro specifico su di te, tutti farete la stessa cosa.

Ora questo non significa non studiare le combinazioni classiche che devi assimilare e rendere naturali ma con il tempo devi costruire e testare ai pao, al sacco e nello sparring delle tue combinazioni se non vuoi rimanere “piantato”.

 

“Ricordati che è quello che non ti aspetti che ti sorprende e nel caso dello sport da combattimento ti colpisce”.

 

Si tratta di passare a un approccio più dinamico e meno tradizionale che spesso si instaura per semplificare il lavoro in palestra.

Lo studio dell’avversario

Se conosci il tuo avversario è ancora meglio perchè se lo conosci puoi studiare le sue combinazioni o strategie che ha già usato in altri match e usare questo per costruire strategie e combinazioni che vanno a rompere gli schemi del tuo avversario.

Questo ti permette di colpire con efficacia proprio sui suoi colpi di apertura o rendendo poco efficaci le sue combinazioni con uscite e difese che hai allenato molto per renderle efficienti sotto la raffica di colpi.

C’è un video bellissimo dove si vede la preparazione fatta da Marquez e il suo allenatore proprio per evitare il famoso Jab fulmineo del mancino Manny Paquiao e entrare con un colpo di anticipo schivando il suo Jab e che poi è risultato proprio il colpo da KO del messicano.

Le combinazioni classiche sono prevedibili Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight SportTutto questo non è semplice e richiede una buona lucidità mentale e calma nel costruire una scheda di combinazioni calibrata su di te, un lavoro che puoi fare con il tuo allenatore o da solo ma che ti farà comprendere meglio come sei tu veramente.

Le caratteristiche dei tuoi colpi per esaltarne l’efficacia all’interno delle combinazioni e sorprendere l’avversario.

 

Ps. Ora devi fare attenzione perchè non significa che non vanno tirate e usate le combinazioni classiche perchè comunque rimangono e sono i fondamentali ma impara a usarle mischiandole e non in maniera ripetitiva!

 

Buono studio!

Street Fight Mentality & Fight Sport

Andrea

Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea
RELATED ARTICLES

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Most Popular

Recent Comments

Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Angus Balboa on CorBag
Tor Carbone CrossFit on Crossfit per le arti marziali?
Andrea Resta on La ruota per addominali
Felicia Slivka on Kino Mutai
Vilfredo on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Maurizio Vorzitelli on La geografia delle arti marziali
Roberto on Plastic Knuckle
dolore al ginocchio on L’igiene personale nel BJJ
corrado cobianchi on NiteCore Titanium 120 dB
The Who on Karambit
Eliza on Karambit
Giovanni on Karambit
Graciela on Karambit
Thako Jiu Jiutsu on Famosi Kimono per il BJJ
dolore al ginocchio on Pugno al mento
Adrianna on Pugno al mento
Medical center on Pugno al mento
error: Content is protected !!