HomeSelf DefenceDifesa PersonaleL'ombrello da pioggia e la difesa personale

L’ombrello da pioggia e la difesa personale

L'ombrello da pioggia e la difesa personale

L’ombrello da pioggia e la difesa personale

L’ombrello da pioggia e la difesa personale non è una novità.

Un semplice ombrello ha la capacità di essere una straordinaria arma di autodifesa quotidiana e ci molti modi in cui puoi usare il tuo ombrello per difenderti da un aggressore!

“L’ombrello da autodifesa non è quindi solo per la pioggia, il sole e tutto il resto”

Sappiamo tutti che gli ombrelli vengono usati per tenerci asciutti quando piove o darci ombra quando il sole è altissimo (questo si vede poco in Italia ma di più in sud america) ma probabilmente uno degli usi più rari per fortuna ma efficaci di un ombrello è l’autodifesa.

Chiaramente non significa che se vieni aggredito di colpo hai la conoscenza di come usarlo, questo strumento improvvisato necessita comunque di una formazione per un corretto utilizzo tecnico nel colpire il bersaglio, per usarlo alla corretta distanza in diversi modi e per comprendere le sue aree di maggiore impatto e come utilizzarle.

Quando ti ritrovi intrappolato in una situazione dove sei aggredito, minacciato, o che ti inseguono ma con te non hai un coltello, una pistola o spray al peperoncino, uno dei modi per proteggerti è usare se c’è l’hai con te il tuo ombrello.

Un’arte antica della nobiltà

Non si tratta di qualcosa di nuova ma già la vecchia nobiltà faceva uso di questi strumenti usati anche da passeggio e modificati per essere utilizzati anche per la difesa andando a sviluppare una vera e propria arte marziale.

Non a caso gli ombrelli artigianali spesso danno la possibilità di inserire elementi come l’asta, punta e manico personalizzati come forma e come capacità di impatto, oltre che stoffe personalizzate.

Ora come puoi immaginare la scelta del tuo ombrello non deve essere solo più basata sul colore ma su alcune sue caratteristiche al punto che una azienda americana ha creato un vero e proprio ombrello da difesa personale!

Con questo utilizzo non convenzionale di seguito ti racconto i modi di utilizzare un ombrello come arma, in modo da poter essere usato per aiutarti a sopravvivere se hai la sfortuna di trovarti in una situazione di aggressione.

Chiaramente una corretta formazione rende un oggetto semplice pur riducendone l’efficacia di impatto e penetrazione di una vera arma comunque estremamente pericoloso e in grado di fare danni molto importanti.

Lo stesso ombrello che viene usato dai servizi di sicurezza del presidente degli Stati Uniti che è studiato con materiali e tessuti che possono proteggere anche d proiettili e acidi, oltre che essere usati per altre funzioni.

1. Usa l’ombrello nel close combat

ombrella
Gli ombrelli sono stati l’arma di autodifesa dei “gentiluomini” del passato sotto forma di un’arte marziale nota come Bartitsu che usa bastoni da passeggio o ombrelli come prima linea di difesa.

Ci sono molte cose che puoi fare quando si tratta di combattimenti ravvicinati (close combat) ma senza essere troppo “stravagante”, il modo migliore di usare il tuo ombrello è di usarlo come un bastone per colpire ma lo puoi anche usare oltre che per colpire anche per afferrare, oscillare l’ombrello per tenere la distanza, per distrarre e colpire l’aggressore.

Puoi anche usare il gancio per inciampare, intrappolare o soffocare il tuo aggressore se ne conosci la tecnica ma il modo più semplice è colpire come un bastone.

Difendersi è ancora meglio se usi l’Ombrello Unbreakable.

Questo ombrello è un’arma d’impatto fenomenale perchè è duro come un tubo d’acciaio e non si spezzerà quando colpisci ma è leggero il che lo rende facile da trasportare come arma.

L’ Unbreakable Umbrella è un “particolare mix di eleganza signorile e armi agghiaccianti”.

Costa di più di un normale ombrello, ma vale ogni euro speso.

 

2. Usa un ombrello per autodifesa di punta

ombrello
L’uso di ombrelli di punta è un modo molto pericoloso di usarlo, soprattutto se la punta è marcata e si è precisi.

Purtroppo la cronaca nera italiana si è macchiata di un delitto per futili motivi dove l’arma è stata proprio un ombrello usato di punta.

La punta dell’ombrello è molto efficace usata sui bersagli primari:

  • Di punta agli occhi
  • Con la punta alla gola
  • Di punta ai genitali

Utile anche per mantenere la distanza.

Richiede maggiore precisione ma è molto efficace.

Attenzione perchè puoi fare danni molto importanti!.

L'ombrello da pioggia e la difesa personale

3. L’ombrello con arma da taglio

Può sembrare un normale ombrello, ma nascosto all’interno è un’arma per autodifesa da taglio.

Quando si sgancia la maniglia del manico, viene rivelata un’arma da taglio che può contrastare i potenziali aggressori dall’esecuzione del loro piano sinistro.

Ps. Il sistema di sgancio lo trovo poco adatto ad un uso sotto stress! Va bene se ti senti in pericolo e già ne prevedi l’utilizzo.

Puoi trasportare di nascosto una piccola daga per proteggere te stesso ovunque e in qualsiasi momento, è uno strumento usato molto nel passato ed una delle armi nascoste ideali che può salvarti la vita quando ne hai più bisogno ma è totalmente illegale.

Visto che si tratta di un oggetto illegale al trasporto e che ti mette potenzialmente a rischio di denuncia ti consiglio un ombrello tradizionale cercato con delle caratteristiche di impatto o l’unbreakable umbrella che può essere anche trasportato su un aereo legalmente.

Ps. E’ possibile scegliere la versione con il peperoncino spray che lo rende legale.

4. L’ombrello come arma

usare un ombrello per autodifesaL’uso di ombrelli armati è stato una parte della cultura cinematografica per molto tempo ormai.

Il nemico acerrimo di Batman, il pinguino, ha una collezione di ombrelli che si trasformano in armi.

E’ pieno di film di azione e spionaggio dove si vede l’ombrello trasformarsi in un arma.

Nel mondo reale, risulta che alcuni ombrelli trasformati in armi da fuoco non sono solo finzione.

C’è stato questo particolare episodio in cui un romanziere bulgaro e dissidente politico di nome Georgi Markov è stato assassinato con l’uso di un arma da fuoco a ombrello nel 1978.

L’ombrello armato ha una pallottola avvelenata che ha colpito la coscia di Markov, causando la sua imminente morte.

Secondo investigatori e scienziati, era un ombrello modificato che aveva un cilindro di aria compressa che scaricava il pellet nella canna dopo aver premuto il grilletto.

Il grilletto nascosto si trovava nella maniglia dell’ombrello.

Devi essere una esperto nel fabbricare armi per costruire una pistola a ombrello.

Chissà se tra i dispositivi dati in dotazione di agenti segreti o spie sia usato l’ombrello per occultare armi.

Anche se non è inverosimile, si tratta comunque di armi.

Cronaca italiana:

Reggio Calabria 5 febbraio 2013.

Un uomo di 65 anni, Antonio Fiore, vedovo, pensionato idraulico, è stato arrestato a Villa San Giovanni dalla Polizia che nel corso di una perquisizione domiciliare ha rinvenuto un laboratorio artigianale dove comunissimi ombrelli e bastoni da passeggio venivano trasformati in fucili rudimentali.

Ad arrestare Fiore sono stati gli agenti del commissariato di Villa, diretto dal vice questore aggiunto Vincenzo Cimino, con la collaborazione della Squadra Mobile di Reggio Calabria diretta dal primo dirigente Gennaro Semeraro.

Nel laboratorio sono stati sequestrati: 2 ombrelli modificati in armi da fuoco, 3 bastoni da passeggio modificati in armi da fuoco, 2 bastoni da passeggio modificati in armi da punta e taglio con lama estraibile occultata, 3 pistole realizzate assemblando tubi metallici di tipo idraulico, 1 arma lunga da sparo realizzata assemblando tubi metallici di tipo idraulico, 8 cartucce di vario calibro per pistola inserite nelle armi sequestrate, 1 cartuccia per fucile cal. 12, un tornio, attrezzi vari, numerosi tubi metallici di varie dimensioni in parte già sezionati e lavorati, materiali e prodotti di vario genere utili alla produzione delle armi.

L’uomo, arrestato per fabbricazione e detenzione di armi clandestine da sparo, da punta e da taglio, è stato posto agli arresti domiciliari in quanto affetto da gravi problemi di salute.

Adesso le armi rudimentali saranno esaminate dagli specialisti della sezione balistica del Gabinetto regionale di polizia scientifica, diretto dal vice questore aggiunto Diego Trotta, che dovranno verificare le caratteristiche e la potenzialità offensiva delle armi.

Sono in corso indagini volte ad accertare se le armi fossero destinate alla criminalità organizzata.

L'ombrello da pioggia e la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Cerchi altri modi per usare un ombrello per autodifesa?

Presto dei video per impara alcune tecniche utili per difenderti da un aggressore!

In una situazione di sopravvivenza, non devi limitare l’uso dell’ombrello ad un uso tecnico singolo.

Esistono vari modi per utilizzare un ombrello per l’autodifesa sia in attacco che in difesa ma come tutte le cose necessita di una formazione.

Chiaramente è diverso se si ha un ombrello tradizionale o uno chiudibile.

Alcuni esempi:

  • Puoi usarlo per colpire come una mazza da baseball con il manico,
  • Puoi usarlo per colpire i bersagli primari,
  • Colpire di punta un aggressore,
  • Usarlo per proiettare,
  • Per applicare leve articolari,
  • Puoi usarlo per soffocarlo,
  • Per fare un clinch,
  • Come kubotan se è un ombrello corto,
  • ecc.

Ecco alcuni esempi di come potresti utilizzare un ombrello per la difesa personale:

  1. Colpire come una mazza da baseball: Puoi impugnare l’ombrello dal manico e colpire l’aggressore con la parte superiore dell’ombrello, utilizzandolo come una sorta di mazza da baseball. Questo può essere efficace per respingere l’aggressore e creare una distanza di sicurezza.
  2. Colpire i bersagli primari: Come hai menzionato, puoi mirare agli occhi, alla gola o ai genitali dell’aggressore per disorientarlo o rallentare l’attacco.
  3. Colpire di punta: Puoi utilizzare la punta dell’ombrello per colpire aree sensibili o punti di pressione sull’aggressore, come ginocchia o altre articolazioni, per indebolirlo e cercare di allontanarlo.
  4. Proiettare: In alcune situazioni, puoi utilizzare l’ombrello per spingere l’aggressore via da te, creando spazio per scappare o cercare aiuto.
  5. Leve articolari: Se hai una formazione adeguata, potresti essere in grado di applicare leve articolari sfruttando le caratteristiche dell’ombrello per immobilizzare l’aggressore.
  6. Soffocare: In situazioni estreme, potresti essere in grado di utilizzare l’ombrello per cercare di soffocare l’aggressore, ma questa è una manovra pericolosa che potrebbe causare danni gravi e dovrebbe essere usata solo come estremo rimedio.
  7. Clinch: Puoi utilizzare l’ombrello per mantenere una presa o una posizione di clinch con l’aggressore per limitare la sua mobilità e controllare la situazione.
  8. Kubotan: Se l’ombrello è corto e robusto, potrebbe essere usato in modo simile a un kubotan, un piccolo strumento di difesa personale progettato per applicare pressione sui punti di pressione dell’aggressore.

In ogni caso, è fondamentale sottolineare che la formazione è essenziale per utilizzare l’ombrello in modo efficace e sicuro per la difesa personale.

Prima di considerare l’uso di un ombrello in situazioni di pericolo, dovresti cercare istruzioni e formazione da professionisti esperti in autodifesa.

Inoltre, puoi prendere lezioni di arti marziali come Bartitsu per sfruttare correttamente il potere di un ombrello contro gli attaccanti. Indipendentemente da ciò, è sempre un vantaggio portare un ombrello qualunque sia il tempo.

Secondo J. Sullivan, un ombrello è “il vero braccio armato del cittadino“.

L'ombrello da pioggia e la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Conclusione

L’ombrello può essere un’insospettabile ma efficace arma di autodifesa in situazioni di emergenza.

Questo strumento quotidiano può essere utilizzato in vari modi, come un bastone per colpire, una punta per attaccare punti vulnerabili dell’aggressore o persino come strumento per applicare leve articolari.

Tuttavia, è fondamentale sottolineare che l’uso dell’ombrello per la difesa personale richiede una formazione adeguata e una comprensione chiara delle sue capacità e limitazioni.

Non è un sostituto per strumenti di autodifesa dedicati, come spray al peperoncino o dispositivi legali di protezione personale.

In ogni caso, la sicurezza personale è una priorità, e sebbene l’ombrello possa essere uno strumento utile in determinate situazioni, è sempre meglio evitare il confronto diretto e cercare di trovare modi per allontanarsi o chiedere aiuto quando possibile.

Mantenere una mentalità di sicurezza e cercare di evitare situazioni pericolose è sempre la scelta migliore.

Stay Tuned! Stai al sicuro!

Street Fight Mentality!

Andrea

Ps. Conoscete altri modi per usare un ombrello per autodifesa?

Condividi la tua tecnica con noi nei commenti qui sotto!

Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea
RELATED ARTICLES

Most Popular

Recent Comments

Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Maurizio Vita on Keysi Fighting Method
Angus Balboa on CorBag
Tor Carbone CrossFit on Crossfit per le arti marziali?
Andrea Resta on La ruota per addominali
Felicia Slivka on Kino Mutai
Vilfredo on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Lorenzo Zulian on Chin Na
Maurizio Vorzitelli on La geografia delle arti marziali
Roberto on Plastic Knuckle
dolore al ginocchio on L’igiene personale nel BJJ
corrado cobianchi on NiteCore Titanium 120 dB
The Who on Karambit
Eliza on Karambit
Giovanni on Karambit
Graciela on Karambit
Thako Jiu Jiutsu on Famosi Kimono per il BJJ
dolore al ginocchio on Pugno al mento
Adrianna on Pugno al mento
Medical center on Pugno al mento
error: Content is protected !!