giovedì, Maggio 23, 2024
spot_img
spot_img

Random Post This Week

spot_img

Related Posts

Memorizzare le arti marziali

Memorizzare le arti marziali.

Memorizzare le arti marziali.

Perché ti dimentichi le tecniche che studi quando combatti?

Tecniche e metodi per memorizzare le arti marziali e gli sport da combattimento.

Non capita solo a te ma capita a tutti almeno una o più volte di fare gli esercizi e poi quando fai sparring o lotta a terra non ti ricordi più nulla, annebbiato, confuso, spaesato ecc. eppure hai fatto degli esercizi tecnici proprio qualche istante prima.

Tranquillo non sei solo che dimentichi le tecniche.

Molti ragazzi fanno bene gli esercizi tecnici, senza problemi e correttamente durante la parte didattica e poi appena inizia la parte meno guidata stop si dimenticano tutto quello che hanno appena fatto.

Quando si fa sparring cerco di proporre delle situazioni non lontane dagli esercizi appena fatti, sia io che gli allievi avanzati sanno di guidare il principiante nella posizione o nella combinazione appena studiata per farla provare in una situazione di sparring che hanno appena studiato in classe e lo si fa mettendo un pochino di “rallenty” per dare loro il tempo di reagire.

Eppure non basta, molto studenti vanno a vuoto, non fanno nessuna tecnica e ancora meno quella che hanno appena visto.

Sì, mi arrabbio perché:

“Questa è quello che abbiamo appena studiato e provato. Fai la “mossa” che hai appena imparato! “

La luce arriva all’improvviso nella loro occhi e iniziano a provare.

Ma perché gli studenti spesso dimenticano proprio quello che hanno appena imparato durante la lezione?

La risposta sotto adrenalina e sotto stress delle tecniche:

Una combinazione di adrenalina, accresciuta eccitazione psicologica e la fatica.

Questi impediscono la nostra capacità di riconoscere e ricordare le nostre tecniche.

Gli stati emotivi accresciuta influenzano negativamente la tua capacità di elaborare mentalmente le informazioni e reagire agevolmente e rapidamente agli stimoli.

Molti studi hanno dimostrato che le persone perdono il controllo sulle loro capacità motorie più fini quando sono stressati, e siamo in un ambiente protetto come la palestra tu immagina una situazione di difesa personale di una aggressione reale??

Memorizzare le arti marziali.

La critica degli esperti di difesa personale

Molti esperti di difesa personale sono critici a riguardo di alcune tecniche di difesa che coinvolgono le leve al polso complicate sottolineano che in una situazione di autodifesa con l’adrenalina a palla, hai una limitata capacità di eseguire in modo efficace i movimenti che richiedono precisione e destrezza.

I movimenti motori più ampi (movimenti più grandi) che coinvolgono tutto il corpo – come un doppio take down alla gamba – sono più facili per il corpo da fare di una leva al polso che richiede una presa e dei tempi/movimenti precisi per funzionare efficacemente.

Puoi sapere anche 1000 tecniche, ma quando ricevi un forte stress e l’adrenalina agisce si crea in te l’effetto tunnel, si proprio una visione a tunnel che restringe la messa a fuoco e la tua capacità di ricordare le tecniche è tagliato a metà.

Memorizzare le arti marziali.

Sarai in grado di usare solo un piccolo sotto insieme delle tecniche totali che hai studiato.

Più ti alleni sotto stress più aumenta la capacità di utilizzare le tecniche che studi anche quelle più complesse ma devi provare e testare ogni cosa sotto stress quindi inizia a capire che sbaglierai molto prendendo colpi o subendo leve perché stai provando in un contesto non cooperante tecniche che vuoi imparare a fare funzionare realmente ed è solo così che devi fare a meno che vuoi fare l’attore per il cinema.

Vuoi leggere un libro interessante su questi aspetti?.

Leggi On Combat (Psicologia e fisiologia del combattimento in guerra e in pace) di Dave Grossman con Loren W. Christensen.

In questo libro troverai molti spunti interessanti se pratichi difesa personale.

La stanchezza fisica

Un altro fattore importante è la stanchezza fisica.

Osservare la differenza tra le tecniche pulite eseguite da combattenti di MMA al primo round rispetto ai colpi tirati nel terzo round, i colpi sono più lenti, meno precisi e limitati come numero, più fermi nelle gambe.

Essere stanchi limita fortemente sia la nostra capacità mentale e fisica.

Non riesci a pensare.

Che cosa puoi fare??.

Tre cose importanti:

– La prima, passa tante ore a provare e a studiare.

L’esperienza nella formazione di quelle tecniche sono troppo importanti per la tua memoria muscolare che aumenterà gradualmente la capacità di ricordare quelle tecniche durante lo stress del combattimento.

– La seconda è il respiro.

Si è qualcosa di molto importante.

La meditazione e altri metodi di rilassamento comportano il controllo del respiro e respirando lentamente e profondamente.

L’incredibile Kron Gracie ha parlato nelle interviste la sua cura maniacale sull’importanza della respirazione rilassante in combattimento.

Quando siamo tesi mentre stai combattendo o lotti, se sei troppo teso inconsciamente stai con il fiato sospeso.

Non respiri, e questo rapidamente ti blocca fisicamente e chiude la tua mente.

Stop finita.

 – La terza, devi competere o sfidare i tuoi compagni realmente.

Molti istruttori sanno che la competizione ti espone facendoti uscire dalla zona di comfort, ti espone a condizioni che ti stressano e che ti mettono alla prova permettendo di testare la tua capacità di usare le tecniche in una situazione stressante.

Fai queste tre cose e sarà molto difficile dimenticare le tecniche che hai studiato.

 

Conclusioni

Memorizzare le arti marziali con queste tecniche. Non dimenticarti mai quello che studi!. Applica applica applica!.

Stay Tuned!

Street Fight Mentality & Fight Sport

Andrea

Previous article
Next article
Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

1 COMMENT

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!