domenica, Luglio 14, 2024
spot_img
spot_img

Random Post This Week

spot_img

Related Posts

Netflix e il Jiu Jitsu

Netflix e il Jiu Jitsu

L’Annuncio di un Film su Netflix sulle Origini del Brazilian Jiu-Jitsu: Un’Occasione per Riflettere

L’annuncio di un film su Netflix incentrato sulle origini del Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ) è sicuramente intrigante, soprattutto per noi appassionati e praticanti di quest’arte marziale.

Il fatto che il regista sia José Padilha, noto per il suo lavoro sulla popolare serie “Narcos“, porta con sé una reputazione di eccellenza nel raccontare storie avvincenti e complesse.

Questo aumenta ulteriormente le aspettative sulla qualità e sull’appeal della serie, che promette di esplorare le radici storiche e culturali di una delle arti marziali più influenti al mondo.

La serie, intitolata “Dead or Alive”, si focalizzerà su due figure iconiche del BJJ e delle MMA: Mitsuyo Maeda e Rickson Gracie.

La trama inizierà nel Giappone del 1800, tracciando il viaggio di Maeda attraverso il Brasile e gli Stati Uniti fino ai giorni nostri.

Questo arco narrativo non solo offre un’ampia prospettiva storica, ma mette anche in luce il passaggio del Jiu-Jitsu giapponese attraverso diverse culture, culminando nella sua evoluzione nel Brazilian Jiu-Jitsu.

Maeda, spesso considerato un ambasciatore delle arti marziali giapponesi, viaggiò in tutto il mondo per dimostrare le sue abilità e condividere la sua conoscenza.

Il suo arrivo in Brasile nel 1914 segnò un punto di svolta cruciale per il Jiu-Jitsu, poiché incontrò Carlos Gracie durante una dimostrazione.

Questo incontro portò alla formazione di una delle dinastie più note nella storia delle arti marziali: la famiglia Gracie. Carlos, il primo allievo di Maeda in Brasile, trasmise le sue conoscenze ai suoi fratelli, creando una tradizione familiare che ha prodotto generazioni di campioni.

Rickson Gracie, nipote di Carlos, è una leggenda vivente nel mondo del BJJ e delle MMA. Con numerose vittorie e un’inclusione nella Hall of Fame delle MMA, Rickson rappresenta la culminazione di decenni di dedizione e sviluppo nell’arte del Brazilian Jiu-Jitsu.

La serie promette di esplorare non solo la sua carriera, ma anche il suo impatto duraturo sulla disciplina.

Tuttavia, l’attenzione esclusiva sulla famiglia Gracie potrebbe sollevare qualche obiezione all’interno della comunità del BJJ.

La storia del Brazilian Jiu-Jitsu è molto più ampia e variegata, con numerose altre figure e scuole che hanno contribuito in modo significativo alla sua evoluzione.

Concentrarsi unicamente sulla famiglia Gracie potrebbe dare una visione parziale e limitata della ricca storia di questa arte marziale.

È importante ricordare che il BJJ, come ogni altra arte marziale, è il risultato di contributi collettivi.

Ogni praticante, maestro e scuola ha giocato un ruolo nel modellare e sviluppare l’arte.

Riconoscere e celebrare questa diversità è essenziale per una comprensione completa e rispettosa del Brazilian Jiu-Jitsu.

La serie “Dead or Alive” rappresenta un’opportunità per portare questa storia affascinante a un pubblico più ampio, ma è fondamentale che lo faccia in modo inclusivo e rappresentativo dell’intera comunità del BJJ.

Netflix e il Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

La proprietà dell’arte

Qui ci sarebbe molto da dire e si vede come dalla storia reale si passa al mito che i Gracie hanno creato attorno a sé stessi anhe se devo dire con grande dedizione per questa arte ma non sono gli unici che lo hanno fatto.

Forse per rispetto verso l’arte sarebbe stato meglio da parte del regista come Padilha fare vedere in forma più ampia il panorama del BJJ e prestarsi in maniera così diretta a una sola scuola non è un modo secondo me corretto di mostrare il panorama del Jiu JItsu.

Ritengo che nessuna persona e nessuna federazione si possa appropriare dell’arte, può avere il proprio metodo, il proprio approccio e il proprio regolamento ma nessuno si deve sentire proprietario dell’arte a meno che qualcuno arrivi e faccia vedere cose mai viste inventando qualcosa che proprio non esisteva, sarebbe come inventare il pugno jab nello stricking e dire che è suo, non ha senso.

L’arte è di tutti, la scuola, il regolamento può essere personale!

Forse la realtà del panorama del Jiu Jitsi è poco cinematografica da fare vedere?

Non credo anzi, è molto colorato e variegato, ma è molto più avvincente il legame diretto tra maestro e allievo piuttosto che tra un allievo di Maeda, di origini Italiane Jacyntho Ferro e la mitica famiglia Gracie, dove si dice che Carlos Gracie ebbe Jachynto Ferro come maestro, ma il suo nome è rimasto in gran parte sconosciuto al pubblico.

Jiu Jitsu

La famiglia Gracie

La famiglia Gracie ha sicuramente un grande onore nel Jiu Jitsu per la dedizione familiare con cui si sono dedicati all’arte, certo che la storia è andata avanti e oggi il panorama marziale del Brazilian Jiu Jitsu è molto variegato.

La diffusione e le competizioni hanno permesso a diverse scuole oltre a quella Gracie di mettersi in grandissima evidenza sia nelle competizioni ma anche nell’approccio didattico.

La vera storia del Jiu Jitsu Brasiliano forse non verrà mai raccontata o qualcuno dei nomi top del BJJ, una volta visto il nuovo seriale avrà voglia di raccontare la sua versione come il documentario che sta realizzando Drysdale sul Jiu Jitsu, ma quello che conta ripeto è che nessuno si deve sentire proprietario di un’arte.

Ora non vedo l’ora di vedere questa serie e il regista con Narcos ha dimostrato di riuscire ad appassionare il pubblico e chissà se con questo seriale sul BJJ attraverso il canale Netflix ci regali delle sorprese e aneddoti interessanti.

“Questo è un film dall’appeal universale con personaggi straordinari della vita reale”, ha dichiarato Silverman in una nota. “Rickson Gracie è uno dei più grandi combattenti di tutti i tempi e siamo onorati di condividere la sua storia.”

Ha aggiunto: “Sono stato un ammiratore di José per anni, e siamo onorati che abbia scelto Stampede per collaborare con Dead or Alive e per condividerlo con il pubblico globale di Netflix.”

Jiu JItsu Oss

Altre Figure Chiave nella Storia del BJJ

Mentre la famiglia Gracie ha giocato un ruolo fondamentale, ci sono stati molti altri individui e scuole che hanno contribuito in modo significativo allo sviluppo e alla diffusione del Brazilian Jiu-Jitsu.

Ad esempio:

  • Luiz França: Un contemporaneo di Carlos Gracie, che ha contribuito a diffondere il Jiu-Jitsu in Brasile, formando allievi che hanno poi fondato importanti scuole. Luiz França ha trasmesso le sue conoscenze a molti praticanti, contribuendo a creare una base solida e diversificata per il Jiu-Jitsu brasiliano. La sua influenza si vede ancora oggi in diverse accademie che seguono i suoi insegnamenti e il suo approccio all’arte.
  • Oswaldo Fadda: Un altro pioniere del BJJ, noto per aver portato il Jiu-Jitsu alle comunità più povere e per la sua enfasi sulle tecniche di foot lock, che erano meno comuni nel Jiu-Jitsu tradizionale dei Gracie. Fadda ha dimostrato che il BJJ poteva essere accessibile a tutti, indipendentemente dallo stato sociale, e ha sfidato apertamente la famiglia Gracie in vari incontri, mettendo in luce l’efficacia delle sue tecniche.
  • Rolls Gracie: Considerato uno dei membri più innovativi della famiglia Gracie, Rolls ha integrato tecniche di wrestling e sambo nel BJJ, influenzando profondamente lo stile che conosciamo oggi. La sua visione moderna e il suo approccio sperimentale hanno aperto la strada a nuove tecniche e strategie, rendendo il Brazilian Jiu-Jitsu ancora più efficace e versatile.

Queste figure, insieme a molte altre, hanno giocato ruoli cruciali nel modellare il Brazilian Jiu-Jitsu come lo conosciamo oggi.

Il loro contributo dimostra che l’arte marziale è stata plasmata da una comunità diversificata e dinamica, ciascuno aggiungendo il proprio tocco unico all’evoluzione del BJJ.

Netflix e il Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

La Diversità delle Scuole e l’Evoluzione delle Tecniche

Oggi, il Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ) è caratterizzato da una vasta gamma di stili e approcci, riflettendo la sua continua evoluzione.

Ogni scuola porta con sé una propria filosofia, metodologie uniche e un’attenzione particolare a specifiche tecniche.

Questo pluralismo arricchisce l’arte marziale, offrendo ai praticanti una varietà di prospettive e strategie.

Scuole come Alliance, Checkmat e Atos sono solo alcuni esempi di accademie che hanno raggiunto successi notevoli sia nelle competizioni che nell’insegnamento.

Alliance

Fondata da Romero “Jacare” Cavalcanti, Alliance è conosciuta per il suo approccio metodico e per aver formato molti campioni del mondo. La scuola è rinomata per la sua rigorosa struttura di allenamento, che enfatizza la tecnica e la strategia. Alliance ha prodotto atleti di fama mondiale come Fabio Gurgel, Marcelo Garcia e Bernardo Faria. La loro filosofia di allenamento ha portato la squadra a vincere numerosi titoli mondiali sia a livello individuale che di squadra.

Checkmat

Fondata da Leonardo Vieira, Checkmat è rinomata per il suo stile aggressivo e per la formazione di atleti di alto livello come Marcus Almeida, meglio conosciuto come “Buchecha”. Checkmat è celebre per la sua enfasi sull’adattabilità e la creatività nelle competizioni, promuovendo un approccio dinamico e innovativo. La scuola ha anche prodotto molti campioni in diverse categorie di peso e ha una forte presenza nelle competizioni internazionali.

Atos

Con Andre Galvao al timone, Atos è diventata una delle scuole più influenti, nota per la sua innovazione tecnica e per atleti come Keenan Cornelius, JT Torres e i fratelli Mendes, Guilherme e Rafael. Atos si distingue per la sua attenzione ai dettagli tecnici e per l’incoraggiamento alla sperimentazione. La scuola ha rivoluzionato molte tecniche di guardia e passaggio di guardia, contribuendo significativamente all’evoluzione del BJJ moderno.

Gracie Barra

Fondata da Carlos Gracie Jr., Gracie Barra è una delle scuole di BJJ più grandi e diffuse al mondo, con oltre 700 accademie in tutto il mondo. La scuola è nota per il suo approccio inclusivo e per la promozione del Jiu-Jitsu come stile di vita. Gracie Barra ha prodotto numerosi campioni del mondo e continua a influenzare profondamente la comunità del BJJ con il suo impegno per l’eccellenza e l’educazione.

Nova União

Fondata da André Pederneiras e Wendell Alexander, Nova União è famosa per aver prodotto alcuni dei più grandi combattenti sia nel BJJ che nelle MMA, come BJ Penn e José Aldo. La scuola è nota per la sua attenzione all’allenamento intensivo e alla preparazione fisica, combinando tecniche tradizionali con un approccio moderno alle competizioni.

10th Planet Jiu-Jitsu

Fondata da Eddie Bravo, 10th Planet Jiu-Jitsu si distingue per il suo approccio no-gi e l’innovazione tecnica. Eddie Bravo ha sviluppato tecniche uniche e un sistema di allenamento che si focalizza sul grappling senza gi. 10th Planet è conosciuta per le sue tecniche non convenzionali come il Rubber Guard e il Twister, che hanno ampliato l’orizzonte del BJJ.

Brazilian Top Team (BTT)

Fondata da Murilo Bustamante, Mario Sperry e Bebeo Duarte, Brazilian Top Team è un’altra scuola influente che ha formato numerosi campioni sia nel BJJ che nelle MMA. BTT è conosciuta per il suo forte background nelle competizioni e per l’integrazione di allenamenti di striking e grappling.

Ribeiro Jiu-Jitsu

Fondata dai fratelli Saulo e Xande Ribeiro, Ribeiro Jiu-Jitsu è conosciuta per il suo rigore tecnico e per l’accento sull’efficacia in situazioni di combattimento reale. I fratelli Ribeiro sono tra i più rispettati praticanti di BJJ, con innumerevoli titoli mondiali a loro nome.

John Danaher e la Danaher Death Squad

John Danaher è un altro nome di rilievo nel mondo del BJJ, noto per il suo approccio metodico e la sua profonda comprensione delle tecniche. Danaher, originariamente un accademico, ha sviluppato una delle squadre più temibili nel panorama del grappling, la Danaher Death Squad, con atleti di alto livello come Gordon Ryan, Garry Tonon e Eddie Cummings. Danaher ha rivoluzionato l’approccio al grappling con il suo sistema di attacchi alle gambe e un focus dettagliato sulle posizioni dominanti e le transizioni.

L’Importanza delle Competizioni Moderne

Le competizioni moderne svolgono un ruolo fondamentale nell’evoluzione del Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ).

Eventi prestigiosi come il Mundial (IBJJF World Jiu-Jitsu Championship), l’ADCC (Abu Dhabi Combat Club Submission Wrestling World Championship) e altre organizzazioni di grappling rappresentano le vetrine più importanti dove i praticanti possono mettere in mostra il loro talento.

Questi eventi non solo evidenziano le abilità dei partecipanti, ma fungono anche da catalizzatori per l’innovazione tecnica e la diffusione globale dell’arte.

Mundial (IBJJF World Jiu-Jitsu Championship)

Il Mundial, organizzato dalla International Brazilian Jiu-Jitsu Federation (IBJJF), è uno degli eventi più prestigiosi nel mondo del BJJ.

Questo campionato attrae i migliori atleti da tutto il mondo, che competono in diverse categorie di peso e cintura.

Il Mundial è noto per l’alto livello di competizione e per essere un terreno di prova dove vengono sperimentate e perfezionate nuove tecniche.

La visibilità offerta da questo evento ha contribuito notevolmente alla crescita del BJJ a livello globale.

ADCC (Abu Dhabi Combat Club Submission Wrestling World Championship)

L’ADCC è un’altra competizione di primaria importanza, famosa per il suo regolamento che incoraggia il grappling no-gi e le tecniche di sottomissione.

Fondata da Sheik Tahnoon Bin Zayed Al Nahyan, l’ADCC è considerata la competizione più prestigiosa nel grappling no-gi.

I campioni dell’ADCC sono spesso considerati i migliori grappler al mondo.

Questo evento ha promosso l’adozione di tecniche innovative e ha elevato il livello di competizione a nuove altezze, contribuendo a spingere i confini del BJJ.

Altri Eventi di Grappling

Oltre al Mundial e all’ADCC, ci sono numerosi altri eventi di grappling che hanno un impatto significativo sull’evoluzione del BJJ.

Tornei come il Pan Jiu-Jitsu Championship, l’European Jiu-Jitsu Championship e il World No-Gi Championship sono solo alcuni esempi di competizioni che attirano un gran numero di partecipanti e spettatori.

Questi eventi offrono opportunità per i praticanti di tutte le cinture di misurarsi con avversari di alto livello e di affinare le loro abilità.

Innovazione Tecnica e Diffusione Globale

Le competizioni moderne non sono solo una vetrina per il talento, ma anche un laboratorio per l’innovazione tecnica. I praticanti sviluppano e perfezionano nuove strategie e tecniche in risposta alle sfide poste dai loro avversari. Questo ambiente competitivo stimola la creatività e l’evoluzione continua del BJJ. Inoltre, la copertura mediatica e la diffusione online di questi eventi permettono al BJJ di raggiungere un pubblico globale, ispirando nuove generazioni di praticanti e contribuendo alla crescita dell’arte in paesi di tutto il mondo.

Le competizioni moderne sono essenziali per l’evoluzione e la diffusione del Brazilian Jiu-Jitsu.

Eventi come il Mundial e l’ADCC offrono una piattaforma dove i praticanti possono mettere in mostra il loro talento, promuovere l’innovazione tecnica e contribuire alla crescita globale dell’arte.

La partecipazione e la visibilità in questi eventi non solo elevano il livello del BJJ, ma ispirano anche una comunità internazionale di appassionati e praticanti a continuare a esplorare e sviluppare questa straordinaria disciplina.

Netflix e il Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

L’Influenza dei Media e la Cultura Popolare

Oltre al nuovo seriale su Netflix, numerosi documentari e produzioni cinematografiche hanno giocato un ruolo cruciale nel portare il Brazilian Jiu-Jitsu (BJJ) sotto i riflettori del grande pubblico.

Questi media aiutano a raccontare storie diverse, a mostrare l’ampiezza e la profondità dell’arte e a ispirare una nuova generazione di praticanti.

Documentari e Film Rilevanti

“Choke”

“Choke” è un documentario che segue Rickson Gracie, uno dei membri più famosi della famiglia Gracie, durante la sua preparazione e partecipazione al Vale Tudo Japan 1995. Questo film offre uno sguardo intimo sulla vita di un lottatore di BJJ di livello mondiale, evidenziando non solo le sue abilità tecniche ma anche la sua filosofia e mentalità. “Choke” ha contribuito significativamente a far conoscere il BJJ al di fuori del Brasile, mostrando l’efficacia dell’arte in un contesto di combattimento reale.

“Roll: Jiu-Jitsu in SoCal”

“Roll: Jiu-Jitsu in SoCal” esplora la cultura del BJJ nel sud della California, una delle aree più vibranti per questa arte marziale negli Stati Uniti. Il documentario mette in luce le storie di vari praticanti, dai principianti agli esperti, offrendo una panoramica delle diverse motivazioni e percorsi di vita che portano le persone a praticare il BJJ. Questo film mostra come il BJJ sia diventato una parte integrante della vita quotidiana di molte persone, promuovendo valori di disciplina, rispetto e comunità.

“Jiu-Jitsu vs. the World”

Questo documentario offre una panoramica globale del BJJ, esplorando come questa arte marziale sia stata adottata e adattata in diverse culture intorno al mondo. Attraverso interviste con praticanti di vari paesi, “Jiu-Jitsu vs. the World” mostra l’universalità del BJJ e la sua capacità di unire persone di diverse origini attraverso una passione comune.

“BJJ Globetrotter”

“BJJ Globetrotter” segue il viaggio di Christian Graugart, un praticante di BJJ che decide di viaggiare per il mondo allenandosi in diverse accademie. Il documentario offre uno sguardo unico sulla comunità globale del BJJ, mostrando come questa arte marziale abbia creato una rete internazionale di supporto e amicizia. Le esperienze di Graugart evidenziano la diversità delle pratiche e delle filosofie che coesistono all’interno del BJJ.

L’Impatto dei Media Digitali

Oltre ai documentari e ai film, i media digitali hanno avuto un impatto enorme sulla diffusione del BJJ. Piattaforme come YouTube, Instagram e Facebook permettono ai praticanti di condividere tecniche, storie personali e aggiornamenti su competizioni in tempo reale. I tutorial online e i corsi digitali hanno reso il BJJ accessibile a un pubblico più ampio, permettendo a chiunque di imparare e migliorare, indipendentemente dalla loro posizione geografica.

L’Influenza delle Serie TV e dei Film Mainstream

L’inclusione del BJJ in serie TV e film mainstream ha ulteriormente aumentato la sua visibilità. Pellicole come “John Wick” e serie come “Kingdom” presentano il BJJ come un elemento chiave nelle sequenze di combattimento, evidenziando la sua efficacia e il suo fascino visivo. Questi ritratti aiutano a demistificare l’arte e a renderla più attraente per il pubblico generale.

L’influenza dei media e della cultura popolare ha avuto un impatto significativo sulla crescita e sulla diffusione del Brazilian Jiu-Jitsu.

Documentari, film, e media digitali hanno contribuito a portare l’arte sotto i riflettori, raccontando storie coinvolgenti e mostrando la profondità e la diversità della comunità del BJJ.

Questo ha non solo attirato nuovi praticanti, ma ha anche rafforzato la connessione tra i membri esistenti della comunità globale del BJJ.

Il Brazilian Jiu-Jitsu è una disciplina in continua evoluzione, arricchita dalle contribuzioni di molti individui e scuole.

La serie “Dead or Alive” rappresenta un’opportunità per far conoscere questa arte marziale a un pubblico più ampio, ma è essenziale che la narrazione riconosca e celebri la diversità e la ricchezza del BJJ.

La vera forza del Jiu-Jitsu brasiliano risiede nella sua capacità di adattarsi e crescere, mantenendo sempre vivo lo spirito di innovazione e comunità.

Netflix e il Jiu Jitsu Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Conclusione

Credo che sia importante rispettare la tradizione e il grande lavoro fatto da Gracie per il Brazilian Jiu Jitsu e per lo sport in generale ma credo che sia anche giusto comprendere che nel frattempo sono nate scuole e didattiche di altissimo livello e che comunque meritano grande attenzione.

Il continuo lavoro che è fatto per mantenere l’egemonia Gracie è comprensibile ma questo continuo approccio non è l’arte, non è lo sport e ci sono delle logiche dietro che sono personali.

Questo modo forse non fa bene all’arte e allo sport ma viene accettato per il rispetto per il grande nome che c’è dietro.

Oggi molto più che alle origini ci sono logiche anche legate al denaro che vanno al di là dello sport, basta vedere le faide che stanno nascendo per accaparrarsi gli allievi.

Attenzione che dove girano i soldi le logiche cambiano e cambia l’interesse per l’arte.

L’amore per il BJJ e per l’insegnamento a volte non è il primo fine.

Stay Tuned!

Street Fight Mentality & Fight Sport

Andrea
Andreahttp://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!