domenica, Maggio 19, 2024
spot_img
spot_img

Random Post This Week

spot_img

Related Posts

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale!

Quando parliamo di difesa personale il concetto cardine di tutto è che è una questione di sopravvivenza dove l’unico pensiero che devi avere è una visione estrema dove devi essere disposto a fare tutto quello che ti permette di sopravvivere.

Ora essendo che siamo in una società che non permette di girare armati è del tutto normale utilizzare ciò che abbiamo in mano, o che ci procuriamo al momento per difenderci e portare a casa la pelle.

L’uso di oggetti comuni per la difesa personale, fa parte della filosofia di tutti i sistemi di autodifesa.

Un’arma impropria è qualsiasi oggetto che, pur non essendo stato progettato specificamente per l’offesa alla persona, ha delle caratteristiche tali da renderlo atto ad offendere, cioè la capacità di ferire o uccidere.

Una delle armi improprie più comuni è il coltello, che tuttavia merita una trattazione a parte perchè è uno strumento molto borderline ma questo post è dedicato alle 5 categorie di armi improprie, quindi di oggetti atti ad offendere.Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale

Le esitazioni al momento di reagire, come la paura o la preoccupazione per non peggiorare la situazione della minaccia o di ferire gravemente l’aggressore sono tematiche cardine e che sono sempre da considerare nella creazione e nello sviluppo di didattiche formative legate alla difesa personale soprattutto in una società come la nostra dove non si è abituati a certe condizioni e livelli di violenza ma quando lo scopo principale è sopravvivere, non puoi e non devi permetterti il “lusso” di avere remore, scrupoli e titubanze e per questo sono state costruite ed elaborate tutte delle metodologie per facilitare e rendere possibile passare psicologicamente a un livello primordiale di aggressione.

La conoscenza tecnica da sola non è sufficiente e da li ad usarla richiede una formazione psicologica non indifferente.

Attenzione!! Tutti questi strumenti occasionali, sono considerati delle armi improprie, e quindi regolamentate dalla legge.

La Legge italiana vieta di fatto ai civili il porto di armi proprie a scopo di difesa, ma non solo, è anche proibito anche il porto di qualunque oggetto atto ad offendere, a meno che non si riesca a giustificare il motivo del porto.

Quindi capisci che per la Legge italiana “se ferisci qualcuno che vuole farti del malenon è una giustificazione valida.

Ciò non significa che, in situazioni di reale e comprovato pericolo, è proibito difenderti con quello che hai a disposizione ma devi essere estremamente cauto e razionale riguardo a ciò che decidi di usare e portare con te.

La Difesa Personale con armi improprie non è un argomento da prendere alla leggera se non vuoi rischiare denunce.

Per completezza d’informazione, l’articolo 4 della Legge 110 del 18 aprile 1975 [2] Testo aggiornato della legge 18 aprile 1975, n. 110, recante: “Norme integrative della disciplina vigente per il controllo delle armi, delle munizioni e degli esplosivi” recita testualmente:

Porto di armi od oggetti atti ad offendere

Salve le autorizzazioni previste dal terzo comma dell’art. 42 del
testo unico delle leggi di pubblica sicurezza 18 giugno 1931, n. 773,
e successive modificazioni, non possono essere portati, fuori della
propria abitazione o delle appartenenze di essa, armi, mazze ferrate
o bastoni ferrati, sfollagente, noccoliere.

Senza giustificato motivo, non possono portarsi, fuori della
propria abitazione o delle appartenenze di essa, bastoni muniti di
puntale acuminato, strumenti da punta o da taglio atti ad offendere,
mazze, tubi, catene, fionde, bulloni, sfere metalliche, nonché
qualsiasi altro strumento non considerato espressamente come arma da
punta o da taglio, chiaramente utilizzabile, per le circostanze di
tempo e di luogo, per l’offesa alla persona.

Devi stare molto attento a cosa ti porti dietro, perché nelle circostanze sbagliate potrebbe farti passare guai seri di fronte alla Legge.

Anche se per me la legge che comanda è sempre che “è meglio un brutto processo che un bel funerale“, sarebbe meglio cercare di evitare il più possibile entrambe le cose.

E’ pieno di episodi di cronaca di persona che pur avendo reagito con ragione hanno passato anni di calvari giudiziari se non addirittura condanne.

È importante sottolineare che la difesa personale dovrebbe sempre essere un’opzione di ultima istanza, quando non c’è altra via d’uscita e la tua incolumità è in pericolo. Inoltre, è fondamentale rispettare la legge e le normative locali relative all’uso di armi improprie.

Ecco alcune considerazioni importanti da tenere a mente:

  1. La priorità è la fuga: La tua principale priorità dovrebbe essere quella di allontanarti dalla situazione di pericolo il più rapidamente possibile. Usare oggetti comuni per difenderti dovrebbe essere solo un’opzione se non puoi fuggire in sicurezza.
  2. Conoscenza e formazione: Come hai menzionato, la formazione è essenziale. Imparare a usare oggetti comuni in modo efficace richiede addestramento e pratica. È importante capire come impugnare e utilizzare questi oggetti in modo sicuro ed efficace.
  3. Leggi locali: È fondamentale conoscere le leggi locali riguardanti l’uso di armi improprie. L’uso di oggetti comuni per la difesa personale potrebbe essere considerato un reato in alcune giurisdizioni, a meno che tu non possa dimostrare di aver agito in legittima difesa.
  4. Proporzionalità: Anche se ti trovi in una situazione di pericolo, è importante mantenere la proporzionalità nella tua risposta. L’uso eccessivo della forza potrebbe portare a conseguenze legali.
  5. Autocontrollo e calma: La paura e la tensione possono influire sulle tue decisioni. È importante cercare di mantenere la calma e prendere decisioni razionali in una situazione di pericolo.

In conclusione, la difesa personale è un argomento serio che richiede preparazione, formazione e consapevolezza delle leggi locali. La priorità dovrebbe essere sempre la tua sicurezza personale, e l’uso di oggetti comuni dovrebbe essere una misura estrema quando non ci sono altre opzioni disponibili per garantire la tua sopravvivenza.

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale

Andiamo a vedere i 5 gruppi di armi improprie:

1 – Oggetti di uso comune taglienti

  • Chiavi di casa
  • Limetta per le unghie
  • Pezzi di Vetro
  • Forbici
  • Coltelli (in teoria non dovresti avere un coltello dietro con te ma se sei o ti ritrovi in cucina, in una mensa, in un ristorante, ecc.)

La funzione di questi oggetti di uso comune è quella di ferire l’aggressore tramite tagli e lesioni superficiali più o meno importanti, e fargli capire che non vuoi essere una vittima.

Avere una bottiglia rotta in mano può anche fare da equalizzatore e tenere a distanza l’aggressore e fargli cambiare idea.

Lo scopo principale di avere in mano un’arma impropria è quello di far scappare l’aggressore o permetterti di di scappare, non devi mai cercare di usarla per attaccare e diventare tu l’aggressore, non fare il duro ma creati lo spazio per scappare.

Se l’aggressore è armato devi immediatamente se hai a portata di mano una chiave o una bottiglia (rompendola) impugnarla con lo scopo di mantenere la distanza ed intimorire l’aggressore e se sei impossibilitato a scappare a colpire.

Attenzione alla legge! Potresti essere anche a tua volta denunciato.

Qui ci sono alcune ulteriori considerazioni sulla difesa personale utilizzando oggetti taglienti o appuntiti:

  1. Chiavi di casa: Le chiavi possono essere utilizzate come strumento di difesa solo se non hai altre opzioni. Impugnale in modo che sporgano tra le tue dita e cerca di colpire le zone vulnerabili dell’aggressore, come gli occhi, il collo o altre parti sensibili del corpo. L’obiettivo principale dovrebbe essere quello di fuggire dalla situazione di pericolo.
  2. Limetta per le unghie: Una limetta per le unghie può essere utilizzata per infliggere graffi o tagli superficiali all’aggressore se necessario. Tuttavia, è un’arma molto limitata e non dovrebbe essere considerata una prima scelta.
  3. Pezzi di vetro: Se disponi di pezzi di vetro rotti, possono essere utilizzati in modo simile a un coltello improvvisato. Usali con estrema cautela e solo se non ci sono altre opzioni. Cerca di infliggere lesioni superficiali all’aggressore.
  4. Forbici: Le forbici possono essere utilizzate per tagliare o pungere se necessario. Impugnale correttamente e cerca di colpire le zone vulnerabili dell’aggressore per farti spazio per scappare.
  5. Coltelli: Come hai menzionato, dovresti evitare di portare coltelli con te a meno che tu non sia in una situazione specifica in cui è necessario, come in cucina o in un ristorante. L’uso di coltelli come arma improvvisata è estremamente pericoloso ed è soggetto a severe implicazioni legali.
  6. Bottiglia rotta: Una bottiglia rotta può essere utilizzata come arma improvvisata se non hai altra scelta. Impugnala con cura e usa il collo o il vetro affilato per difenderti. Questo può essere un equalizzatore temporaneo per tenere a distanza l’aggressore.

Ricorda che l’uso di armi improvvisate è un’opzione di ultima istanza e dovrebbe essere considerato solo quando non c’è alcuna possibilità di fuga o quando la tua vita è in pericolo imminente.

È importante cercare di evitare situazioni pericolose quando possibile e cercare aiuto dalle autorità competenti.

Inoltre, rispetta sempre le leggi locali in merito all’uso di armi improvvisate, poiché l’uso improprio di tali oggetti può comportare conseguenze legali gravi.

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

2 – Oggetti di uso comune perforanti

  • Matite
  • Penne
  • Rompighiaccio
  • Tagliacarte
  • Ombrelli
  • Cacciaviti

Lo scopo di questi strumenti occasionali è quello di aumentare la potenza dei tuoi colpi, un colpo sferrato con una semplice penna può provocare seri danni e lesioni all’aggressore.

Gli oggetti di uso comune perforanti possono aumentare notevolmente la potenza dei colpi in una situazione di difesa personale. Ecco una panoramica più dettagliata su come questi oggetti possono essere utilizzati:

  1. Matite e penne: Le matite e le penne possono essere impugnate come strumenti di punta. Se stai cercando di difenderti, puoi mirare a zone vulnerabili come gli occhi, il collo o altre parti del corpo dell’aggressore. Un colpo ben mirato con una matita o una penna può causare dolore e ferire seriamente l’aggressore.
  2. Rompighiaccio: Il rompighiaccio è uno strumento appuntito e solido che può essere usato per colpire con forza. Puoi impugnarlo come una sorta di punteruolo per concentrare la forza in un punto specifico. Tieni presente che l’uso di uno strumento come il rompighiaccio potrebbe causare danni gravi, quindi dovresti cercare di usare questa opzione solo quando non hai alternative.
  3. Tagliacarte: Il tagliacarte, con il suo bordo affilato, può essere usato in modo simile a una lama. Puoi cercare di tagliare o punzecchiare l’aggressore per difenderti. Anche in questo caso, dovresti essere molto cauto nell’uso di un oggetto affilato come il tagliacarte.
  4. Ombrelli: Gli ombrelli possono essere utilizzati per colpire l’aggressore in modo simile a una sorta di bastone. L’asta dell’ombrello è solida e robusta, il che la rende una scelta potente se non hai altri mezzi di difesa.
  5. Cacciaviti: I cacciaviti, soprattutto quelli con lame appuntite, possono essere usati per infliggere lesioni se usati in modo appropriato. Puoi cercare di colpire le zone vulnerabili dell’aggressore con il cacciavite per aumentare la tua capacità difensiva.

È importante sottolineare che l’uso di oggetti come armi improvvisate dovrebbe essere una misura estrema e utilizzata solo quando non ci sono altre opzioni disponibili per garantire la tua sicurezza personale.

La formazione è essenziale per imparare come utilizzare questi oggetti in modo sicuro ed efficace, e dovresti sempre cercare di rispettare le leggi locali relative all’uso di armi improvvisate.

La priorità dovrebbe essere sempre quella di proteggere la tua incolumità e cercare di allontanarti dalla situazione di pericolo.

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

3 – Oggetti di uso comune percussivi

Gli oggetti di uso comune percussivi possono essere molto efficaci per aumentare la potenza dei tuoi colpi in situazioni di difesa personale. Tuttavia, è fondamentale utilizzarli con discernimento e responsabilità.

  • Ombrello
  • Giornale arrotolato
  • Cintura con la fibbia
  • Portacenere
  • Bicchiere pesante
  • Chiave inglese o Martello
  • Cric auto
  • Bastone
  • Telefonino
  • Scarpa con il tacco

Lo scopo di questi strumenti occasionali è quello di aumentare la potenza dei tuoi colpi. Si tratta di oggetti pesanti che usati per colpire possono fare danni importanti.

Esempio –> Un tacco di scarpa femminile in realtà può diventare un potente ed efficace attrezzo per colpire quasi come un martello.

Ecco una panoramica su come questi oggetti possono essere utilizzati:

  1. Ombrello: L’asta di un ombrello è solida e può essere utilizzata per colpire un aggressore come un bastone. Può aiutare a mantenere la distanza dall’aggressore e fornire un vantaggio in una situazione pericolosa.
  2. Giornale arrotolato: Arrotolare un giornale in modo stretto e compatto può crearne un’arma improvvisata simile a un bastone. Puoi usarlo per colpire l’aggressore o come uno scudo per parare i suoi attacchi.
  3. Cintura con la fibbia: La fibbia di una cintura può essere utilizzata come una sorta di proiettile per colpire o sferrare un colpo forte all’aggressore. La cintura stessa può anche essere usata per immobilizzare temporaneamente l’aggressore.
  4. Portacenere e bicchiere pesante: Questi oggetti possono essere impugnati e usati per colpire con forza. Tuttavia, l’uso di oggetti pesanti come armi improvvisate potrebbe causare lesioni gravi, quindi dovresti essere molto cauto nell’usarli.
  5. Chiave inglese o Martello: Sono oggetti pesanti e robusti che possono infliggere gravi danni se utilizzati con forza. Sono efficaci per difendersi da un aggressore armato o per immobilizzare temporaneamente l’aggressore.
  6. Cric auto: Se hai accesso a un cric dell’auto, può essere utilizzato come un’arma improvvisata per colpire o per aumentare la distanza tra te e l’aggressore.
  7. Bastone: Un bastone può essere un’arma efficace se sai come usarlo. Può essere utilizzato per parare gli attacchi o per colpire l’aggressore.
  8. Telefonino: Un telefonino può essere utilizzato per colpire o sferrare colpi con forza contro l’aggressore. La parte metallica o pesante del telefonino può essere particolarmente efficace.
  9. Scarpa con il tacco: Come hai menzionato, una scarpa con il tacco alto può essere utilizzata come un’arma improvvisata. Il tacco può essere utilizzato per colpire parti vulnerabili dell’aggressore, come il viso o il collo.

È fondamentale ricordare che l’uso di oggetti come armi improvvisate dovrebbe essere una misura estrema e utilizzata solo quando non ci sono altre opzioni disponibili per garantire la tua sicurezza personale.

La formazione è essenziale per imparare come utilizzare questi oggetti in modo efficace e sicuro, e dovresti sempre cercare di rispettare le leggi locali relative all’uso di armi improvvisate.

La tua priorità principale dovrebbe essere la tua sicurezza personale e la fuga dalla situazione di pericolo.

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

4 – Oggetti di protezione/scudo

  • Sedia
  • Tavolo
  • Giubbotto
  • Pentola
  • Valigetta 24 ore
  • Zaino/Borsa
  • Padella
  • Libro
  • Vassoio

Questi oggetti hanno la funzione di intercettare/parare il movimento di attacco dell’aggressore, evitando che “il pericolo” si avvicini al corpo come ad esempio una valigetta può intercettare e bloccare un’eventuale stoccata di coltello, una sedia può mantenere la distanza di sicurezza, la padella può riparare e anche la puoi usare per colpire con estrema efficacia.

Come ogni strumento è necessario capire come utilizzarlo e sarebbe molto utile fare dei test.

Ecco ulteriori considerazioni su come questi oggetti possono essere utilizzati:

  1. Sedia e tavolo: Una sedia può essere utilizzata per creare una barriera tra te e l’aggressore, mantenendo una distanza di sicurezza. Puoi anche rovesciare una sedia o utilizzare un tavolo come scudo temporaneo per proteggerti dagli attacchi.
  2. Giubbotto: Un giubbotto spesso o imbottito può offrire una certa protezione da colpi o attacchi con oggetti taglienti. Tuttavia, non offre una protezione completa e dovresti cercare comunque di allontanarti dalla situazione di pericolo.
  3. Pentola e padella: Una pentola o una padella possono essere utilizzate come scudi improvvisati per bloccare gli attacchi o parare i colpi dell’aggressore. Possono anche essere usate come armi offensive se necessario.
  4. Valigetta 24 ore e zaino/borsa: Questi oggetti possono essere utilizzati per parare gli attacchi o creare una barriera tra te e l’aggressore. Una valigetta o uno zaino possono essere abbastanza resistenti da offrire una certa protezione.
  5. Libro: Un libro può essere utilizzato per parare un attacco o creare una barriera temporanea. Tieni presente che il libro dovrebbe essere abbastanza robusto da sopportare l’impatto senza danneggiarsi troppo.
  6. Vassoio: Un vassoio può essere utilizzato in modo simile a una padella o una pentola, sia come scudo che come arma se necessario.

È importante sottolineare che questi oggetti di protezione/scudo dovrebbero essere utilizzati principalmente per guadagnare tempo e spazio per allontanarti dalla situazione di pericolo o cercare assistenza.

La formazione è essenziale per comprendere come utilizzare questi oggetti in modo efficace e sicuro, e dovresti sempre cercare di rispettare le leggi locali relative all’uso di oggetti come strumenti di difesa personale.

La tua sicurezza personale dovrebbe essere sempre la priorità principale.

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

5 – Oggetti per distrarre

Si tratta di strumenti che possono distrarre un attimo l’aggressore per poi colpirlo con estrema velocità e potenza o per scappare.

Ad esempio se hai in mano lo zucchero che hai appena comprato al supermercato e stai tornando a casa, aprendolo o lanciandolo nel viso dell’aggressore lo distrarrò per un attimo, dandoti il tempo di sferrare un calcio nelle parti intime e poi scappare o scappare direttamente.

“Lo scopo quando possibile è sempre quello di scappare per mettersi in sicurezza ed evitare lo scontro”.

La formazione è sempre importante per migliorare la postura del tuo corpo in caso di un’aggressione e su come usarlo per attaccare e difendere in maniera efficace ma anche se sembrano cose semplici vanno comunque provate per rendere il gesto utilizzabile anche quando sei sotto tensione.

Ecco alcune considerazioni sull’uso di questi oggetti:

  1. Portachiavi: I portachiavi possono essere utilizzati in vari modi. Puoi agitarli o scuoterli per fare rumore e attirare l’attenzione, oppure puoi impugnarli in modo che le chiavi sporgano tra le dita per poter colpire se necessario.
  2. Acqua o bibita: Se hai una bottiglia d’acqua o una bibita, puoi gettarla in faccia all’aggressore per disturbarlo temporaneamente e guadagnare tempo.
  3. Sabbia o zucchero: Questi materiali possono essere lanciati negli occhi dell’aggressore per offuscare la sua vista temporaneamente. È una tecnica di distrazione efficace che può essere seguita da una fuga immediata.
  4. Portafoglio: Un portafoglio può essere lanciato o fatto cadere per distrarre l’aggressore. Può anche essere usato come uno schermo improvvisato per proteggere il viso o il corpo.
  5. Borsetta/Borsa: Puoi utilizzare la tua borsa o borsetta per colpire o bloccare gli attacchi dell’aggressore. Può essere usata come una sorta di scudo temporaneo.
  6. Rossetto: Se hai rossetto o un oggetto simile con te, potresti usarlo per sferrare un attacco improvvisato all’aggressore. Ogni oggetto appuntito o rigido può essere utilizzato per difendersi.
  7. Cappotto/Giacca o Cappello/Berretto: Puoi togliere il cappotto o il cappello e agitarli per creare movimento e distrazione. Inoltre, puoi usarli per coprire parti vulnerabili del corpo, come il viso.

Come hai giustamente sottolineato, l’obiettivo principale della difesa personale dovrebbe sempre essere quello di scappare in sicurezza, quando possibile.

La formazione è fondamentale per sviluppare la capacità di reagire in modo rapido ed efficace in situazioni di tensione e per imparare come utilizzare questi oggetti in modo appropriato e sicuro.

La pratica è essenziale per acquisire fiducia nell’uso di queste tecniche di distrazione.

Utilizzo di oggetti comuni nella Difesa Personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Conclusioni

Allenarsi a trovare e usare oggetti di uso comune è fondamentale per prendere dimestichezza con le tue chiavi, bastoni, coltelli, ecc e saper usare anche gli oggetti come fossero scudi di protezione.

Il Kali Filippino è una delle arti che spesso lavora sull’utilizzo di più oggetti usandoli come le armi.

La Difesa Personale con armi improprie è un argomento spinoso, perché si rischia facilmente di violare la Legge perché non avresti dovuto portare con te un oggetto atto ad offendere senza giustificato motivo, oppure perché con un’arma in mano è facile incorrere in una situazione di eccessiva difesa.

Riguardo al problema della difesa proporzionata ma devi sapere che comunque la questione è molto variabile e dipende moltissimo dal contesto.

Il consiglio migliore, come sempre, è quello di evitare lo scontro il più possibile, ma se non puoi fare diversamente usa tutto ciò che hai a disposizione per aumentare le possibilità di sopravvivenza.

Impara a usare oggetti di uso comune!

Ps. E’ una delle cose che mi piace allenare e fare nella formazione.

Stay Tuned!

Street Fight Mentality & Fight Sport

Andrea

Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!