domenica, Maggio 19, 2024
spot_img
spot_img

Random Post This Week

spot_img

Related Posts

Torcia per la difesa personale

Torcia per la difesa personale

Torcia per la difesa personale (Low light tactics).

Oltre al suo utilizzo standard la torcia è utile in molte condizioni come blackout, una situazione di emergenza, per richiamare l’attenzione, ecc. ma se pensi che la maggior parte delle aggressioni o delle intrusioni in casa avvengono spesso in condizioni di luce scarsa o di notte ti fa capire come avere una torcia di qualità pensata per la difesa personale, robusta, affidabile e con una quantità di Lumen sufficienti oltre che a illuminare a distanza e a ampio raggio a togliere la visibilità a un aggressore sia uno strumento essenziale.

La torcia tattica può essere utilizzata per più scopi:

  • come difesa personale,
  • in caso di emergenze

Pochissime persone pensano a una torcia come a uno strumento di autodifesa ma in realtà una torcia di qualità e ad alto rendimento è un potente strumento di protezione personale.

Oggi la torcia tattica è usata in diversi contesti, dai servizi di sicurezza ai reparti militari ormai in tutti i paesi del mondo che forniscono al personale torce di qualità.

 Togliere il tempo di reazione di un aggressore ti offre una via di fuga.

Le torce di autodifesa ti consentono di accecare e disorientare temporaneamente un aggressore e ottenere il controllo della situazione.

In alcuni casi è sufficiente la forte luminosità a mettere in fuga i malintenzionati.

La luce accecante ti consente di estrarre con discrezione armi, orientare il tuo corpo e tenere le mani lontane dalla vista di un aggressore che non vede cosa stai facendo mentre tu vedi molto bene cosa sta facendo lui.

Restare abbagliati da una bella fonte di luce equivale, per l’aggressore, a non veder più nitidamenta la tua figura e  la tua posizione MA Questo non gli impedisce di scagliarsi contro di te ma ti fornisce comunque un importante vantaggio.

Puntare addosso un fascio luminoso ad una persona non è sufficiente per metterla in fuga o che questa cade a terra inciampando soprattutto quando lo aspetta o sa già che sono cose che gli sono già capitate ma in pieno buio se indirizzi il fascio di luce con sufficienti Lumen e lo si indirizza al viso con effetto sorpresa addosso a chi ci viene incontro (animale o una perona che vuole aggredirti) l’effetto disorientante è assicurato: lo strobo disorienta nel senso che la percezione cerebrale dell’ambiente subisce una modifica, lo stato dell’aggressore passando dal “io attacco” al “io devo difendermi” per qualche secondo e  quindi la velocità della sua azione rallenta e si ha quindi tempo per scappare, o attaccare con effetto sorpresa per primo.

Il ruolo dello strobo o della funzione che aziona la massima potenza su alcune torce: azione rapida, concisa, a sorpresa per esempio su soggetti drogati o ubriachi- può avere l’effetto di  disorientamento e aumenta a dismisura e su questi soggetti può anche avere un effetto di disequilibrio non trovando dei riferimenti intorno facendoli anche cadere.

Le torce tattiche o torce da difesa possono anche essere usate eventualmente come potenti armi da impatto come kubotan e possono essere utilizzate per sferrare colpi.

Non ti propongo nessuna torcia specifica perchè non ho ricevuto nessuna proposta di produttori per testare le torce tattiche e di conseguenza non voglio darti una indicazione commerciale senza aver provato il prodotto.

Ho un paio di torce mie personali che ho scelto, se vuoi sapere quella che uso io personalmente o amici che lavorano nella sicurezza scrivimi una mail in privato.

Una regola che vale sempre è l’importanza di una corretta scelta dell’equipaggiamento non va sottovalutata e va sempre adattata al contesto.

Le azioni criminali solitamente accadono nel buio.

Le statistiche mostrano che è molto più probabile che tu incontri una situazione pericolosa per la vita nelle ore di scarsa illuminazione o nelle ore notturne.

Sapendo questo, è nel tuo interesse comprendere le dinamiche di come luci e ombre influiscono sulle tue capacità in una situazione di ripresa difensiva. 

knife Attack

I vantaggi delle torce per autodifesa:

  • Facile da trasportare con discrezione: A con qualsiasi strumento di autodifesa, la capacità di averlo facilmente con te in modo discreto è importante. Le torce elettriche sono “accettate” dalla società e nessuno si chiederà perché ne hai una. Tuttavia, se la tua luce preferita è ingombrante, non la avrai con te quando ne avrai bisogno.
  • Nessuna restrizione: a differenza dello spray al peperoncino, armi da fuoco, coltelli e altri strumenti di autodifesa, le torce sono raramente, se non mai limitate. Le torce sono consentite sugli aerei e possono essere acquistate in qualsiasi destinazione in tutto il mondo.
  • Disorienta: abbiamo avuto tutti una luce brillante nei nostri occhi che ci fa socchiudere gli occhi e voltare le spalle involontariamente. Disorientare un aggressore aprirà l’opportunità di una fuga e/o di un contrattacco.
  • Fornisce un vantaggio tattico: togliere il tempo di reazione di un aggressore ti dà il sopravvento. Se stai per scappare da un attaccante, vuoi correre in una direzione che è meno sospetta. Accecare rapidamente un attaccante con una luce apre vie di fuga. Le torce elettriche sono anche “moltiplicatori di forza”. La torcia può essere usata come armi da impatto. Alcune torce hanno lunette di attacco merlate sulla parte anteriore progettate specificamente per l’uso come armi da impatto.
  • Illumina le aree di minaccia: non possiamo prevedere le situazioni che dovremo affrontare. Una bella serata in città può concludersi in un parcheggio buio con l’auto parcheggiata accanto a un veicolo sospetto. Le luci tattiche ti danno la possibilità di illuminare le aree pericolose da una distanza di sicurezza.
  • Moltiplicatore di forza/arma a impatto: una torcia tattica dovrebbe essere ben fatta e stare facilmente nel palmo della tua mano. La torcia può essere utilizzata come “arma da impatto” per colpire una varietà di bersagli che vanno dal viso fino alle mani per rompere una presa forte.
  • Economica: dipende dai punti di vista ma una buona torcia tattica di alta qualità non deve essere per forza la più costosa. Per il trasporto quotidiano, aspettati di pagare almeno 50 euro per una luce di alta qualità che soddisfi tutti i criteri per una torcia per autodifesa ma se cerchi davvero la qualità /potenza/durata/robustezza/ecc. costano oltre i 120 Euro.
  • Emergenza: in seguito a un black out o a un incidente in macchina durante la notte, per esempio, può aiutare con una luce forte e durevole nel tempo perché resiste a lungo e facilita un percorso per chiedere aiuto o per ripristinare un eventuale guasto.

 

Caratteristiche tecniche principali di una torcia:

Lumen

Il lumen (simbolo: lm) è l’unità di misura del flusso luminoso ed è usato anche nelle torce come indice della luminosità di una torcia.

Può essere applicato a qualsiasi luce, da una lanterna a una luce per armi.

Il numero di lumen è spesso una scelta che genera dibattito tra:

  • coloro che credono che tu abbia bisogno di quanti più lumen possibili e
  • coloro che ritengono che troppa illuminazione sia uno svantaggio basato su come influisce sulla propria visione.

Non tutti i lumen sono uguali:.

  • luce emessa Splash e
  • luce in avanti Throw.

Le luci con una luce emessa più alta (anche agli stessi lumen) si comporteranno in modo diverso rispetto a quelle con una luce più diretta, o in avanti.

Alcune torce danno la possibilità di variare questa caratteristica ma come ormai avrai capito stai aggiungendo un altro elemento da gestire e regolare sotto stress.

Se lo puoi impostare e renderlo fisso ok, ma se si può spostare durante l’azione operativa allora rischi di accendere la luce e avere un effetto diverso da quello che ti aspettavi perchè nel movimento si è spostate la regolazione del tipo di emissione dei lumen.

Una lampada da 350 lumen o giù di lì con un’elevata potenza in avanti spesso fa già un ottimo lavoro ed è molto più compatta e facile da trasportare ogni giorno.

Molte lampade marchiate da produttori di armi hanno solitamente quel livello di Lumen 350/400, proprio per questo motivo.

Se osservi le immagini lo stesso bersaglio illuminato con uno splash light più alto puoi distinguere bene i lineamenti del viso del bersaglio.

L’immagine ti mostra che stessi lumen, della stessa distanza e della stessa fotocamera con a sinistra più throw e a destra più splash.

Una lampada da 350/600 lumen con un’elevata potenza in avanti rende il viso è oscurato.

Ora questa mancata informazione di una luce in avanti che maschera il viso ti aiuta o danneggia la tua decisione di sparare/non sparare?

In alcuni contesti è meglio se utilizzi luci di media potenza (350/600 lumen o giù di lì) con più splash che throw per le luci di servizio.

  • Più semplice è la luce, meglio è.
  • Non hai bisogno di 8 modalità.
  • Non hai bisogno di pulsanti diversi.
  • Sotto stress, deve essere semplice, affidabile, durare nel tempo e sufficiente a fare la sua funzione.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Gittata o Throw (forward output, l’uscita in avanti)

La luce della torcia molto concentrata in avanti viene chiamata “Throw”, significa che l’illuminazione è strettamente concentrata all’interno di un piccolo cerchio luminoso.

La proiezione si traduce in genere in una migliore illuminazione a lungo raggio, ma al costo di avere una peggiore illuminazione dell’area generale.

Soprattutto all’interno di un edificio, una torcia con lumen elevati e un throw molto concentrato può sbiadire il bersaglio e persino renderlo difficile da vedere.

Alcune persone credono che questa sia una sorta di “arma” che serve per accecare il tuo avversario.

La mia esperienza è che è meno importante di quanto la maggior parte delle persone dicono, ma provalo tu stesso durante la formazione.

In alcuni casi non vedere il viso per via del fascio di luce intenso che rende il viso un punto luminoso rende indecisa la scelta se fare fuoco o no, dipende dall’obbiettivo.

Diffusione o Splash (or spill, le fuoriuscite)

Lo Splash è l’opposto di throw, è un’ampia circonferenza di luce in cui l’illuminazione è più diffusa.

Questo porta a un raggio di luce più diffuso e meno focalizzato ma tende a rivelare più informazioni in generale.

In questo caso è importante avere molti più lumen perchè è una luce meno focalizzata e se vuoi una illuminazione più importante che ti permetta di vedere dettagli importanti sul bersaglio devi avere una quantità di lumen elevati.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Cosa devi cercare in una torcia per autodifesa:

  • Facilità di trasporto e occultamento: una torcia sarà un equilibrio tra funzione e dimensioni. Acquista una luce abbastanza piccola da avere sempre con te.
  • Minimo di 1600 lumen di uscita: se una luce deve essere utilizzata per accecare un aggressore, più lumen, meglio è. (Personalmente ne ho una da 3500 Lumen) ma considera che può andare bene anche una torcia di qualità da 350 Lumen se ha un fascio diretto ben definito. Dipende molto da come intendi usarla e dallo scopo.
  • Interruttore on/off istantaneo: una luce tattica per l’autodifesa deve avere un interruttore on/off momentaneo facilmente azionabile con una mano.
  • Lampadina a LED: le lampadine a LED sono estremamente robuste, luminose e di lunga durata.
  • Alloggiamento impermeabile/robusto: come minimo, una luce per l’autodifesa dovrebbe essere resistente all’acqua per resistere alla pioggia e alle intemperie. Impermeabile IPX8 è l’ideale.
  • Lunga durata della batteria: la luce deve funzionare. Utilizzare batterie estese con una lunga durata.
  • Lunetta Crenulated Strike: le cornici Strike su una torcia possono infliggere dolore a un aggressore. Le cornici di alcune torce tattiche hanno dentellature intorno a loro che sono modellate e possono facilmente tagliare un assalitore. Alcune torce sono realizzate con cornici per colpire che si possono rimuovere anche per montare versioni differenti di cornice.
  • Funzione Strobo: Preferisco anche una torcia con una sola modalità. Durante la formazioni scoprirai che puoi mettere accidentalmente lo stroboscopio e le funzioni a bassa luce quando invece davvero vuoi la luce più brillante. Figurati sotto stress cosa può succedere. Questo è un elemento da valutare quando scegli la torcia. Però considera che la funzione strobo in alcuni contesti viene utilizzata come vantaggio negli spostamenti per non dare un bersaglio fisso.

Un approfondimento sulla funzione strobo della torcia

Le luci stroboscopiche fanno due cose principali per te come possessore:

  1. rendono molto difficile tracciare i tuoi movimenti e
  2. disorientano chiunque ti stia cercando.

La funzione può sicuramente essere utile se è molto buio e sei solo, ma se come accade in alcune condizioni operative non sarai l’unico con una luce questo può influire sull’utilità delle luci stroboscopiche.

Pro:

  • disorienta gli avversari,
  • rende l’utente difficile da rintracciare in ambienti molto bui.

Contro:

  • spesso richiede complicati interruttori o selezioni di modalità.
  • Accendi e spegni la luce con un solo pulsante! Le luci “complicate” sono una condizione perfetta per fare un disastro sotto stress e devi sapere esattamente come si comporterà la tua luce quando la accendi.

 

Alcune delle applicazioni di base per l’utilizzo delle torce elettriche nell’ambito della sicurezza sono:

  • ricerca,
  • navigazione,
  • comunicazione,
  • identificazione e
  • controllo delle minacce.

naturalmente poi ci sono tutti gli utilizza accessori legati alla possibilità di illuminare un ambiente buio in una condizione di ambiente libero da minacce:

  • di illuminazione generale
  • ricerca di oggetti,
  • riparazione,
  • ricerca di prove,
  • ricerca di oggetti utili,
  • ecc.

E’ buio se hai una luce usala!

Utilizzo della torcia in abbinamento con i colpi

Le torce tattiche possono anche essere usate in abbinamento a colpi a mano nuda o con armi da impatto o pepper spray, oppure usando la torcia come armi improvvisate amplificando il potere di impatto permettendo di colpire più forte e con più efficacia rispetto ai colpi a mani nuda.

Il “flash and smash” è il termine che identifica questa strategia dove si usa la luce come moltiplicatore di forza per accecare momentaneamente un attaccante in modo che tu possa fare il tiro libero per colpirlo.

L’aggressore accecato non vede da dove arriva il colpo fornendoti un vantaggio tattico non da poco, fai alcune prove su te stesso per renderti conto che cosa vedi al buio o con scarsa luminosità quando ti puntano il fascio luminoso di una torcia addosso.

Alcuni esempi di utilizzo della torcia tattica per accecare e:

  • usarla come arma da impatto
  • colpire a mani nude o con i piedi
  • e colpire con un arma da impatto o con altri tools come il pepper spray
  • fuggire
  • ecc.

Ricordati che la luce abbagliante non fermerà un aggressore ben motivato ma ti fornirà un vantaggio tattico da poter sfruttare per neutralizzare l’aggressore!

 

Utilizzo della torcia in abbinamento con armi da fuoco

Nella definizione di low light tactics rientrano tutte tecniche e le tattiche da utilizzare per difendersi con una pistola in condizioni di scarsa visibilità.

Questa tematica è una di quelle che da sempre crea dibattiti tra gli operatori di sicurezza e fra gli appassionati.

Le statistiche ci dicono che almeno il sessanta per cento dei conflitti a fuoco avviene in condizioni di luce scarsa.

Considera anche che in molti paesi durante le stagioni autunnali e invernali le persone passano la maggior parte delle ore con poca luce naturale.

Gli operatori della sicurezza statale o privata quindi operano anche di giorno in alcune stagioni dell’anno e non solo di notte in condizioni di luce scarsa.

Quindi è un argomento che non riguarda solo corpi di elite o reparti speciali ma tutte le persone che portano una pistola per difesa o per proteggere la propria casa dovrebbero saper usare l’arma in abbinamento a una torcia.

Avere una torcia tattica deve essere uno dei requisiti fondamentali nel proprio equipaggiamento.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Le luci montate sulle armi e le luci portatili hanno vantaggi e svantaggi.

Molto di questo dipende dall’uso previsto, se è una luce tattica per un’arma o è di uso generale?

Luce montata sull’arma:

La luce montata sull’arma è di gran lunga superiore al tenere l’arma in mano in termini di mantenimento della precisione sotto pressione.

Il problema è che, se è la tua unica luce quella montata sull’arma, scoprirai presto che non ha molto senso tirare fuori dalla fondina la pistola per illuminare qualcosa.

Se scegli una torcia WML, la formazione aggiuntiva sotto pressione deve essere una componente standard del tuo allenamento.

Ci sono prove crescenti derivate da test e da situazioni di scontri reali che i riflessi simpatici delle mani possono causare azionamenti dell’arma non voluti quando si tenta di utilizzare torce WML sotto pressione.

Pro:

  • consente una maggiore precisione mentre illumina le minacce.
  • Gestione delle potenziali interruzioni dell’arma più semplice

Contro:

  • Più difficile da operare sotto stress.
  • Richiede di puntare un’arma verso contatti sconosciuti potenzialmente non ostili.
  • Può causare problemi di affidabilità.

 

Torcia tenuta in mano:

il tenuto in mano è la torcia onnipresente.

Potrebbe essere qualsiasi cosa, dall’enorme Maglight a una minuscola luce LED alimentata da CR123.

In genere, la torcia portatile è lo strumento più utile e meno invadente.

È un oggetto di uso comune utile in molte attività quotidiane e il suo principale svantaggio è che richiede una mano per essere utilizzato.

Se devi usare una pistola, significa che la tua precisione probabilmente si degraderà ma utilizzando alcuni metodi di utilizzo in combinazione con l’arma effettuati durante la formazioni potrebbe anche non diventare così influente.

Lo svantaggio della torcia nella mano viva e l’arma nella mano armata è che se sei solo e devi chiamare i soccorsi diventa complicato utilizzare lo smartphone rispetto ad avere la luce montata sull’arma.

Pro:

  • può essere utilizzato indipendentemente dall’arma da fuoco.
  • ti permette di illuminare un bersaglio senza puntare un’arma contro di esso.

Contro:

  • degrada la precisione,
  • occupa la mano sul lato del supporto (che può rendere difficili altre attività di transizione come l’apertura di porte o l’utilizzo di un telefono)
  • Gestione delle potenziali interruzioni dell’arma più complicata con la torcia in mano

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

 

Gestione delle interruzioni di funzionamento dell’arma con la torcia

Anche la scelta del tipo di torcia che scegli o che portano gli agenti di sicurezza o di sorveglianza può in alcuni casi destare preoccupazione.

Senza entrare troppo nei dettagli, devi essere in grado di mantenere la tua luce in mano mentre elimini qualsiasi tipo di interruzione con la tua arma.

Posizionare la luce a terra, appoggiarla da qualche parte,  infilarla sotto il braccio o tra le gambe fa perdere tempo prezioso in un momento critico.

Una cosa da non fare mai è lasciare la luce  bloccata nella posizione “accesa” mentre cerchi di cancellare l’interruzione telegrafando al tuo aggressore che la tua arma è fuori uso.

Esercitati a eliminare le interruzioni con le tue armi e liberandole con una luce in mano e valuta onestamente il tuo equipaggiamento se ha dei problemi.

Stessa cosa devi fare per l’interruzione per eccellenza, il cambio caricatore, esercitati a a fare questa operazione con una luce in mano.

Valuta onestamente se il tuo metodo di esecuzione o il tuo equipaggiamento ha dei problemi. Con il tempo le torce hanno subito importanti aggiornamenti del prodotto per andare incontro alle esigenze nate dalle esperienze dirette sul campo e con questi miglioramenti sono nate nuove metodologie di allenamento e nelle tattiche.

Quindi le dimensioni della torcia, la fonte di alimentazione, lumen (luminosità), una commutazione on/off  tatticamente corretta, luci a incandescenza rispetto a LED, grip, più throw o splash, ecc. sono tutte considerazioni importanti quando si seleziona una luce veramente tattica.

Gli operatori di sicurezza in tutto il mondo si sono resi conto imparando anche a proprie spese che le loro torce sono utili in molte situazioni, non solo in rare circostanze quando usano la loro luce insieme alla loro arma da fuoco per fornire una forza letale come hanno sperimentato durante l’allenamento sul poligono.

 

Regola n.1 – Se sei un civile/sorvegliante la torcia va separata dall’arma

Lo so che nei film vedi sempre i reparti speciali con la luce montata sull’arma e anche se questa modalità è diventata di gran moda, disporre di una sola torcia fissata al rail della pistola non rappresenta a mio parere la soluzione ottimale.

  • Spari sempre al poligono con la torcia montata sul rail? No, allora ti cambia il peso dell’arma.
  • La pistola non è dentro la fondina? o ne hai una fatta per poter contenere anche la torcia montata sull’arma?
  • Sotto stress devi gestire l’accensione e lo spegnimento della torcia andando a premere il pulsante proprio sull’arma.

Ma una delle ragioni più importante e fondamentale è semplice, riguarda la sicurezza: ogni volta che devi illuminare in una determinata direzione, o peggio un soggetto amico o nemico, devi inevitabilmente puntare l’arma.

Ti ricordi il punto n.3 delle 4 safety rules? Never point a gun at anything you are not willing to destroy!

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Questo modo di operare può essere accettabile durante operazioni militari o azioni dei reparti speciali, dove la presenza di ostili è certa in partenza, ma è impensabile nel caso di civili, forze dell’ordine, guardie giurate, a meno che vuoi puntare l’arma al nonno che era andato a prendere la zappa alla 5 di mattina perchè non riusciva a dormire.

Chi porta una pistola per difesa personale deve avere sempre con sé una torcia impiegabile separatamente dall’arma, fissata alla cintura mediante un porta torcia o assicurata alla tasca dei pantaloni, sul fianco opposto a quello della mano forte.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Regola n.2 – Non diventare un bersaglio

L’uso della torcia è fondamentale per scoprire/identificare eventuali minacce ma al tempo stesso essendo che stai tenendo la torcia questo ti rende un facile bersaglio.

Per questo è fondamentale che le accensioni siano momentanee e immediatamente seguite da uno spostamento laterale della tua posizione.

Puntando la torcia riesci a identificare e individuare chiaramente le minacce, a vedere bene le mani del tuo aggressore ma al tempo stesso rappresenti un eccellente bersaglio, dato che all’aggressore basterà sparare verso la luce.

Anche se subito dopo che hai illuminato spegni la tua torcia, rischi comunque che il tuo aggressore corra verso di te, lanci qualche oggetto, faccia fuoco se è armato dove ha vista la luce l’ultima volta.

Per questo motivo, la tattica “low light” prevede di accendere la torcia, illuminare parte del teatro operativo, spegnerla e subito spostarsi lateralmente.

Una volta che ti sei spostato devi restare immobile per alcuni secondi, cercando di ascoltare qualsiasi rumore in grado di suggerirti/identificare la presenza e la posizione di eventuali minacce.

Una volta identificato riaccendi la torcia, illuminando un’altra parte della scena, spegni nuovamente la torcia e ti sposti nuovamente, procedendo così fino alla completa ispezione del teatro dell’azione.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Come tenere la torcia tattica in mano se sei armato

Il tiro in notturna o in condizioni di scarsa visibilità non è prerogativa di pochi operatori specializzati, ma riguarda chiunque porti un’arma per difesa abitativa o di sicurezza di vigilanza, ecc. perchè solitamente alcune tipologie di reato avvengono nelle ore notturne.

L’unico modo per apprendere qualcosa in modo efficace e sotto stress è allenarlo costantemente! Vale anche per l’uso della torcia in combinazione con l’arma!

Il panorama mondiale offre decine di tecniche diverse per il tiro con ausilio della torcia non montata sull’arma, alcune a loro volta declinate in numerose varianti dettate dall’esperienza sul campo e purtroppo anche da molta fantasia.

Fondamentalmente esistono 5 metodi di posizionamento della torcia tenuta con la mano:

  • Metodo Harries o Harry
  • Metodo Neck Index
  • FBI modificato
  • “Interview” Hold
  • Surefire/Rogers Technique

Dal mio punto di vista sono anche troppi questi metodi, conoscerne un paio bene è già un buon risultato soprattutto usandoli in una condizione sotto stress.

Anche per questo personalmente consiglio semplici torce on/off e non con troppe regolazioni come intensità di luce, effetti strobo ecc. perchè per poterla usare correttamente sotto stress non devi avere troppe manipolazioni della torcia da fare con le dita o se le funzioni esistono devono essere non nel tasto principale.

Devi essere certo di quello che stai azionando e dell’effetto che produce, questo è molto importante quando si parla di una azione da difesa o di sicurezza, non sei al campeggio con gli amici.

Per risultare efficace, l’operatore dovrebbe conoscerne molto bene non più di due o tre in base ai contesti, allenandole tutte costantemente sia a vuoto (in bianco) che al poligono di tiro.

Non devi mai sottovalutare che in una situazione di pericolo reale il tuo cervello sarà sottoposto a uno stress così elevato da non essere più lucidi.

Non devi pensare al metodo da usare ma deve uscire quello che hai allenato nella tua costante formazione.

Più numerosi saranno i metodi fra cui scegliere, maggiori saranno le possibilità di sbagliarne l’esecuzione o esitare, perdendo attimi cruciali a meno che hai davvero tanto tempo da dedicarci come allenamento ma anche in quel caso arriveresti a utilizzare con una preferenza uno dei tanti o al massimo due per una questione di ambiente / contesto.

Per questo motivo, anche se esistano tante valide tecniche, personalmente ne utilizzo due anche  in considerazione dei contesti personali.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

 

Metodo Harries

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Nella posizione Harries, la mano viva ha la duplice funzione di impugnare la torcia e dare sostegno alla mano armata per avere un tiro più stabile e preciso rispetto a quello ad una mano.

Il metodo Harries è molto usato, e prende il nome da chi lo sviluppò nel 1970 dall’ex marine Mike Harries.

  • Stringi la pistola nella mano armata, mentre quella viva impugna correttamente la torcia, con il pollice rivolto verso di te, il che significa che hai scelto una torcia con questa caratteristica di on/off..
  • Nel rispetto delle norme di sicurezza, per prima cosa estraiamo l’arma dalla fondina con il vivo di volata verso il basso, poi con la mano viva estrai la torcia, impugnala correttamente, e passala sotto il polso della mano che impugna l’arma.
  • A questo punto i polsi delle mani sono perfettamente a contatto, e il polso della mano viva funge da appoggio per quella forte.
  • Le due mani spingono moderatamente una contro l’altra così da andare in isometria e acquisire maggiore stabilità, attenzione a non esagerare creando una rigidezza inutile.
  • La torcia deve essere esattamente in linea con il vivo di volata dell’arma che punta verso il bersaglio, sia la luce che l’arma puntano esattamente nello stesso target.
  • Come sempre rispetta la regola di sicurezza n.4, mantieni l’indice della mano armata fuori dal trigger e appoggiato saldamente lungo il castello dell’arma.

 

PRO: 

  • La presa Harries mantiene la luce in una presa aggressiva in avanti, sulla linea centrale, e facilita il passaggio tra questa posizione e l’indice del collo.
  • Consente inoltre colpi rapidi ed efficaci se si imposta la luce come strumento di impatto. ATTENZIONE! non tentare di colpire se stai usando un’arma da fuoco. Questo non può essere sopravvalutato. Non mettere le mani davanti all’arma per nessun motivo, rischi di sparare a te stesso

CONTRO: 

  •  l’uso in combinazione con un’arma da fuoco offre poca o nessuna stabilità aggiuntiva e crea uno scarso equilibrio estendendo il braccio laterale di supporto.
  • richiede per molti l’articolazione del polso, che è un punto debole se vieni attaccato fisicamente.

Personalmente ho sviluppato una mia variante del metodo Harries in alcuni contesti urbano usando la mano viva invertita come posizione che ha un duplice scopo, sostegno più forte e una maggiore protezione dell’arma operando in spazi stretti!

 

Metodo Neck Index

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Questa posizione, vista in molti film polizieschi, ha il grande vantaggio di avere sia il fascio di luce della torcia esattamente dove potremmo puntare l’arma per fare fuoco, e non devi farlo come con il metodo Harries senza dover contemporaneamente puntare l’arma.

Ed è per questo che in alcuni contesti risulta ideale, ad esempio, durante il controllo notturno di individui, veicoli o documenti tenendo la mano sull’arma ma senza creare il disagio di un’arma puntata addosso.

Ad esempio, durante il controllo di un veicolo, la mano viva con la torcia sarà sopra la spalla, mentre quella forte potrà stare appoggiata alla pistola in fondina.

Impugna la torcia con la mano viva e posizionala tra il collo e la mascella, funziona con tutte le tipologie di torce, piccole, medie o di grandi dimensioni.

Usando il metodo del neck index, nel caso dovessimo usare l’arma e aprire il fuoco basterà estrarre l’arma e metterla esattamente nel fascio di luce della torcia.

Punti l’arma esattamente dove necessario e offre anche il vantaggio che la luce illumina anche gli organi di mira.

Dopo aver fatto fuoco, anche in questo caso spegni la torcia e muoviti di lato, non restare nella stessa posizione e ascolta in silenzio alcuni secondi.

Poi esegui un controllo della zona nella direzione dove hai sparato, procedendo con il fascio di luce dal basso verso l’alto, è importante.

Naturalmente questo va fatto con il presupposto che c’è davvero un buoi importante che non permette la visione.

Attenzione alla tua posizione rispetto alla luce naturale, ti dico questo perchè il tuo aggressore potrebbe essere immerso nel buio più scuro e tu essere al buio ma con una penombra che identifica la tua posizione e la tua sagoma.

Questo te lo dico perchè va bene usare la torcia ma se è necessario non va usata per forza perchè è un pò buio.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

PRO: 

  • mantieni le mani ben lontane dalla parte anteriore, vicino al corpo e consente una postura aggressiva in avanti.
  • fornisce la stessa posizione aggressiva del metodo Harry, ma mantiene la mano laterale di supporto chiusa e fissata vicino al corpo.
  • un vantaggio spesso non detto è che la mano e la luce bloccano effettivamente l’arteria carotide sinistra altamente vulnerabile.

CONTRO:

  • questa tecnica tende a modellare la tua arma da fuoco e creare “ombre” nel tuo campo visivo essendo indietro rispetto alla mano armata quando avanzata.
  • La luce vicino al corpo potrebbe essere un pericolo indicando posizione della tua testa e per questo avendo lo stesso svantaggio, la luce potrebbe attirare assalti, cosa che la tecnica dell’FBI come vedrai tenta di aggirare o meglio limitare.

 

Metodo FBI modificato

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Questo metodo è diventata popolare a causa dell’idea che un aggressore armato punti l’arma e spari dove vede la luce, che è una valutazione che può avere un senso logico ma con l’idea che probabilmente stai inseguendo un criminale senza scrupoli, un assassino armato, un serial killer.

Per non dire che non è vero, visto questo punto a suo favore ma secondo me richiede molta attenzione perchè puntare la luce con il braccio aperto e controllare il fascio di luce come direzione e puntare con precisione l’arma con un’altra angolazione richiede una buona formazione e disciplina ed è per questo che questa presa diventa secondo me obsoleta e, sebbene abbia ancora un punto d’appoggio, non è molto utile se non la usi insieme a un’arma da fuoco.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Pro:

  • tiene la luce lontana dal corpo e teoricamente confonde l’azione aggressiva.

Contro:

  • Nell’uso pratico, è difficile usare questa tecnica quando si attraversano le porte o in spazi ristretti,
  • è dannoso per il tuo equilibrio e compromette il tuo dominio posturale se attaccato,
  • tende a impigliarsi se si passa in zone boschive,
  • tende a impigliarsi o riagganciare se c’è un campo detritico di 540 gradi (come accade nelle emergenze).

 

Metodo Surefire/Rogers Technique

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Dal mio punto di vista non è la migliore presa che ho provato ma ho trovato delle persone che la trovano comoda, che dire, lo scopo finale è fare luce e controllarla, gestire l’arma, ecc. sotto stress, di conseguenza se lo riesci a fare bene con quel tipo di impugnatura è una tua scelta.

Pro:

  • Il Rogers è considerata da alcuni una buona tecnica che consente una presa solida ed efficace sulla luce.
  • L’attivazione viene eseguita con grandi capacità motorie (palm press piuttosto che finger press) che trovo più facili sotto stress.
  • Alcuni operatori trovano che sia un pò più stabile durante l’uso di un’arma da fuoco e punta in modo molto naturale.

Contro:

  • richiede un tipo specifico di torcia da usare perchè se non ha un’attivazione del Tailcap di tipo Surefire, la tecnica Rogers sarà un po’ goffa.
  • è un po’ innaturale se non lo usi con un’arma, poiché altre impugnature consentono un migliore controllo della luce.
  • la torcia deve essere scelta con una dimensione ergonomica che permette questa impugnatura e se ha le mani piccole non è l’ideale.

Metodo Surefire/Rogers Technique

Tattiche generali nell’uso della torcia per la difesa personale

L’uso tattico della luce dipende dal contesto, c’è un utilizzo generale ma nella specificità vanno analizzate caso per caso.

Quello che però devi avere chiari sono dei concetti utili da capire:

  1. Luce e movimento: non vuoi rimanere fermo nello stesso punto dopo aver “pubblicizzato” la tua posizione. Le luci, come gli spari, fanno sapere alla gente dove sei. Dopo aver usato la luce (supponendo che sia ancora buio), muoviti!. Attenzione sempre quando ti muovi a non fare troppo rumore che fa capire in qualche modo la tua posizione o la direzione del tuo movimento.
  2. Utilizzare brevi accensioni e fai brevi scansioni di circa mezzo secondo per eseguire la scansione. Accendi la luce e spazzala attraverso la stanza. Cerca possibili aree da cui potresti essere avvicinato, detriti o ostacoli di cui devi stare attento e poi spostati.
  3. Se la tua luce è accesa: muoviti continuamente. La funzione strobo (stroboscopio) è utile, sia per disorientare il tuo avversario che per spostarsi senza rivelare la tua posizione esatta. Rintracciare qualcuno che si sta muovendo con lo stroboscopio può essere difficile ed è una caratteristica che vale la pena esaminare.
  4. Se finisci per impegnarti in uno scontro o hai individuato un potenziale aggressore, ricorda che potenzialmente ci sono sempre più aggressori e dovrai allenarti per continuare a muoverti, continuare a usare la tua luce in modo intelligente e nel caso in cui sei armato e fai fuoco tenere traccia di chiunque possa essere stato ferito. Questo è un argomento avanzato e dovrebbe essere eseguita una formazione basata su scenari.

E’ fondamentale fare una formazione e dei test con queste tattiche di utilizzo per comprenderne le potenzialità e evitare di fare errori che possono accadere se non hai allenato la sincronizzazione della gestione del tuo movimento, l’accensione e spegnimento della torcia e la gestione dell’arma.

 

La comunicazione con la torcia tattica

Mentre si lavora in condizioni di scarsa o scarsa illuminazione a volte è difficile, se non impossibile, dirigere con precisione altri agenti verso aree specifiche.

Durante la ricerca in una struttura, non si può semplicemente indicare e dire: “Il sospetto è dietro quella porta”.

Gli altri agenti potrebbero non vedere a quale porta si fa riferimento.

Usa invece il raggio della torcia per illuminare la porta e chiarire esattamente quale porta si trova dietro il sospetto.

La luce del raggio della torcia diventa uno strumento per segnalare e dirigere gli altri quando la visibilità è scarsa.

Torcia per la difesa personale Fighting Tips - Street Fight Mentality & Fight Sport

Conclusioni

Spero che ora guardi la torcia sotto una nuova luce anche se come hai visto chiaramente deve avere delle caratteristiche per essere usata come torcia tattica quando serve.

Non risparmiare mai per la tua sicurezza!

Il mercato offre innumerevoli modelli di torcia, ma non tutte sono adatte a essere impiegate per la difesa personale e contestualmente all’arma.

Visita il sito della Olight e della Nitcore dove trovi anche dei video didattici su questo argomento.

Una regola che vale sempre è l’importanza di una corretta scelta dell’equipaggiamento non va sottovalutata e va sempre adattata al contesto.

Una torcia tattica è un serio strumento di autodifesa e sicurezza che dovrebbe essere sempre con te.

Non aspettarti che i problemi di scarsa illuminazione nel mondo civile assomiglino molto a una squadra speciale di ingresso che fa irruzione in un complesso o che esegue un’incursione ad alto rischio.

Probabilmente sarà un processo lento e “impreciso” per cercare di assicurarti il più possibile che ciò che è dietro di te sia verificato e “sicuro”.

Soprattutto per quanto riguarda la sicurezza domestica in condizioni di scarsa illuminazione, non aver paura in questo casi di mantenere la posizione e utilizzare la tua conoscenza della tua casa a tuo vantaggio.

Importante e fondamentale è anche chiamare subito le forze dell’ordine per avere il supporto di rinforzi e non pretendere di risolvere la cosa da soli o mettere in fuga dei malintenzionati e ladri e dopo chiamare le forze dell’ordine a meno che tu sia impossibilitato a farlo.

Ricorda però che puoi sempre muoverti per evitare contatti conoscendo l’ambiente ed emettere sfide verbali, sia a casa tua che in una situazione post-disastro con contatti sconosciuti.

Se ti trovi ad avere a che fare con uno criminale attivo che spara, preparati a identificare e utilizzare il terreno e le strutture a tuo vantaggio; limita la loro visione, massimizza la tua, domina gli angoli e combatti con tutto ciò che hai.

Stay Tuned!

Street Fight Mentality

armi da fuoco

Previous article
Next article
Andrea
Andreahttps://expertfightingtips.com
Con una passione per la difesa personale e gli sport da combattimento, mi distinguo come praticante e fervente cultore e ricercatore sulle metodologie di allenamento e strategie di combattimento. La mia esperienza abbraccia un vasto panorama di discipline: dal dinamismo del Boxing alla precisione del Muay Thai, dalla tecnica del Brazilian Jiu-Jitsu all'energia del Grappling, dal Combat Submission Wrestling (CSW) all'intensità del Mixed Martial Arts (MMA). Non solo insegno, ma vivo la filosofia di queste arti, affinando costantemente metodi e programmi di allenamento che trascendono il convenzionale. La mia essenza si riflette nell'autodifesa: Filipino Martial Arts (FMA), Dirty Boxing, Silat, l'efficacia del Jeet Kune Do & Kali, l'arte della scherma con coltelli e bastoni, e la tattica delle armi da fuoco. Incarno la filosofia "Street Fight Mentality", un approccio senza fronzoli, diretto e strategico, unito a un "State Of Love And Trust" che bilancia l'intensità con la serenità. Oltre al tatami, la mia curiosità e competenza si spingono verso orizzonti diversi: un blogger professionista con la penna sempre pronta, un bassista dal groove inconfondibile e un artigiano del coltello, dove ogni lama è un racconto di tradizione e innovazione. Questa sinfonia di abilità non solo definisce la mia identità professionale, ma dipinge il ritratto di un individuo che nella diversità trova la sua unica e inconfondibile voce e visione. Street Fight Mentality & Fight Sport! Andrea

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

SELF DEFENCE

FIGHT SPORT

Popular Articles

error: Content is protected !!